Monthly Archives: Luglio 2019

Usato 4×4 diesel di lusso: SUV o fuoristrada?

title

Chi cerca un usato 4×4 diesel deve puntare sulle SUV – più comode su asfalto ma con una peggiore tenuta del valore – o sulle fuoristrada (più “ruvide” ma meno soggette a svalutazione)? Per scoprirlo – nella nostra “top five” di questo mese, vinta dall’Audi Q7 – abbiamo analizzato cinque proposte del 2010: nove anni fa avevano un prezzo simile mentre oggi le loro quotazioni sono comprese tra 15.000 e 45.000 euro.

nullnull

Credits: Mercedes-Benz GL-Klasse, GL 350 CDI, Exterieur

Mercedes-Benz GL-Class, GL 350 CDI, exterior

La Sport Utility di Ingolstadt ha superato abbastanza agevolmente le connazionali Mercedes classe G e GL, la britannica Land Rover Range Rover e la giapponese Toyota Land Cruiser V8. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione mezzi a trazione integrale con potenze tra 220 e 340 CV.

title

7.7
/10

1° Audi Q7 4.2 V8 TDI 30 years of quattro

L’Audi Q7 4.2 V8 TDI 30 years of quattro è l’unica proposta presente nella nostra top five priva di marce ridotte e il suo abitacolo non è molto spazioso nella zona della testa. Introvabile sul mercato dell’usato (più facile rintracciare le meno lussuose Advanced), ha quotazioni che si aggirano intorno ai 17.400 euro.

La grande SUV dei quattro anelli può vantare un comportamento stradale agile nelle curve e un motore ricco di cavalli (340) e di coppia (800 Nm) silenzioso, scattante (6,4 secondi sullo “0-100”) e poco assetato di gasolio (10,9 km/l dichiarati). Senza dimenticare il bagagliaio immenso…

title

6.9
/10

2° Land Rover Range Rover 4.4 TDV8

Nel 2010 la Land Rover Range Rover 4.4 TDV8 era molto cara mentre oggi si porta a casa facilmente con meno di 20.000 euro. Efficace in fuoristrada (ma goffa su asfalto), presenta qualche imperfezione di troppo negli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria.

Non mancano, però, i punti di forza: un divano posteriore che accoglie comodamente tre passeggeri, un motore elastico e non troppo bevitore e un eccellente cambio automatico.

title

6.3
/10

3° Mercedes GL 450 CDI

La Mercedes GL 450 CDI, facile da trovare usata a meno di 20.000 euro, è un’ingombrante (5,10 metri di lunghezza) SUV di lusso adatta a chi ha bisogno di spazio: il bagagliaio è immenso in configurazione a due posti e l’abitacolo accoglie comodamente sette passeggeri.

Il motore potrebbe offrire una spinta più corposa ai bassi regimi e non brilla alla voce “consumi” (8,5 km/l dichiarati).

title

5.8
/10

4° Toyota Land Cruiser V8

La Toyota Land Cruiser V8 è una fuoristrada di lusso indistruttibile e costruita con grande cura. Per portarsela a casa ci vogliono poco più di 25.000 euro.

Il motore 4.5 – un po’ troppo assetato di gasolio – ha una cilindrata elevata che non aiuta chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto e il bagagliaio non è molto capiente in rapporto alle dimensioni esterne.

title

5.6
/10

5° Mercedes G 350 CDI Lunga

La Mercedes G 350 CDI Lunga è l’unica 4×4 analizzata nella nostra top five a non avere un propulsore V8: la fuoristrada della Stella ospita infatti sotto il cofano un motore V6 caratterizzato da una cilindrata non esagerata (3.0) ma anche penalizzato da prestazioni inferiori a quelle delle rivali. Un’unità povera di cavalli (224) e di coppia (540 Nm) non molto vivace – “0-100” in 9,1 secondi – e troppo rumorosa su asfalto.

Una “off-road” dura e pura con un abitacolo elegante (anche se le finiture non sono perfette nelle zone più nascoste) in grado di offrire tanti centimetri nella zona della testa dei passeggeri posteriori (poco, invece, lo spazio per le spalle). Abbastanza facile da parcheggiare (merito delle forme squadrate e degli ingombri esterni relativamente contenuti: meno di 4,70 metri), nel 2010 costava meno delle altre vetture citate in questa graduatoria (80.191 euro) mentre oggi è impossibile acquistarne una a meno di 40.000 euro.

L’articolo Usato 4×4 diesel di lusso: SUV o fuoristrada? proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Bentley Flying Spur First Edition: parte più esclusiva

title

La nuova generazione della Bentley Flying Spur diventa una realtà. Presto arriveranno nelle concessionarie le prime unità dell’ultimo gioiello della Casa di lusso d’Oltremanica. Per celebrare l’arrivo del nuovo modello, la marca inglese inizierà la sua commercializzazione con un’interessantissima edizione limitata di lancio.

La nuova Bentley Flying Spur First Edition entra in scena con un chiaro obiettivo: festeggiare il lancio della nuova generazione. La produzione inizierà alla fine di quest’anno e si estenderà solo per i successivi 12 mesi. Una volta terminato il 2020 uscirà di scena, lasciando spazio alla versione convenzionale. Il primo esemplare di questa limted edition di lancio sarà venduto all’asta e ricavi andranno in beneficenza.

 

Esteticamente presenta diversi dettagli che la differenziano dal modello ‘normale’. Fuori sfoggia una placca con la bandiera Union Jack e il numero 1 al centro, posizionata sui montanti posteriori. Calza cerchi in lega Mulliner Driving Specification da 22 pollici.

All’interno della nuova Bentley Flying Spur First Edition troviamo placche con il nome dell’edizione limitata sui battitacco e lo stesso stemma della carrozzeria sulla plancia davanti al co-pilota.

A tutto ciò va aggiunta la lunga lista degli accessori che fanno parte dell’equipaggiamento tra cui figurano diversi sistemi di assistenza alla guida come il sistema di mantenimento automatico della corsia, il sistema night vision e il cruiser control adattivo. Inoltre può contare con il pacchetti di illuminazione ambientale configurabile, tetto solare panoramico e tendine per la privacy azionabili elettricamente.

Per quanto riguarda il reparto meccanico non ci sono novità. Sotto al lungo cofano della Bentley Flying Spur pulsa il noto W12 da 6.0 litri, 635 CV e 900 NM di coppia, abbinato alla trasmissione automatica ZF e al sistema di trazione integrale. Grazie a questo powertrain è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3,98 secondi e raggiunge la velocità massima di 333 km/h.


Anteprime

Bentley Flying Spur: la terza generazione

La nuova Bentley Flying Spur arriva con i suoi 5,30 metri di lunghezza, un motore da 6.0 litri in grado di sviluppare 635 CV e grandi doti dinamiche, grazie anche al sistema delle quattro ruote sterzanti

L’articolo Bentley Flying Spur First Edition: parte più esclusiva proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Autovelox e Tutor: dove sono? (22-28 luglio 2019)

title

Nella settimana compresa tra il 22 e il 28 luglio 2019 vedremo tanti Autovelox e Tutor sulle strade e sulle autostrade d’Italia.

Di seguito troverete l’elenco completo di tutte le postazioni fisse e mobili attivi nel nostro Paese. Questa settimana è stato aggiunto un nuovo Autovelox fisso nelle Marche vicino a Jesi (AN).

Autovelox mobili dal 22 al 28 luglio 2019

VALLE D’AOSTA

22/07-28/07 T1 Traforo Monte Bianco AO

PIEMONTE

22/07-28/07 A4 Torino-Trieste TO
22/07-28/07 A4 Torino-Trieste NO
22/07-28/07 A21 Torino-Alessandria-Piacenza-Brescia AL
22/07-28/07 A26 Genova Voltri-Gravellona Toce NO
22/07-28/07 A A26 km 76+500 ADP Rio Anda Nord AL
22/07-28/07 SS32 Ticinese NO
22/07-28/07 SS703 Tangenziale Est Novara NO
22/07-28/07 SP142 del Biellese NO
22/07-28/07 SP229 Lago d’Orta NO
22/07-28/07 SP299 della Valsesia NO
22/07 SS33 del Sempione VB
22/07 SP28 Asti-Alessandria AT
22/07 SP37 Crescentino VC
23/07-24/07 SS231 di Santa Vittoria AT
23/07 A6 Torino-Savona CN
23/07 SS34 del lago Maggiore VB
24/07 A6 Torino-Savona TO
24/07 SS33 del Sempione VB
25/07 SP54 del Lago di Mergozzo VB
26/07-27/07 SS34 del lago Maggiore VB
26/07 A6 Torino-Savona CN
26/07 SS458 Asti-Chivasso AT
26/07 SP59 AT
27/07-28/07 SS231 di Santa Vittoria AT
27/07 SR23 Colle del Sestriere TO
28/07 A6 Torino-Savona CN
28/07 SS33 del Sempione VB
28/07 SP23 Canelli Castagnole AT

LIGURIA

22/07 SS1 Aurelia SV
23/07 A12 Genova-Roma SP
24/07 A7 Milano-Genova GE
25/07 A6 Torino-Savona SV
25/07 SS1 Aurelia IM
27/07 SC Vado Ligure SV
28/07 SS1 Aurelia SP

LOMBARDIA

22/07 SP671 della Valle Seriana BG
23/07 SS9 via Emilia MI
23/07 SS9 via Emilia LO
23/07 SP235 di Orzinuovi PV
23/07 SP235 di Orzinuovi LO
23/07 SP525 del Brembo BG
23/07 SP61 della Valle di Tresa VA
24/07 SP142 Boltiere-Pontirolo-Treviglio BG
24/07 SP470 della Valle Brembana BG
25/07 SS629 del Lago di Monate VA
25/07 SS9 via Emilia LO
25/07 SS9 via Emilia MI
25/07 SP235 di Orzinuovi LO
25/07 SP235 di Orzinuovi PV
25/07 SP671 della Valle Seriana BG
26/07 SS712 Tangenziale Est di Varese VA
27/07-28/07 SS36 del lago di Como e dello Spluga LC
27/07-28/07 SS9 via Emilia MI
27/07-28/07 SS9 via Emilia LO
27/07-28/07 SP235 di Orzinuovi PV
27/07-28/07 SP235 di Orzinuovi LO
27/07 A7 Milano-Genova PV
27/07 SS233 Varesina VA
28/07 A4 Torino-Trieste BS
28/07 SS394 del Verbano Orientale VA

TRENTINO-ALTO ADIGE

23/07 SS47 della Valsugana TN
24/07 SS12 dell’Abetone e del Brennero TN
24/07 SS240 di Loppo e di Val di Ledro TN
24/07 SS49 della Val Pusteria BZ
25/07-26/07 SS48 delle Dolomiti TN
25/07 SS12 del Brennero BZ
25/07 SS43 di Val di Non TN
25/07 SS47 della Valsugana TN
26/07 SS240 di Loppo e di Val di Ledro TN
28/07 SS242 Val Gardena BZ

VENETO

22/07-28/07 SS13 Pontebbana TV
22/07-28/07 SR15 Cadore Mare TV
22/07-28/07 SR89 Treviso Mare TV
22/07-28/07 SP71 del Ponte della Muda TV
22/07-26/07 SS53 Postumia TV
22/07-26/07 SR348 Feltrina TV
22/07-25/07 SP64 Zermanesa TV
22/07-23/07 SC Tangenziale Padova PD
22/07 A4 Torino-Trieste VI
22/07 A4 Torino-Trieste VE
22/07 SS434 Transpolesana RO
22/07 SP667 di Caerano TV
23/07 A4 Torino-Trieste VR
23/07 A31 Vicenza-Piovene Rocchette VI
23/07 SP102 Postumia Romana TV
24/07 SP667 di Caerano TV
25/07 A31 Vicenza-Piovene Rocchette VI
25/07 SR245 Castellana TV
26/07-27/07 A4 Torino-Trieste VI
26/07 SP248 Schiavonesca-Marosticana TV
27/07-28/07 A4 Torino-Trieste PD
27/07-28/07 SP64 Zermanesa TV
27/07 SR245 Castellana TV
27/07 SP19 di Vedelago TV
28/07 SS47 della Valsugana VI
28/07 SS53 Postumia TV
28/07 SR348 Feltrina TV
28/07 SP667 di Caerano TV

FRIULI-VENEZIA GIULIA

22/07-25/07 A4 Torino-Trieste UD
22/07-25/07 A23 Palmanova-Tarvisio UD
22/07 SS13 Pontebbana UD
22/07 SS14 della Venezia Giulia TS
22/07 SS202 Triestina TS
22/07 SS58 della Carniola TS
22/07 SR353 della Bassa Friulana UD
22/07 SP95 di Madrisio UD
23/07 SS14 della Venezia Giulia UD
23/07 SS15 via Flavia TS
23/07 SS352 di Grado UD
23/07 SR252 di Palmanova UD
23/07 SP35 di Opicina TS
23/07 SC viale Miramare TS
24/07 A34 GO
24/07 RA13 A4 Sistiana-Fernetti TS
24/07 RA14 Villa Opicina-Fernetti TS
24/07 SS13 Pontebbana UD
24/07 SR353 della Bassa Friulana UD
24/07 SA326 Lacotisce Rabuiese TS
25/07-26/07 SS352 di Grado UD
25/07 SS14 della Venezia Giulia UD
25/07 SS14 della Venezia Giulia TS
25/07 SS202 Triestina TS
25/07 SS676 Tangenziale UD
25/07 SP35 di Opicina TS
26/07 RA13 A4 Sistiana-Fernetti TS
26/07 RA14 Villa Opicina-Fernetti TS
26/07 SS56 di Gorizia UD
26/07 SC1 del Carso TS
27/07 A4 Torino-Trieste UD
27/07 A23 Palmanova-Tarvisio UD
27/07 SS13 Pontebbana UD
27/07 SS15 via Flavia TS
27/07 SS202 Triestina TS
27/07 SR353 della Bassa Friulana UD
27/07 SP14 di Muggia TS

EMILIA-ROMAGNA

22/07-27/07 RA08 Ferrara-Porto Garibaldi FE
22/07-27/07 SS16 Adriatica FE
22/07-27/07 SS309 Romea FE
22/07-27/07 SS63 del Valico del Cerreto RE
22/07 SS16 Adriatica RN
22/07 SS727 Tang. Forlì FC
22/07 SP62 R Variante Cispadana RE
22/07 SP Noceto PR
23/07-26/07 SS9 via Emilia BO
23/07 SS16 Adriatica RA
23/07 SS67 Tosco Romagnola FC
24/07-25/07 SP62 R Variante Cispadana RE
24/07 SS12 Nuova Estense MO
24/07 SS9 via Emilia FC
24/07 SP Salsomaggiore Terme PR
25/07 SS16 Adriatica RA
25/07 SS3 Bis Tiberina FC
25/07 SP62 della Cisa PR
25/07 SC Complanare Luigi Einaudi MO
26/07-27/07 SS67 Tosco Romagnola FC
26/07 SS16 Adriatica RN
27/07-28/07 A21 Torino-Alessandria-Piacenza-Brescia PC
27/07 SS9 via Emilia MO
27/07 SP258 Marecchia RN
27/07 SP62 della Cisa PR
28/07 SS3 Bis Tiberina FC

TOSCANA

22/07-25/07 A1 Milano-Napoli AR
22/07-23/07 A1 Milano-Napoli FI
22/07 A12 Genova-Roma LU
22/07 A15 Parma-La Spezia MS
22/07 RA06 Bettolle-Perugia AR
23/07-25/07 A12 Genova-Roma LI
23/07-24/07 A11 Firenze-Pisa Nord PT
23/07 SP/SGC Firenze-Pisa-Livorno PI
23/07 SP/SGC Firenze-Pisa-Livorno LI
24/07 A12 Genova-Roma LU
24/07 RA03 Siena-Firenze SI
24/07 SS1 Aurelia LI
25/07-27/07 A1 Milano-Napoli FI
25/07-27/07 RA06 Bettolle-Perugia AR
25/07-26/07 A15 Parma-La Spezia MS
25/07 SP/SGC Firenze-Pisa-Livorno PI
26/07-27/07 A11 Firenze-Pisa Nord PT
26/07 SS1 Aurelia LI
26/07 SS223 di Paganico GR
27/07-28/07 A12 Genova-Roma LI
27/07 SS1 Aurelia MS
28/07 A12 Genova-Roma LU
28/07 A15 Parma-La Spezia MS
28/07 SS1 Aurelia LI

MARCHE

22/07-28/07 A14 Bologna-Taranto PU
22/07-28/07 A14 Bologna-Taranto FM
22/07-28/07 RA11 Ascoli-Porto d’Ascoli AP
22/07-28/07 SS16 Adriatica AN
22/07-28/07 SS16 Adriatica PU
22/07-28/07 SS3 Flaminia PU
22/07-28/07 SS73 Bis di Bocca Trabaria PU
22/07-28/07 SS76 della Valle d’Esino AN
22/07-28/07 SS77 della Val di Chienti MC
22/07-28/07 SP423 Urbinate PU

UMBRIA

24/07 SS3 Flaminia PG
25/07 SS SS3 Bis E45 km 22 Acquasparta PG
26/07 SS3 Bis E45 km 122 C. di Castello PG
28/07 RA Racc. A1 km 15 Loc. Cortona PG

LAZIO

25/07 SS1 Aurelia VT
27/07 A12 Genova-Roma RM
28/07 A90 Grande Raccordo Anulare RM

ABRUZZO

22/07-28/07 RA Raccordo Autostradale Chieti-Pescara CH
22/07-28/07 SS16 Adriatica CH
22/07-28/07 SS649 di Fondo Valle Alento CH
22/07-28/07 SS650 Fondo valle Trigno CH
22/07-28/07 SS652 di Fondo Valle Sangro CH
22/07-28/07 SS656 Val Pescara e Chieti CH
22/07-28/07 SS714 var. Francavilla al mare CH

MOLISE

22/07-28/07 SS647 Fondo Valle del Biferno CB
23/07 SS17 dell’Appennino Abruzzese ed Appullo IS
26/07 SS85 Venafrana IS

CAMPANIA

22/07-27/07 A1 Milano-Napoli CE
22/07-27/07 A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria NA
22/07-27/07 A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria SA
22/07-27/07 A16 Napoli-Canosa AV
22/07-27/07 A2 del Mediterraneo SA
22/07-27/07 A30 Napoli-Salerno SA
22/07-27/07 RA02 Salerno-Avellino AV
22/07-27/07 SS268 del Vesuvio NA
22/07-27/07 SS7 Appia CE
22/07-27/07 SS7 Appia Quater via Domitiana CE
22/07-26/07 A30 Napoli-Salerno CE
22/07 RA09 di Benevento BN
22/07 SP430 SA
23/07 SR562 Omingardina SA
24/07 RA09 di Benevento BN
24/07 SS517 Variante Bussentina SA
25/07 SS18 Tirrena Inferiore SA
26/07 SP430 SA
27/07 SS18 Tirrena Inferiore SA

BASILICATA

23/07 SS658 Potenza-Melfi PZ
24/07-27/07 SS407 Basentana PZ
24/07 SS598 di Fondo Valle d’Agri PZ
24/07 SS658 Potenza-Melfi PZ
25/07 RA05 Scalo Sicignano-Potenza PZ
26/07 SS658 Potenza-Melfi PZ
27/07 SS598 di Fondo Valle d’Agri PZ

PUGLIA

22/07-28/07 SS379 Egnazia e delle Terme di Torre Canne BR
22/07 SP367 Maglie-Galatina LE
23/07 SS106 Ginosa-Castellaneta Marina TA
24/07 SP367 Maglie-Galatina LE
25/07 SS16 Adriatica FG

CALABRIA

26/07 SS682 Jonio-Tirreno RC
27/07-28/07 SS106 Jonica RC

SICILIA

22/07-28/07 A19 Palermo-Catania PA
22/07-28/07 A20 Messina-Catania ME
22/07-28/07 A29 Palermo-Mazara del Vallo TP
22/07-28/07 A29 Palermo-Mazara del Vallo PA
22/07-28/07 SS113 Settentrionale Sicula ME
22/07-28/07 SS121 PA
22/07-28/07 SS189 AG
22/07 SS114 SR
22/07 SS117 Bis e 4 Turistica EN
23/07 A18 Messina-Palermo ME
23/07 SS284 CT
24/07 SS117 Bis e 4 Turistica EN
24/07 SS417 CT
25/07 A18 Messina-Palermo ME
25/07 SS114 SR
25/07 SS284 CT
26/07 SS115 RG
26/07 SS417 CT
27/07 A18 Messina-Palermo ME

SARDEGNA

22/07 SS389 di Buddusò e del Correboi NU
23/07-28/07 SS131 Dir. Centrale Nuorese NU
23/07-24/07 SS131 Dir. Centrale Nuorese SS
24/07 SS125 Orientale Sarda NU
24/07 SS729 Sassari-Olbia SS
25/07-26/07 SS131 Carlo Felice SS
25/07 SS125 Orientale Sarda CA
26/07-27/07 SS131 Dir. Centrale Nuorese SS
26/07 SS131 Carlo Felice NU
26/07 SS131 Carlo Felice CA
28/07 SS131 Carlo Felice CA
28/07 SS131 Carlo Felice OR

Autovelox fissi in autostrada: dove sono

PIEMONTE

T4 Traforo del Frejus interno galleria (dir. Francia Italia) Bardonecchia (TO)

VENETO

A4 Torino-Trieste km 423+850 (dir. Ovest) Noventa di Piave (VE)
A4 Torino-Trieste km 417+900 (dir. Ovest) Meolo (VE)
A4 Torino-Trieste km 406+950 (dir. Est) Quarto d’Altino (VE)
A4 Torino-Trieste km 417+350 (dir. Est) Meolo (VE)

TOSCANA

A1 Milano-Napoli km 305+500 (dir. Nord) Bagno a Ripoli (FI)
A1 Milano-Napoli km 362+500 (dir. Sud) Civitella in Val di Chiana (AR)
A11 Firenze-Pisa Nord km 35,500 (dir. Ovest) Serravalle Pistoiese (PT)
A12 Livorno-Rosignano km 200+500 (dir. Sud) Rosignano Marittimo (LI)
A15 Parma-La Spezia km 53+000 (dir. Nord) Berceto (PR)

MARCHE

A14 Bologna-Taranto km 154+060 (dir. Sud) Pesaro (PU)
A14 Bologna-Taranto km 254+340 (dir. Nord) Potenza Picena (MC)
A14 Bologna-Taranto km 290+540 (dir. Nord) Campofilone (FM)
RA11 Ascoli-Mare km 03+800 (dir. Est) Ascoli Piceno (AP)

UMBRIA

RA6 Raccordo Autostradale Bettolle-Perugia km 57+050 (dir. Est) Perugia (PG)

CAMPANIA

RA2 Avellino-Salerno km 17+015 (dir. Sud) Montoro (AV)

PUGLIA

A14 Bologna-Taranto km 683+397 (dir. Sud) Bitritto (BA)
A14 Bologna-Taranto km 689+715 (dir. Nord) Sannicandro di Bari (BA)

Autovelox fissi sulle strade statali: dove sono

LOMBARDIA

SS336 dell’Aeroporto di Malpensa km 08+550 (dir. Ovest) Cardano al Campo (VA)
SS336 dell’Aeroporto di Malpensa km 17+680 (dir. Est) Lonate Pozzolo (VA)
SS336 dell’Aeroporto di Malpensa km 32+700 (dir. Ovest) Inveruno (MI)
SS336 dell’Aeroporto di Malpensa km 33+700 (dir. Est) Meseno (MI)

FRIULI VENEZIA GIULIA

SR463 km 49+300 (dir. Sx) San Vito al Tagliamento (PN)
SR463 km 50+225 (dir. Dx) San Vito al Tagliamento (PN)
SR464 km 13+930 (dir. Sx) Spilimbergo (PN)
SR464 km 14+837 (dir. Dx) Spilimbergo (PN)
SR251 km 79+903 (dir. Sx) Claut (PN)
SR251 km 94+596 (dir. Dx) Erto e Casso (PN)

UMBRIA

SS3 bis (Itinerario E45) Terni-Ravenna (SS Tiberina Bis) km 72+500 (dir. Nord) Perugia
SS3 bis (itinerario E45) Terni-Ravenna (SS Tiberina Bis) km 73+500 (dir. Sud) Perugia
SS3 bis (itinerario E45) Terni-Ravenna (SS Tiberina Bis) km 39+750 (dir. Nord) Todi (PG)
SS3 bis (itinerario E45) Terni-Ravenna (SS Tiberina Bis) km 40+800 (dir. Sud) Todi (PG)
SS675 Viterbo-Terni (SS Umbro-Laziale) km 52+120 (dir. Sud) Narni (TR)

MARCHE

SS73 Fano Grosseto km 95+150 (dir. Est) Colli al Metauro (PU)
SS73 Fano Grosseto km 102+550 (dir. Ovest) Cartoceto (PU)
SS76 Della Val d’Esino km 64+000 (dir. Ovest) Jesi (AN)
SS77 Foligno-Civitanova Marche (SS della Valle del Chienti) km 88+600 (dir. Est) Corridonia (MC)
SS16 Venezia-Otranto (SS Adriatica) km 294+620 (dir. Nord) Ancona

PUGLIA

SS16 Venezia-Otranto (SS Adriatica) km 609+000 (dir. Nord) Chieuti (FG)

BASILICATA

SS658 Potenza-Melfi km 2+600 (dir. Nord) Potenza

CALABRIA

SS106 Reggio Calabria-Taranto (SS Jonica) km 240+900
Crotone

Tutor: dove sono

A1 Milano-Napoli

Direzione Nord

San Vittore-Cassino
Cassino-Pontecorvo
Colleferro-Valmontone
Allacciamento Racc. Roma Nord per A1-Ponzano Romano
Ponzano Romano-Magliano Sabina
Magliano Sabina-Orte
Firenzuola-Badia
Reggio Emilia-Campegine
Campegine-Parma

Direzione Sud

Modena Sud Dir Nord-Modena Nord Dir Nord
Badia-Firenzuola
Allacciamento A1 per Roma Sud-Colleferro
San Vittore-Caianello
Modena Sud Dir Sud-All A14 A1 N dir Sud

A4 Torino-Trieste

Direzione Ovest

Dalmine Dir Ovest-Capriate Dir Ovest
Capriate Dir Ovest-Cavenago Dir Ovest

A7 Milano-Genova

Direzione Nord

Busalla-Ronco Scrivia
Ronco Scrivia-Isola del Cantone

A8 Milano-Varese

Direzione Nord

Castellanza Dir Nord-Busto Arsizio Dir Nord

A10 Genova-Ventimiglia

Direzione Ovest

Celle Ligure-Albisola

Direzione Est

Albisola-Celle Ligure

A13 Bologna-Padova

Direzione Nord

Bologna Interporto-Altedo
Altedo-Ferrara Sud

Direzione Sud

Ferrara Nord-Ferrara Sud Dir Sud
Ferrara Sud Dir Sud-Altedo Dir Sud

A14 Bologna-Taranto

Direzione Nord

Forlì-Faenza
Faenza-All. Ravenna Sud
Bari Nord Dir Nord-Bitonto Dir Nord
Valle del Rubicone-Cesena

Direzione Sud

Faenza-Forlì
Castel San Pietro Dir Sud-Imola Dir Sud
Cesena-Valle del Rubicone
Valle del Rubicone-Rimini

A16 Napoli-Canosa

Direzione Ovest

Monteforte-Baiano

Direzione Est

Monteforte-Avellino Ovest

A26 Genova-Gravellona Toce

Direzione Nord

Masone-Broglio

Direzione Sud

Masone-Massimorisso

A30 Caserta-Salerno

Direzione Nord

Sarno-Palma Campania

Direzione Sud

Allacciamento A1 per A30-Nola
Sarno-Nocera Pagani

A5 Torino-Monte Bianco

Direzione Francia

Traforo Monte Bianco Sud-Traforo Monte Bianco Nord

Direzione Italia

Traforo Monte Bianco Nord-Traforo Monte Bianco Sud

A56 Tangenziale di Napoli

Direzione Ovest

Camaldoli Dir. Ovest-Vomero Dir. Ovest
Fuorigrotta Dir. Ovest-Agnano Dir. Ovest

Direzione Est

Agnano Dir. Est-Fuorigrotta Dir. Est
Arenella Dir. Est-Capodimonte Dir. Est

L’articolo Autovelox e Tutor: dove sono? (22-28 luglio 2019) proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Lamborghini Huracán Performante

title

La Lamborghini Huracán Performante – nata nel 2017 – è una supercar a trazione integrale dotata di un motore V10.

Lamborghini Huracán Performante: gli esterni

La Lamborghini Huracán Performante si differenzia dalle varianti “normali” per il look più cattivo e per l’innovativo sistema di aerodinamica attiva ALA.

title

Lamborghini Huracán Performante: gli interni

La Lamborghini Huracán Performante è una delle supercar meglio costruite in commercio: sedili in carbonio, interni in Forged Composites e rivestimenti in Alcantara.

title

Lamborghini Huracán Performante: il motore

Il motore della Lamborghini Huracán Performante è un V10 aspirato a benzina:

  • un 5.2 V10 aspirato a benzina da 640 CV

title

Lamborghini Huracán Performante: il prezzo

Motore a benzina

  • Lamborghini Huracán Performante 239.949 euro

L’articolo Lamborghini Huracán Performante proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Glossario della guida sportiva: la pressione delle gomme

title

Su strada, il corretto gonfaggio della gomma (dello pneumatico, se vogliamo fare i pignoli) è molto importante per la sicurezza. Uno pneumatico sgonfio comporta maggiore usura, maggiore consumo di carburante, un maggiore rischio di acquaplaning in caso di pioggia. Quest’ultimo caso si verifica perché una gomma, da sgonfia, ha più impronta a terra (si deforma, si adagia) e non permette all’acqua di scorrere bene, facendo l’effetto di un gommoncino che solca il lago.

Ma veniamo alle gomme da corsa, o meglio, alla pressione delle gomme. La gomma da corsa (quasi sempre slick, salvo in rari casi) è molto diversa da quella stradale. Cambiano la mescola, la carcassa, la struttura: tutto è votato al massimo della prestazione.

Si tratta di pneumatici lisci, il che li rende impareggiabili su asfalto asciutto, ma pericolosissimi sul bagnato, in quanto privi di scalanature (o intagli) per far scolare l’acqua.

title

Temperature

Gli pneumatici da corsa vanno anche scaldati a dovere prime di poter spingere l’auto al limite. Da freddi sono come di ghiaccio, e lavorano bene solo a temperature alte, in una finestra piuttosto piccola.

Il modo migliore per scaldarli è frenando, scaldano bene i dischi, che a loro volta scaldano il cerchio, e l’interno del pneumatico di conseguenza.

La pressione aumenta perché l’aria al suo interno si scalda e si espande. Zigzagare per scaldare la gomma spesso fa più danni che altro, in quanto si rischia solo di rovinare la carcassa.
La pressioni vanno dai 2.4 / 3.15 bar, e la differenza tra quelle anteriori e posteriori cambiano a seconda della razione/posizione del motore.

title

La gomma nuova

Quando si monta una gomma nuova, si ha un tempo limitato per sfruttare il vantaggio prestazionale. In qualifica si traduce in 2/3 giri lanciati al massimo dove la gomma è fresca e al massimo del suo rendimento, dopodiché la sua prestazione cala e si stabilizza per parecchi giri (o chilometri, se preferite) finché poi non si degrada del tutto.

Il pilota esperto è libero di modificarle in funzione delle sue preferenze e di come “sente la machina”. La pressione dev’essere modificata di “blocchi” di 0.15 bar, per essere precisi, e si può giocare con le differenze di pressione in modo da aumentare il sottosterzo o il sovrasterzo dell’auto.


L’articolo Glossario della guida sportiva: la pressione delle gomme proviene da Icon Wheels.

Fonte

Porsche 911 VS McLare 540C: Icon Wheels FACEOFF

title

Sono due auto molto diverse, la 911 e la 540C. La Porsche 911 non ha bisogno di molte presentazioni: è la sportiva più completa e sfruttabile che c’è sul mercato, un classico intramontabile che si migliora e ri-migliora ogni volta. La McLaren 540C, invece, è una neonata. È la meno potente e più economica della gamma, ed aspira ad essere una sportiva – più o meno – versatile.

L’ultima generazione di 911, la 992, è cresciuta nelle dimensioni ed è diventata ancora più comoda e sfruttabile, e, naturalmente, ancora più veloce. La 540C è più supercar – nelle forme e nell’architettura – ma è stata ammorbidita e resa più docile, almeno rispetto alla sorella 570S.
Vediamo il confronto sulla carta tra queste due magnifiche auto.

title

Dimensioni

La Porsche 911 e la McLaren 540C sono praticamente lunghe uguali (452 e 453 cm), ma con 185 cm di larghezza e 130 cm di altezza, la Porsche è più stretta e comoda, soprattutto nella seduta e nel traffico. La McLaren infatti paga pegno per i suoi 201 cm di larghezza e 120 cm d’altezza, per via della sua forma da supercar.

Il passo della McLaren però è parecchio più lungo, 267 cm contro i soli 235 cm della Porsche (quindi risulta più stabile). L’inglese è anche più leggera di quasi 300 kg tondi: 1360 kg contro i 1660 della 911, non pochi.

title

Potenza

Due cuori diversi: un sei cilindri flat six montato dietro l’asse posteriore per la Porsche, un V8 montato centralmente per la McLaren. Quello della 540C, nel dettaglio, è un 3,8 litri biturbo che eroga 540 CV a 7.500 giri e 540 Nm a 3.500 giri.

Il sei cilindri della Porsche, invece, è un 3,0 litri che eroga 450 CV a 6500 giri e 530 Nm di coppia a 2.300 giri. La McLaren è più potente, ma la Porsche ha sia potenza che coppia ad un regime molto più basso.

Per quanto riguarda la trasmissione, Porsche monta un cambio doppia frizione a 8 rapporti, mentre la McLaren sempre doppia frizione ma a 7.

title

Prestazioni

Veniamo alle prestazioni. La McLaren, più leggera e potente, vince sullo 0-100 km/h e sulla velocità massima, ma la tedesca si difende davvero bene.
3,5 secondi e 320 km/h per la 540C, 3,9 secondi e 308 km/h per la 911.

La McLaren, va detto, costa anche 30.000 euro in più (130.000 contro 167.000), ma entrambe sono costruite per essere sfruttabili e guidabili anche nell’utilizzo quotidiano.
I consumi? A vantaggio della la tedesca: 9.1 l/100 km contro i 10,7. Non male, considerando le potenze in gioco.

L’articolo Porsche 911 VS McLare 540C: Icon Wheels FACEOFF proviene da Icon Wheels.

Fonte

Uomo sulla Luna: il contributo di Ford

title

Non tutti sanno che 50 anni fa Ford contribuì in modo determinante alla missione Apollo 11, quella che il 20 luglio 1969 permise a Neil Armstrong e a Buzz Aldrin di mettere piede sulla Luna.

Scopriamo insieme la storia di quando l’azienda dell’Ovale Blu collaborò insieme alla NASA per una delle imprese più grandiose di tutti i tempi.

Uomo sulla Luna: il contributo Ford

La storia del rapporto tra la Ford e la NASA per portare l’uomo sulla Luna nasce nel 1963 quando la Philco-Ford (società nata tre anni prima in seguito all’acquisto della Philco – azienda leader nel settore delle batterie, delle radio e delle televisioni già attiva in campo aerospaziale dopo aver inventato nel 1953 il primo transistor ad alta frequenza, fondamentale per lo sviluppo di computer ad alta velocità – da parte della Casa di Detroit) ottiene il contratto di fornitore principale per implementare il Mission Control Center presso il Manned Space Center di Houston.

I compiti di Philco-Ford – così fu ribattezzata la divisione Aeronutronic della Philco dopo l’acquisizione da parte del marchio dell’Ovale Blu – sono molteplici: progettazione di sistemi hardware e software, produzione, installazione, avviamento e test del Mission Control Center inclusi i collegamenti dati e di controllo tra la NASA e i siti di localizzazione remota.

Il Mission Control Center viene completato giusto in tempo per monitorare la missione Gemini 3 nel marzo 1965. Un complesso in grado di gestire simultaneamente più di 1.500 diversi parametri di telemetria (dalla salute dell’astronauta ai risultati dei test sui dati di volo) che ospita il più grande gruppo di apparecchiature di commutazione televisiva al mondo, quasi 100.000 chilometri di cavi e cinque computer mainframe IBM 360/75 per monitorare i parametri di volo durante la missione.

Lo sbarco sulla Luna e le altre missioni

Philco-Ford segue la missione Apollo 8 (la prima con esseri umani a orbitare attorno alla Luna e a tornare sulla Terra): gli astronauti riescono ad effettuare diverse trasmissioni dallo spazio, compreso un messaggio di auguri per la vigilia di Natale del 1968.

Durante la missione Apollo 11 Philco-Ford realizza, tra le altre cose, il sistema di trasmissione che permette alla voce di Neil Armstrong di essere ascoltata a Houston e nel resto del mondo.

Dopo lo sbarco sulla Luna Philco-Ford (ribattezzata nel 1976 Ford Aerospace and Communications Corporation) continua a lavorare con le missioni SkyLab, Apollo-Soyuz e Space Shuttle e a fornire servizi di comunicazione satellitare. Un colosso del settore: nei primi anni ’80 più della metà dei satelliti per le comunicazioni in orbita è costruito da Ford.

Nel 1990 l’avventura aerospaziale di Ford termina dopo la cessione della sezione Aerospace alla Loral.

L’articolo Uomo sulla Luna: il contributo di Ford proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Chevrolet Corvette C8 Stingray: rivoluzione sportiva

title

La Chevrolet Corvette C8 Stingray segna una rivoluzione per la sportiva statunitense: l’ottava generazione della supercar “yankee” ha infatti abbandonato dopo 66 anni la tradizionale configurazione a motore anteriore per adottare un propulsore montato in posizione centrale.

Una scelta che ha permesso alla coupé americana (anche se sarebbe meglio chiamarla targa visto che possiede un tettuccio removibile) di avere un comportamento stradale ancora più coinvolgente. La distribuzione dei pesi? Sempre 50:50.

Chevrolet Corvette C8 Stingray: il motore

Il motore della Chevrolet Corvette C8 Stingray è un 6.2 V8 aspirato a benzina abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a 8 rapporti. La variante dotata del pacchetto Performance Z51 (sospensioni sportive, dischi freni più grandi, scarico sportivo, pneumatici Michelin Pilot Sport 4S – 245/35 ZR19 all’anteriore e 305/30 ZR20 al posteriore – e la possibilità di acquistare le sospensioni magnetiche) genera una potenza di 502 CV, una coppia di 637 Nm e può accelerare da 0 a 60 miglia orarie, quasi 97 km/h, in meno di tre secondi.

title

Chevrolet Corvette C8 Stingray: le dimensioni

La Chevrolet Corvette C8 Stingray è lunga 4,63 metri, larga 1,93 metri e alta 1,23 metri.

title

Chevrolet Corvette C8 Stingray: gli interni

La configurazione a motore centrale della nuova Chevrolet Corvette C8 Stingray ha rivoluzionato anche la struttura interna della supercar statunitense: due bagagliai (uno davanti e uno dietro) con un volume totale di 357 litri e un abitacolo avanzato di 42 cm rispetto alla serie precedente.

Il pilota è “avvolto” dalla plancia e comanda lo sterzo con un volante piuttosto piccolo che permette di vedere meglio il cruscotto. Tre le tipologie di sedili tra cui scegliere: GT1, GT2 (look ispirato alle corse ed elementi in fibra di carbonio e pelle Nappa) e Competition Sport (per chi frequenta spesso i circuiti).

title

Chevrolet Corvette C8 Stingray: la tecnologia

Per quanto riguarda gli accessori più importanti presenti a bordo della Chevrolet Corvette C8 Stingray segnaliamo il sistema di infotainment rinnovato, la ricarica wireless per smartphone, il volante riscaldato e l’impianto audio Bose con 10 o 14 altoparlanti.

L’articolo Chevrolet Corvette C8 Stingray: rivoluzione sportiva proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Jeep Grand Cherokee

title

La quarta generazione della Jeep Grand Cherokee – nata nel 2010 e sottoposta a un restyling nel 2016 – è una grande SUV premium statunitense a trazione integrale.

Jeep Grand Cherokee: gli esterni

Il design maestoso della Jeep Grand Cherokee nasconde bene i nove anni di età: il frontale massiccio con l’iconica griglia a sette feritoie è l’elemento più riuscito.

title

Jeep Grand Cherokee: gli interni

Il restyling ha portato qualche modifica all’abitacolo della quarta generazione della Jeep Grand Cherokee: una nuova fascia con sistema Uconnect Nav radio da 8,4”, cornici e inserti rinnovati.

title

Jeep Grand Cherokee: i motori

La gamma motori della Jeep Grand Cherokee è composta da quattro unità:

  • un 6.4 V8 HEMI a benzina da 468 CV
  • un 6.2 V8 HEMI a benzina con compressore volumetrico da 710 CV
  • un 3.0 V6 turbodiesel CRD da 190 CV
  • un 3.0 V6 turbodiesel CRD da 250 CV

title

Jeep Grand Cherokee: gli allestimenti

Gli allestimenti della Jeep Grand Cherokee sono otto: Laredo, Limited, Trailhawk, Overland, S, Summit, SRT e Trackhawk.

Jeep Grand Cherokee Laredo

La dotazione di serie della Jeep Grand Cherokee Laredo comprende: airbag frontali multistadio next generation, airbag laterali a tendina, airbag laterali anteriori, airbag per le ginocchia del guidatore, antifurto Immobilizer Sentry Key e antifurto perimetrale, fendinebbia a LED, Hill Start Assist, poggiatesta anteriori attivi, TPMS (monitoraggio pressione pneumatici), Blind Spot Monitoring & Cross Path Detection, fari anteriori bi-xeno HiD con luci diurne a LED e lavafari, retrovisore interno elettrocromatico, rifornimento carburante senza tappo, climatizzatore automatico bi-zona, sistema di ausilio al parcheggio anteriore e posteriore Parksense (con funzione stop sui sensori posteriori), tergicristalli con sensore pioggia, cruise control, keyless enter-n-go, sistema Start&Stop (ESS), differenziale anteriore e posteriore BTCS (Brake Traction Control System), sistema di gestione della trazione Selec-Terrain, sistema di trazione integrale Quadra Trac II, doppio terminale di scarico cromato, retrovisori esterni autoanabbaglianti riscaldabili, regolabili e ripiegabili elettricamente, Shark fin antenna in tinta carrozzeria, spoiler posteriore in tinta carrozzeria, retrovisore interno elettrocromatico, sedili rivestiti in tessuto, sedili anteriori regolabili elettricamente in 8 posizioni per conducente e 6 posizioni per passeggero, volante in pelle a tre razze con comandi e paddle shift per cambio marcia integrati, lettore CD singolo, quadro strumenti multifunzione con display 7” (completamente configurabile dal guidatore), sistema Uconnect 7” Smartouch System con radio DAB, porta USB, lettore SD Card, ingresso Aux, compatibilità Apple CarPlay e Android Auto, sistema vivavoce Bluetooth UConnect Phone, computer di bordo EVIC (Electronic Vehicle Information Center), 6 altoparlanti, cerchi in lega a 5 doppie razze da 18” e ruota di scorta full size.

Jeep Grand Cherokee Limited

La Jeep Grand Cherokee Limited costa 9.000 euro più della Laredo e aggiunge: pacchetto Memory (sedile del guidatore, impostazioni radio e retrovisori esterni), portellone posteriore ad apertura e chiusura elettrica, rete fermabagagli, telecamera posteriore con visualizzazione dinamica, funzione smartbeam per anabbaglianti, 9 altoparlanti con subwoofer e amplificatore da 506 W, sistema Uconnect 8,4” Smartouch System con radio DAB, porta USB, lettore SD Card e Aux, navigatore satellitare Smartouch, cristalli posteriori e lunotto posteriore oscurati, maniglie cromate, retrovisori esterni con luci di cortesia, sedili rivestiti in pelle, sedili anteriori riscaldabili, sedili anteriori regolabili elettricamente in 8 posizioni per conducente e passeggero, volante riscaldato, 60 CV di potenza aggiuntiva e Active Noise Cancellation.

Jeep Grand Cherokee Trailhawk

La Jeep Grand Cherokee Trailhawk costa 4.300 euro più della Trailhawk a parità di motore e aggiunge: differenziale posteriore elettrico a slittamento limitato ELSD, sistema di trazione integrale Quadra Drive II, sospensioni pneumatiche Quadra Lift, antifurto Immobilizer Sentry Key e antifurto volumetrico, sedili anteriori ventilati e sedili posteriori riscaldabili.

In esclusiva sulla Trailhawk troviamo inoltre: cerchi in lega da 18” Trailhawk con pneumatici rinforzati, sedili sportivi rivestiti in pelle con inserti scamosciati, impunture rosse e logo Trailhawk, adesivo nero antiriflesso sul cofano, badge Trailhawk, barre al tetto Neutral Grey, maniglie in tinta carrozzeria, protezioni sottoscocca, specchietti retrovisori esterni Neutral Grey e inserti Neutral Grey nella griglia frontale e nel paraurti.

Jeep Grand Cherokee Overland

La Jeep Grand Cherokee Overland costa 4.000 euro più della Trailhawk a parità di motore e aggiunge: Advanced Technology Group (Brake Assist, Full Speed Forward Collision Warning Plus, Adaptive Cruise Control con funzione Stop, Rear Cross Path Detection, Lane Departure Warning Plus, Smart Parking Assist perpendicolare e parallelo, cerchi in lega a 5 razze da 20” Technical Grey, tetto panoramico Commandview apribile elettricamente, maniglie cromate, parte superiore della plancia rivestita in pelle con cuciture a vista, sedili rivestiti in pelle Nappa e volante in pelle a tre razze con inserti in legno.

Jeep Grand Cherokee S

La Jeep Grand Cherokee S costa 500 euro più della Overland a parità di motore, non ha le sospensioni pneumatiche Quadra Lift e offre in esclusiva: cerchi in lega Granite Crystal da 20”, interni con inserti Gun Metal e legno nero, pedaliera sportiva lucida e inserti in alluminio, sedili rivestiti in pelle Nappa con inserto scamosciato, cornici scure per DLO, fari anteriori e posteriori, inserti carrozzeria e finiture Granite Crystal, paraurti frontale Summit, terminale di scarico sdoppiato Black Chrome, volante rivestito in pelle, maniglie in tinta carrozzeria e cofano motore con doppi estrattori d’aria.

Jeep Grand Cherokee Summit

La Jeep Grand Cherokee Summit costa 4.000 euro più della Overland a parità di motore e aggiunge: cerchi in lega da 20” con design Summit Gloss, sistema audio Harman Kardon con 19 altoparlanti e amplificatore da 825W, fari bi-xeno adattativi, paraurti e griglia cromata Summit, maniglie cromate, battitacco illuminato, sedili rivestiti in pelle Natura Plus, rivestimenti in simil camoscio su cielo vettura e montanti anteriori e Interior Metal Package.

Jeep Grand Cherokee SRT

La dotazione della Jeep Grand Cherokee SRT (priva di barre al tetto) comprende: cofano motore con doppi estrattori d’aria, fascione frontale inferiore in tinta con inserto nero lucido, griglia anteriore Gloss Black, fendinebbia a LED, volante sportivo in pelle traforata a tre razze con comandi e paddle shift per cambi marcia integrati, Metal Interior Package, cerchi in lega da 20” Black Satin, airbag frontali multistadio next generation, airbag laterali a tendina, airbag laterali anteriori, airbag per le ginocchia del guidatore, Hill Start Assist, poggiatesta anteriori attivi, TPMS (monitoraggio pressione pneumatici), antifurto Immobilizer Sentry Key e antifurto volumetrico, Advanced Technology Group, Brake Assist, Full Speed Forward Collision Warning Plus, Adaptive Cruise Control con funzione Stop, Blind Spot Monitoring, Rear Cross Path Detection, Lane Departure Warning Plus, Smart Parking Assist perpendicolare e parallelo, fari anteriori bi-xeno HiD con luci diurne a LED e lavafari, retrovisore interno elettrocromatico, rifornimento carburante senza tappo, climatizzatore automatico bi-zona, pacchetto Memory (sedile del guidatore, impostazioni radio e retrovisori esterni), portellone posteriore ad apertura e chiusura elettrica, rete fermabagagli, sistema di ausilio al parcheggio anteriore e posteriore Parksense (con funzione stop sui sensori posteriori), telecamera posteriore con visualizzazione dinamica, funzione Smartbeam per anabbaglianti, sedili anteriori ventilati, sistema Start&Stop (ESS), differenziale anteriore e posteriore BTCS (Brake Traction Control System), sistema di gestione della trazione Selec-Track, sistema di trazione integrale Quadra Active on Demand, Active Noise Cancellation, Launch Control, sospensioni Active Damping, impianto frenante high-performance Brembo, doppio terminale di scarico cromato, retrovisori esterni autoanabbaglianti e riscaldabili, regolabili e ripiegabili elettricamente, Shark fin antenna in tinta carrozzeria, spoiler posteriore in tinta carrozzeria, cristalli posteriori e lunotto posteriore oscurati, maniglie in tinta carrozzeria, tetto panoramico Commandview apribile elettricamente, retrovisore interno elettrocromatico, sedili anteriori e posteriori riscaldabili, sedili anteriori regolabili elettricamente in 8 posizioni per conducente e passeggero, volante in pelle a tre razze con comandi, paddle shift e con corona riscaldabile, inserti interni in fibra di carbonio, sedili in pelle nera traforata con inserti scamosciati, sedili ventilati, lettore CD singolo, sistema audio Harman Kardon con 19 altoparlanti e amplificatore da 825W, porta USB, lettore SD Card, ingresso Aux, compatibilità Apple CarPlay e Android Auto, sistema vivavoce Bluetooth Uconnect Phone, computer di bordo EVIC (Electronic Vehicle Information Center), sistema Uconnect 8,4” Smartouch System con radio DAB, porta USB, lettore SD Card, Performance Pages, navigatore satellitare Smartouch, ruota di scorta di dimensioni ridotte e pneumatici Pirelli Runflat 295/45 ZR20.

Jeep Grand Cherokee Trackhawk

La Jeep Grand Cherokee Trackhawk – priva di barre al tetto – offre in esclusiva: volante in pelle a tre razze con comandi, paddle shift e corona riscaldabile, logo Trackhawk integrato nel volante, Entertainment Group con schermi ai sedili posteriori e lettore DVD/Blu-ray, 710 CV, 0-100 km/h in 3,7 s, 289 km/h di velocità massima, cerchi in lega da 20” con dettagli Gloss, impianto frenante maggiorato Brembo High Performance, sospensioni Bilstein a smorzamento adattivo, Hill Descent Control, retrovisori esterni con luci di cortesia e quadruplo terminale di scarico.

title

Jeep Grand Cherokee: gli optional

La dotazione di serie della Jeep Grand Cherokee andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.150 euro). Sulla Laredo aggiungeremmo il navigatore (1.700 euro) mentre sulla Limited e sulla Trailhawk ci vorrebbe il pacchetto Advanced Safety Technology Group (1.500 euro: Advanced Brake Assist, tergicristalli con sensori pioggia, Lane Departure Warning Plus, Full Speed Forward Collision Warning Plus, Adaptive Cruise Control con funzione Stop e Smart Parking Assist).

title

Jeep Grand Cherokee: i prezzi

Motori a benzina

  • Jeep Grand Cherokee SRT 93.000 euro
  • Jeep Grand Cherokee Trackhawk 128.000 euro

Motori diesel

  • Jeep Grand Cherokee Laredo 58.500 euro
  • Jeep Grand Cherokee Limited 67.500 euro
  • Jeep Grand Cherokee Trailhawk 71.800 euro
  • Jeep Grand Cherokee Overland 75.800 euro
  • Jeep Grand Cherokee S 76.300 euro
  • Jeep Grand Cherokee Summit 79.800 euro

L’articolo Jeep Grand Cherokee proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Mercedes classe E: guida all’acquisto

title

La quinta generazione della Mercedes classe E – nata nel 2016 – è un’elegante “segmento E” disponibile a trazione posteriore o integrale.

In queste due guide all’acquisto della Mercedes classe E – una relativa alla berlina a quattro porte, l’altra alla station wagon (analizzeremo in un secondo momento le sportive Coupé e Cabrio) – vi mostreremo tutte le versioni presenti in listino dell’ammiraglia tedesca: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Mercedes classe E: guida all’acquisto

La Mercedes classe E è una “berlinona” non troppo ingombrante – 4,92 metri di lunghezza – caratterizzata da un bagagliaio molto capiente e da un abitacolo che potrebbe offrire più spazio alle spalle e alle gambe dei passeggeri posteriori.

Le finiture presentano qualche imprecisione nelle zone più nascoste (niente di preoccupante comunque, sia chiaro) mentre il cambio automatico è uno dei migliori della categoria.

title

Gli allestimenti della Mercedes classe E

Gli allestimenti della Mercedes classe E sono nove: Executive, Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, Premium Plus, 53 AMG, 63 AMG e 63 AMG S.

Mercedes classe E Executive

La Mercedes classe E Executive – economica ma con una dotazione di serie povera – offre: Live Traffic Information (permette di ricevere informazioni sulla viabilità stradale in tempo reale adottando l’itinerario del navigatore di conseguenza: validità tre anni previo attivazione utenza me Connect, rinnovo a pagamento sul sito me connect nella sezione online shop), climatizzatore automatico Thermatic con temperatura regolabile separatamente per lato, filtro antipolline/antipolvere e dispositivo di sfruttamento del calore residuo, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, PRE-SAFE, chiamata di emergenza Mercedes-Benz (sistema di chiamata di emergenza automatica in caso di incidente, non necessita di telefono cellulare), Collision Prevention Assist Plus (avvisa il guidatore con un segnale ottico e acustico quando la distanza tra la vettura e il veicolo che la precede o l’ostacolo fermo è inferiore al limite di sicurezza; in caso di rischio impatto effettua una frenata parziale automatica), kneebag per il guidatore, luci stop adattive (in caso di frenata di emergenza lampeggiano automaticamente), luci soffuse “ambient” con 3 zone cromatiche (ai 64 colori aggiunge la presenza di tre zone cromaticamente indipendenti), predisposizione per sistemi di trasporto sul tetto, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, pacchetto standard, DAB (digital audio broadcast), cambio automatico a 9 rapporti 9G-Tronic Plus con regolatore di velocità e limitatore di velocità inclusi (comandi al volante per uso sequenziale), DYNAMIC SELECT (permette di selezionare 5 setup per la dinamica di marcia agendo su motore, sterzo, cambio automatico e sospensioni pneumatiche se presenti), sospensioni DIRECT CONTROL Comfort (con sistema di ammortizzazione selettiva (solo per Exclusive o versioni Sport/Business Sport con Design esterni Exclusive), impostazione vettura (stato della vettura da remoto, verifica online il chilometraggio, la pressione degli pneumatici, il livello del serbatoio e altri dati, apertura/chiusura porte da remoto, programmazione riscaldamento ausiliario se installato mediante smartphone o PC e funzione Send-to-Car), serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, cerchi in lega da 16” a 10 razze con pneumatici 205/65, tessuto tecnico nero, faro alogeno con luci diurne a LED integrate, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in vernice cangiante color argento e Audio 20 (sistema multimediale con display centrale multimediale da 8,4” o 12,3” a seconda delle versioni, pulsanti touch control al volante e sistema di comando vocale Voicetronic, impianto vivavoce Bluetooth, interfaccia SD, due porte USB, interfaccia Bluetooth e comunicazione Car-to-X).

Mercedes classe E Sport

La Mercedes classe E Sport (ancora un po’ povera di accessori) costa 2.932 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, Audio 20, Comfort Pack, esterni ed interni Avantgarde.

Mercedes classe E Business Sport

La Mercedes classe E Business Sport – ricca ma cara – costa 6.758 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, Audio 20, Comfort pack, esterni ed interni Avantgarde.

Mercedes classe E Exclusive

La Mercedes classe E Exclusive – completa ma cara – costa 8.222 euro più della Executive a parità di motore e offre: Audio 20, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort (solo per Exclusive o versioni Sport/Business Sport con Design esterni Exclusive), orologio analogico nella consolle centrale, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, Comfort pack, esterni ed interni Exclusive e Advantage pack.

Mercedes classe E Premium

La Mercedes classe E Premium, ricca ma con un prezzo alto, costa 12.091 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, volante sportivo AMG mutlifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Comfort pack, esterni AMG Line e interni Avantgarde e Premium pack.

Mercedes classe E Premium Plus

La Mercedes classe E Premium Plus – ricca e costosa (la versione che ci sentiamo di consigliare) – costa 15.161 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, consolle centrale in look nero Pianoforte, volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Comfort Pack, esterni AMG Line ed interni Avantgarde e Premium Plus pack.

Mercedes classe E 53 AMG

La Mercedes classe E 53 AMG offre: cinture di sicurezza rosse, AMG RIDE CONTROL (sospensioni pneumatiche con regolazione continua dello smorzamento), AMG DYNAMIC SELECT (per la selezione dei programma di marcia specifici AMG Comfort, Sport, Sport+, RACE – solo per la S – e Individual), spoilerino AMG in tinta con la vettura, cambio automatico 9G-Tronic Plus, orologio analogico nella consolle centrale, cerchi in lega da 19” AMG a 5 doppie razze verniciati in nero lucidato a specchio e torniti con finutura a specchio (pneumatici ant. 245/40 ZR19, post. 275/35 ZR19), pelle sintetica Artico/microfibra Dinamica nera/plancia nera/cielo nero e cuciture in contrasto rosse, consolle centrale in look nero pianoforte, volante Performance AMG in pelle Nappa nera, volante sportivo AMG multifunzione in pelle nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Premium pack, Comfort pack, esterni ed interni AMG Line.

Mercedes classe E 63 AMG

La Mercedes classe E 63 AMG è una versione consigliata a chi vuole il massimo dall’ammiraglia della Stella e offre: AMG RIDE CONTROL, pinze freno anodizzate color argento, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG meccanico, orologio analogico nella consolle centrale, Comfort pack Plus, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG (sedili sportivi con grafica specifica AMG e sostegno laterale ottimizzato per un maggiore piacere di guida, volante Performance AMG a tre razze, strumentazione AMG con menu principale AMG, incluso Racetimer e display start-up AMG, inserti in alluminio), Premium pack, Comfort pack, rivestimenti AMG in pelle Nappa nera, cerchi AMG da 19” a 10 razze verniciati in grigio titanio e torniti con finitura a specchio (ant. 265/40 R19, post. 295/35 R19), cambio a 9 marce SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento e volante Performance AMG in pelle Nappa nera.

Mercedes classe E 63 AMG S

La Mercedes classe E 63 AMG S – ricca e costosa – offre: Comfort pack Plus, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, Comfort pack, AMG RIDE CONTROL, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG a gestione elettronica, supporto del motore attivo dinamico, pinze freno rosse con scritta AMG, AMG Driver’s Package (innalza la velocità massima della vettura a 300 km/h), AMG Track Pace, orologio analogico nella consolle centrale, antifurto con anti sollevamento e rilevatore interno, volante Performance AMG in pelle. Nappa nera/microfibra Dinamica, tasti sul volante AMG, pelle Nappa Exclusive Nera AMG, cambio SPEEDSHIFT MCT AMG e comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento.

title

Mercedes classe E: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Mercedes classe E. La gamma motori dell’ammiraglia di Stoccarda è composta da dodici unità sovralimentate:

  • un 2.0 turbo benzina da 184 CV
  • un 3.0 V6 biturbo benzina da 367 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV
  • un 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV
  • un 3.0 sei cilindri in linea mild hybrid turbo benzina da 457 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbo benzina da 320 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbodiesel da 306 CV
  • un 1.6 turbodiesel da 160 CV
  • un 2.0 turbodiesel da 194 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 286 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 340 CV

Mercedes E 200 (da 53.682 euro)

La Mercedes E 200 (prezzi fino a 65.911 euro) monta un motore silenzioso, scattante (7,7 secondi sullo “0-100”) e ricco di coppia (300 Nm). Un’unità caratterizzata da un’erogazione ottima – pronta in basso e con un buon allungo – che potrebbe consumare meno (15,4 km/l dichiarati). Un’ammiraglia poco agile nelle curve che punta più sul comfort che sul piacere di guida.

Mercedes E 450 (da 66.238 euro)

La Mercedes E 450 (prezzi fino a 78.406 euro) – poco coinvolgente nel misto stretto – ospita sotto il cofano un propulsore V6 potente – 367 CV – e ricco di coppia (500 Nm) che non brilla alle voci “sound”, “prestazioni” (“0-100” in 5,2 secondi) e “consumi” (11,9 km/l dichiarati).

Mercedes E 63 AMG (122.721 euro)

La Mercedes E 63 AMG è, secondo noi, la versione più riuscita dell’ammiraglia della Stella: ospita sotto il cofano un propulsore contraddistinto da una cilindrata relativamente contenuta (4.0) e da un’erogazione ottima agli alti regimi e migliorabile in basso.

Mercedes E 63 AMG S (130.956 euro)

La Mercedes E 63 AMG S monta un propulsore ricco di cavalli (612) e di coppia (850 Nm) contraddistinto da una cilindrata contenuta e da consumi non eccessivi. Meno agile delle concorrenti nel misto stretto, offre una spinta poco corposa ai bassi regimi ma migliora in allungo.

Mercedes E 350 EQ-Boost (da 65.882 euro)

La Mercedes E 350 EQ-Boost (prezzi fino a 78.050 euro) monta un motore 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV e 400 Nm di coppia.

Mercedes E 53 AMG (93.500 euro)

La Mercedes E 53 AMG è la variante mild hybrid più cattiva dell’ammiraglia della Stella: il motore è un 3.0 sei cilindri in linea turbo benzina da 457 CV e 520 Nm di coppia.

Mercedes E 300 e (da 63.351 euro)

La Mercedes E 300 e (prezzi fino a 75.519 euro) è la variante ibrida plug-in – ossia ricaricabile attraverso una presa di corrente – benzina della berlinona della Stella e monta un motore 2.0 turbo da 320 CV e 700 Nm di coppia.

Mercedes E 300 de (da 66.083 euro)

La Mercedes E 300 de (prezzi fino a 77.763 euro) è la variante ibrida plug-in diesel dell’ammiraglia di Stoccarda. Il motore è un 2.0 turbodiesel da 306 CV e 700 Nm di coppia.

Mercedes E 200 d (da 49.405 euro)

La Mercedes E 200 d (prezzi fino a 64.566 euro) ospita sotto il cofano un propulsore dalla cilindrata contenuta (1.6) ricco di pregi: elastico, vivace (8,4 secondi) e poco assetato di gasolio (23,8 km/l).

Mercedes E 220 d (da 55.788 euro)

La Mercedes E 220 d (prezzi fino a 70.158 euro) – poco divertente da guidare nelle curve – monta un motore silenzioso, pronto ai bassi regimi, ricco di cavalli (194 CV) e brioso.

Mercedes E 350 d (da 61.711 euro)

La Mercedes E 350 d (prezzi fino a 73.391 euro) è, secondo noi, la variante più equilibrata della classe E: più comoda che divertente, monta un propulsore caratterizzato da una cilindrata contenuta (2.9) elastico ma povero di coppia (600 Nm) e non molto brioso (5,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari).

Mercedes E 400 d (da 69.800 euro)

La Mercedes E 400 d (prezzi fino a 82.480 euro) ospita sotto il cofano un motore elastico e relativamente poco assetato di gasolio.

title

Mercedes classe E: gli optional

La dotazione di serie della Mercedes classe E andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.075 euro). Sulla Executive aggiungeremmo i fari a LED (1.055 euro) e il tetto panoramico (2.159 euro).

Questo accessorio andrebbe acquistato anche sulle varianti Sport, Business Sport, Exclusive, Premium63 AMG63 AMG S insieme al Pacchetto assistenza alla guida (2.318 euro: regolazione automatica della distanza e frenata automatica fino all’arresto, Active Brake Assist with Cross-Traffic Function, assistenza allo sterzo nelle manovre di scarto, Active Lane Keep Assist, Active Blind Spot Assist e avviso e protezione in caso di rischio tamponamento). Il pacchetto sicurezza starebbe bene anche sulle versioni Premium Plus e 53 AMG insieme agli interni in pelle (2.684 euro).

Mercedes classe E S.W.: guida all’acquisto

La Mercedes classe E S.W. – variante station wagon della “segmento E” teutonica – è una familiare meno ingombrante delle rivali ma in grado di offrire un bagagliaio immenso (640 litri che diventano 1.820 quando si abbattono i sedili posteriori). Il cambio automatico è eccellente: il migliore del segmento.

L’abitacolo – che presenta qualche lieve imprecisione negli assemblaggi delle zone più nascoste (niente di preoccupante però, sia chiaro) – non è molto spazioso nella zona delle spalle e della testa.

title

Gli allestimenti della Mercedes classe E S.W.

Gli allestimenti della Mercedes classe E S.W. sono tredici: Executive, Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, Premium Plus, 53 AMG, 63 AMG, 63 AMG S, All-Terrain Sport, All-Terrain Business Sport, All-Terrain Premium e All-Terrain Premium Plus.

Mercedes classe E S.W. Executive

La Mercedes classe E S.W. Executive – economica ma povera – offre: pacchetto standard, Live Traffic Information, climatizzatore automatico Thermatic con temperatura regolabile separatamente per lato, filtro antipolline/antipolvere e dispositivo di sfruttamento del calore residuo, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, Pre-Safe, chiamata di emergenza Mercedes-Benz, Collision Prevention Assist Plus, kneebag per il guidatore, luci stop adattive, sedile posteriore con schienale ad abbattimento frazionato 40-20-40, luci soffuse “ambient” con 3 zone cromatiche, predisposizione per sistemi di trasporto sul tetto, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, DAB (digital audio broadcast), cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort, stato della vettura da remoto, serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, cerchi in lega da 17” a 10 razze con pneumatici 225/55, tessuto tecnico nero, faro alogeno con luci diurne a LED integrate, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in vernice cangiante color argento e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Sport

La Mercedes classe E S.W. Sport – l’allestimento che ci sentiamo di consigliare, anche se non molto completo – costa 2.932 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni e interni Avantgarde, Comfort pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica ARTICO e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Business Sport

La Mercedes classe E S.W. Business Sport – ricca ma cara – costa 6.758 euro più della Executive a parità di motore e offre: Advantage pack, esterni ed interni Avantgarde, Comfort pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Exclusive

La Mercedes classe E S.W. Exclusive – completa ma cara – costa 8.222 euro più della Executive a parità di motore e offre: Advantage pack, Comfort pack, esterni ed interni Exclusive, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort, orologio analogico nella consolle centrale, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Premium

La Mercedes classe E S.W. Premium costa 12.091 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni AMG Line ed interni Avantgarde, Comfort pack, Premium pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control.

Mercedes classe E S.W. Premium Plus

La Mercedes classe E S.W. Premium Plus – ricca ma costosa – costa 14.785 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni AMG Line, Comfort pack, Premium Plus pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control.

Mercedes classe E S.W. 53 AMG

La Mercedes classe E S.W. 53 AMG offre: AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, Comfort pack, Premium pack, esterni ed interni AMG Line, cambio automatico 9G-Tronic Plus, orologio analogico nella consolle centrale, cerchi in lega da 19” AMG a 5 doppie razze verniciati in nero lucidato a specchio e torniti con finitura a specchio, pneumatici ant. 245/40 ZR19, post. 275/35 ZR19, pelle sintetica Artico/microfibra Dinamica nera/plancia nera/cielo nero e cuciture in contrasto rosse, cinture di sicurezza rosse, consolle centrale in look nero Pianoforte, volante Performance AMG in pelle Nappa nera e AMG Ride Control.

Mercedes classe E S.W. 63 AMG

La Mercedes classe E S.W. 63 AMG offre: Comfort pack Plus, Comfort pack, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG meccanico, orologio analogico nella consolle centrale, rivestimenti AMG in pelle Nappa nera, cerchi AMG da 19” a 10 razze verniciati in grigio titanio e torniti con finitura a specchio, ant. 265/40 R19, post. 295/35 R19, cambio a SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento, pinze freno anodizzate color argento, AMG RIDE CONTROL e volante Performance AMG in pelle Nappa nera.

Mercedes classe E S.W. 63 AMG S

La Mercedes classe E S.W. 63 AMG S offre: Comfort pack Plus, Comfort pack, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG a gestione elettronica, supporto del motore attivo dinamico, pinze freno rosse con scritta AMG, AMG Driver’s Package, AMG Track Pace, orologio analogico nella consolle centrale, volante Performance AMG in pelle Nappa nera/microfibra Dinamica, tasti sul volante AMG, pelle Nappa Exclusive Nera AMG, cambio SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento e AMG RIDE CONTROL.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Sport

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Sport offre: Comfort pack, pacchetto standard, design Avantgarde con stella integrata nella griglia a due lamelle, chiamata di emergenza Mercedes-Benz, Live Traffic information, modulo UMTS per l’utilizzo dei servizi base Mercedes me connect (assistenza per incidenti e guasti, monitoraggio manutenzione e telediagnosi parti soggette ad usura), disattivazione automatica airbag lato passeggero, kneebag per il guidatore, Pre-Safe, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, Collision Prevention Assist Plus (avvisa il guidatore con un segnale ottico e acustico quando la distanza tra la vettura e il veicolo che la precede o l’ostacolo fermo è inferiore al limite di sicurezza, in caso di rischio impatto effettua una frenata parziale automatica), consolle centrale in look nero Pianoforte, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, orologio analogico nella consolle centrale, volante multifunzione in pelle Nappa a tre razze, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura centrale con pulsanti TouchControl, pneumatici estivi, roof rails in alluminio, DYNAMIC SELECT, modulo volumetrico per protezione antisollevamento/traino, portabevande doppio nella consolle centrale per 2 x 750 ml, sedile posteriore con schienale ad abbattimento frazionato 40-20-40, portellone posteriore Easy-Pack con comando elettrico di apertura e chiusura, Air Body Control, cambio automatico 9G-Tronic Plus, filtro antiparticolato per motorizzazioni diesel, serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, climatizzatore automatico Thermatic, luci soffuse ambient con 3 zone cromatiche, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, DAB (digital audio broadcast), esterni ed interni Avantgarde, modulo LTE per l’utilizzo dei servizi Mercedes me connect, Audio 20, cerchi in lega da 19” e pneumatici 245/45 R19.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Business Sport

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Business Sport costa 3.827 euro più della All-Terrain Sport a parità di motore e offre: Advantage pack, esterni ed interni Avantgarde, Audio 20, retrovisori interni ed esterni anabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, cerchi in lega da 19” e pneumatici 245/45 R19.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium – ricca ma cara – costa 7.367 euro più della Sport a parità di motore e offre: Premium pack, esterni ed interni Exclusive, servizio Concierge (servizio telefonico che assiste personalmente il cliente nella ricerca di luoghi di interesse, ristoranti e hotel, validità 1 anno, rinnovo a pagamento), Speed limit assist (con l’ausilio di una telecamera legge i cartelli stradali con il limite di velocità e lo visualizza sul display della strumentazione), retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, cerchi in lega da 20” a 5 doppie razze verniciati in grigio tremolite e torniti con finitura a specchio con pneumatici ant. 245/40 R20, post. 275/35 R20.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium Plus

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium Plus – completa ma costosa – costa 10.061 euro più della All-Terrain Sport a parità di motore e offre: Premium Plus pack, esterni ed interni Exclusive, servizio Concierge, Speed limit assist, retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, supporto lombare regolabile su 4 parametri lato guida e passeggero e cerchi in lega da 20” a 5 doppie razze verniciati in grigio tremolite e torniti con finitura a specchio con pneumatici ant.245/40 R20, post. 275/35 R20, fari anteriori full LED con Intelligent Light System e fari posteriori full LED e fari abbaglianti automatici.

title

Mercedes classe E S.W.: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Mercedes classe E S.W.. La gamma motori della lussuosa station wagon teutonica è composta da undici unità sovralimentate:

  • un 2.0 turbo benzina da 184 CV
  • un 3.0 V6 biturbo benzina da 367 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV
  • un 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV
  • un 3.0 sei cilindri in linea mild hybrid turbo benzina da 457 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbodiesel da 306 CV
  • un 1.6 turbodiesel da 160 CV
  • un 2.0 turbodiesel da 194 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 286 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 340 CV

Mercedes E 200 S.W. (da 55.503 euro)

La Mercedes E 200 S.W. (prezzi fino a 67.357 euro) è, secondo noi, la versione a benzina più equilibrata dell’elegante familiare della Stella. Il motore – elastico, silenzioso e con un buon allungo – ha tanta coppia (300 Nm) ed è molto brioso (8,1 secondi sullo “0-100”).

Mercedes E 450 S.W. (da 71.169 euro)

La Mercedes E 450 S.W. (prezzi fino a 80.278 euro) – nonostante un motore V6 (dal sound poco gratificante e con una spinta poco corposa ai bassi regimi) ricco di cavalli (367) e di coppia (500 Nm) – non è molto vivace (“0-100” in 5,8 secondi). Colpa del peso elevato del corpo vettura, che incide negativamente sul piacere di guida e sui consumi (11,2 km/l dichiarati).

Mercedes E 63 S.W. AMG (125.712 euro)

La Mercedes E 63 S.W. AMG monta un motore 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV e 750 Nm di coppia.

Mercedes E 63 S.W. AMG S (134.704 euro)

La Mercedes E 63 S.W. AMG S – la variante più cattiva della station wagon della Stella – ospita sotto il cofano un propulsore 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV e 850 Nm di coppia.

Mercedes E 53 S.W. AMG (97.821 euro)

La Mercedes E 53 S.W. AMG – variante mild hybrid della raffinata familiare di Stoccarda – monta un 3.0 sei cilindri in linea turbo benzina da 457 CV e 520 Nm di coppia.

Mercedes E 200 d S.W. (da 50.503 euro)

La Mercedes E 200 d S.W. (prezzi fino a 65.288 euro) è dotata di un motore caratterizzato da una cilindrata contenuta (1.6) elastico, silenzioso, vivace (8,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) e poco assetato di gasolio (23,8 km/l dichiarati).

Mercedes E 220 d S.W. (da 57.554 euro)

La Mercedes E 220 d S.W. (prezzi fino a 71.750 euro) è, secondo noi, la classe E da acquistare. Una familiare potente (194 CV), comoda e in grado di offrire consumi bassissimi.

Mercedes E 350 d S.W. (da 64.106 euro)

La Mercedes E 350 d S.W. (prezzi fino a 75.411 euro) ospita sotto il cofano un propulsore elastico dalla cilindrata relativamente contenuta (2.9) ma non brilla alle voci “coppia” (600 Nm), “prestazioni” (5,9 secondi sullo “0-100”) e “divertimento” (poco agile nelle curve).

Mercedes E 400 d S.W. (da 72.049 euro)

La Mercedes E 400 d S.W. (prezzi fino a 83.203 euro) non è una familiare nata per aggredire le curve (nel misto stretto potrebbe essere più coinvolgente) ma si riscatta con il motore: un’unità dalla cubatura relativamente contenuta (2.9) potente (340 CV), ricca di coppia (700 Nm) e in grado di offrire una spinta corposa ai bassi regimi.

title

Mercedes classe E S.W.: gli optional

La dotazione di serie della Mercedes classe E S.W. andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.075 euro). Sulla Executive aggiungeremmo i fari a LED (1.055 euro) e il tetto panoramico (2.159 euro).

Quest’ultimo accessorio andrebbe acquistato anche sulle varianti Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, 63 AMG, 63 AMG S, All-Terrain Sport, All-Terrain Business Sport e All-Terrain Premium insieme al Pacchetto assistenza alla guida (2.318 euro). Il pacchetto starebbe bene anche sulla 53 AMG insieme agli interni in pelle (2.384 euro).

L’articolo Mercedes classe E: guida all’acquisto proviene da Icon Wheels.

Fonte