Category Archives: Novita

Promozioni Fiat di luglio 2022

title

Le promozioni Fiat di luglio 2022 sono piuttosto ricche: la Casa torinese non sta vivendo un buon momento (come molti) per quanto riguarda le vendite.

Gli sconti più “succosi” del mese? Quelli relativi alle citycar, anche se non mancano vantaggi per chi vuole acquistare una compatta. Scopriamoli insieme.

Promozioni Fiat di luglio 2022

title

Fiat 500

Grazie alle promozioni Fiat – valide a luglio 2022 in caso di permutarottamazione di un veicolo di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi – bastano 15.000 euro (anziché 17.000) per portarsi a casa la 500 più economica del listino: la Hybrid Cult. La cifra può scendere a 13.100 euro se si aderisce al finanziamento Contributo Prezzo di FCA Bank (TAN fisso 6,99%, TAEG 10,26%): anticipo di 4.000 euro, 48 rate da 129 euro e una maxirata finale da 5.939,09 euro.

title

Fiat Panda

luglio 2022 la Fiat Panda Hybrid “base” costa 13.000 euro invece di 15.000. L’offerta – valida in caso di permutarottamazione di un veicolo di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi – può diventare ancora più vantaggiosa (11.100 euro) se si aderisce al finanziamento Contributo Prezzo di FCA Bank (TAN fisso 6,99%, TAEG 10,17%): anticipo di 2.430 euro, 48 rate da 99 euro e una maxirata finale da 7.033,08 euro.

title

Fiat Tipo Hybrid

Lo sconto di 3.000 euro previsto dalle promozioni Fiat (valide a luglio 2022) in caso di permuta rottamazione di un veicolo di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi consente di acquistare la Tipo Hybrid “entry level” con 23.450 euro invece di 26.450. Un’offerta che può diventare ancora più conveniente – 21.550 euro – se abbinata al finanziamento Contributo Prezzo di FCA Bank (TAN fisso 6,99%, TAEG 8,82%): anticipo di 4.300 euro, 48 rate da 229 euro e una maxirata finale di 11.220,33 euro.

title

Fiat Tipo benzina

La Fiat Tipo “entry level” – la 1.0 – costa ufficialmente 20.950 euro ma grazie alle promozioni della Casa piemontese (valide a luglio 2022 in caso di permutarottamazione di un veicolo di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi) sono sufficienti 17.950 euro per acquistarla. La cifra può scendere a 16.050 euro se si aderisce al finanziamento Contributo Prezzo di FCA Bank (TAN fisso 6,99%, TAEG 9,50%): anticipo di 3.230 euro, 48 rate da 199 euro e una maxirata finale di 6.997,45 euro.

title

Fiat Nuova 500

Le promozioni Fiat di luglio 2022 e gli incentivi statali (validi in caso di rottamazione di un veicolo omologato fino a Euro 4 e di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi) permettono di portarsi a casa la Nuova 500 “base” – la Action – con 20.100 euro anziché 27.300. L’offerta va abbinata obbligatoriamente al finanziamento di FCA Bank (TAN fisso 4,95%, TAEG 6,82%): anticipo di 2.850 euro, 36 rate da 199 euro e una maxirata finale di 13.186,92 euro. Il cliente potrà scegliere di sostituire il veicolo al 13° mese e al 25° mese; al 37° mese potrà decidere di sostituire o restituire il veicolo o se decide di tenerlo sarà dovuto il pagamento della rata finale residua. Verrà addebitato un costo supero 0,05/km ove il veicolo abbia superato il chilometraggio massimo attualmente consentito, pari a 15.000 km in caso di sostituzione al 13° mese o 30.000 km in caso di sostituzione al 25° mese o di 45.000 km, in caso di sostituzione e/o restituzione del mezzo al 37° mese.

L’articolo Promozioni Fiat di luglio 2022 proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Promozioni auto luglio 2022: le occasioni del mese

title

luglio 2022 vedremo tante promozioni auto interessanti per via del continuo calo delle immatricolazioni. Gli incentivi sono terminati per la fascia 61-135 g/km e riguardano ora solo i modelli “alla spina” (elettrici e ibridi plug-in).

Le offerte più vantaggiose del mese riguardano soprattutto vetture italiane, giapponesi, britanniche e tedesche e modelli appartenenti ai segmenti delle citycar, delle SUV piccole, delle compatte e delle piccole, anche se non mancano proposte di altre nazioni e altre categorie. Scopriamole insieme.

Promozioni auto luglio 2022: le occasioni del mese

title

Abarth 595

Da 26.000 a 23.200 euro: è questo lo sconto previsto dalle promozioni Abarth di luglio 2022 sul modello più economico della Casa dello Scorpione (la 595). Il finanziamento abbinato (TAN fisso 3,95%, TAEG 5,47%) comprende: anticipo di 2.770 euro, 48 rate mensili da 249 euro e una maxirata finale di 12.026,72 euro.

title

Cupra Formentor

Grazie alle promozioni Cupra – valide per tutto il mese di luglio 2022 – e agli incentivi (vincolati alla rottamazione di un veicolo di categoria M1) la Formentor 1.4 e-HYBRID 204 CV costa 33.464,02 euro anziché 41.590. L’offerta (valida salvo variazione di listino) comprende una garanzia aggiuntiva di 2 anni o 40.000 km e il finanziamento abbinato (TAN fisso 5,79%, TAEG 6,72%) prevede un anticipo di 7.150 euro, 35 rate da 245 euro e una maxirata finale da 22.340,82 euro.

title

Evo 3 Electric

Per tutto il mese di luglio 2022 la Evo 3 Electric costa 24.900 euro invece di 36.600: una promozione – valida solo per vetture in pronta consegna (con la proprietà che dovrà essere mantenuta in capo al beneficiario del contributo per almeno 12 mesi) – che include lo sconto della Casa e gli incentivi statali in caso di rottamazione di un veicolo di classe inferiore a Euro 5 intestato da almeno 12 mesi all’acquirente o a un suo familiare convivente. Senza rottamazione il prezzo della piccola SUV elettrica “cino-molisana” sale a quota 26.900 euro.

title

Mahindra KUV100

La Mahindra KUV100 più economica del listino – la 1.2 K6+ – costa ufficialmente 13.995 euro ma grazie alle promozioni di luglio 2022 della Casa indiana sono sufficienti 11.995 euro per acquistarla. L’offerta è valida solo per veicoli in stock Concessionari Euro 6d ISC-FCM ed esclusivamente in caso di adesione al finanziamento Formula Vantaggi Mahindra (TAN fisso 6,95%, TAEG 9,11%): anticipo di 2.457 euro, prima rata a 30 giorni e 84 rate mensili da 149 euro.

title

Mazda Mazda3

Le promozioni Mazda consentono di acquistare a luglio 2022 la Mazda3 2.0L 122 CV Executive con uno sconto di 1.750 euro: da 27.500 a 25.750 euro.

title

MG EHS

luglio 2022 – grazie alle promozioni MG e agli incentivi statali validi in caso di rottamazione – sono sufficienti 30.150 euro anziché 36.590 per acquistare la EHS “base” (la Excite). L’offerta può diventare ancora più vantaggiosa (29.650 euro) in caso di adesione al finanziamento (TAN fisso 3,95%, TAEG fisso 5,08%): anticipo di 4.250 euro, 35 rate da 299 euro e una maxirata finale da 17.929,10 euro.

title

Mini Full Electric

La Mini Cooper SE Camden Editon costa ufficialmente 37.810 euro ma grazie agli incentivi – validi in caso di rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 5 se la proprietà del veicolo è intestata al beneficiario del bonus e mantenuta per almeno 12 mesi – sono sufficienti 32.810 euro per acquistarla. Il veicolo consegnato per la rottamazione deve essere intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo mezzo o a uno dei familiari conviventi alla data di acquisto.

title

Opel Corsa

Lo sconto di 3.000 euro previsto dalle promozioni Opel – valide fino al 4 luglio 2022 in caso di compilazione del form digitale sul sito opel.it con permuta/rottamazione – permette di acquistare la Corsa 1.2 Edition con 15.900 euro invece di 18.900.

title

Smart EQ fortwo

Le promozioni Smart permettono di acquistare anche a luglio 2022 la EQ fortwo passion con meno di 20.00 euro (da 27.134 a 19.298 euro). L’offerta va abbinata al finanziamento myDrivePass (TAN fisso 2,90, TAEG 4,05%): anticipo di 1.200 euro, 35 rate da 250 euro e una maxirata finale da 10.600 euro.

title

Subaru Impreza

Per tutto il mese di luglio 2022 la Subaru più economica in commercio (la Impreza 1.6 Pure) costa 21.900 euro invece di 23.600. L’offerta include la garanzia di 8 anni a chilometraggio illimitato e – in caso di adesione al finanziamento Subaru Fin (TAN fisso 4,95%, TAEG 6,48%): anticipo di 5.473 euro, 36 rate da 189 euro e una maxirata finale da 11.800 euro ulteriormente rifinanziabile (TAN fisso 5,95%, TAEG 6,72%, 48 rate da 276 euro) – tre anni/45.000 km di tagliandi.

L’articolo Promozioni auto luglio 2022: le occasioni del mese proviene da Icon Wheels.

Fonte:

F1 2022: a Silverstone prima vittoria in carriera per Sainz Jr.

title

Credits: JUSTIN TALLIS/AFP via Getty Images

Dopo 150 GP disputati Carlos Sainz Jr. è riuscito finalmente a conquistare la prima vittoria in carriera in F1 trionfando in Gran BretagnaSilverstone. Il pilota spagnolo ha tagliato il traguardo della decima tappa del Mondiale 2022 davanti a Sergio Pérez (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes).

AUTO-PRIX-F1-GBR

Credits: MATT DUNHAM/POOL/AFP via Getty Images

AUTO-PRIX-F1-GBR

Credits: JUSTIN TALLIS/AFP via Getty Images

F1 Grand Prix of Great Britain

Credits: Dan Mullan/Getty Images

F1 Grand Prix of Great Britain

Credits: Dan Mullan/Getty Images

F1 Grand Prix of Great Britain

Credits: Jose Breton/Pics Action/NurPhoto via Getty Images

/

Una corsa iniziata male e interrotta per quasi un’ora da una bandiera rossa a causa del bruttissimo incidente (fortunatamente senza conseguenze) di Guanyu Zhou, capottatosi con l’Alfa Romeo in seguito a un contatto con George Russell a sua volta toccato da Pierre Gasly. Una partenza che ha visto anche Alexander Albon trasportato in ospedale (ancora nessuna notizia sulle condizioni del driver thailandese) dopo essere stato tamponato da tre driver al via. Poi la gara è stata un crescendo di emozioni: la foratura di Max Verstappen al 12° giro che ha rovinato il Gran Premio del pilota olandese (7°) e la curiosa strategia Ferrari nel finale che ha impedito al driver monegasco di cambiare le gomme durante la safety-car mentre era in testa impedendogli di lottare per la vittoria finale. Ultima, ma non meno importante, la grande prestazione di Mick Schumacher: ottavo posto e primi punti iridati di sempre.

Mondiale F1 2022 – GP Gran Bretagna: le pagelle

title

10
/10

Carlos Sainz Jr. (Ferrari)

La vittoria di Carlos Sainz Jr. nel GP di Gran Bretagna 2022Silverstone coincide con il primo trionfo iridato in carriera e con il terzo piazzamento in “top 3” negli ultimi quattro appuntamenti del Mondiale F1. Un successo costruito soprattutto ieri con una fantastica pole position.

Oggi nella prima partenza si è fatto beffare al via da Verstappen (agevolato dalla gomma rossa) mentre nel restart post bandiera rossa ha lottato come un leone per mantenere la testa e nei primi giri è sembrato di assistere al GP del Canada al contrario con lo spagnolo davanti e l’olandese dietro a duellare a distanza a suon di giri veloci. A causa di un errore al 10° giro il pilota iberico ha dovuto cedere il primo posto ma se l’è ripreso due tornate più tardi approfittando della foratura di Max. Terzo al 20° giro dopo la sosta ai box e secondo cinque giri dopo in seguito al pit-stop del compagno Leclerc, è stato costretto dal team a cedere la posizione al coéquipier sei tornate dopo ma al 33° giro è riuscito a riprendersi la seconda piazza grazie al pit-stop lento di Hamilton.

La safety-car al 39° giro ha cambiato tutto: chiamato ai box per montare gomme rosse nuove e con Leclerc lasciato in pista con pneumatici vecchi e meno performanti, ha sfruttato la situazione favorevole per superare il monegasco alla 43° tornata e volare verso la vittoria.

title

9
/10

Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton ha disputato un’altra gara eccezionale: secondo podio consecutivo, quinta corsa in “top 5” negli ultimi sei appuntamenti iridati e una possibile vittoria nel GP di Gran Bretagna sfumata a causa di un pit-stop lento.

La prima grande partenza – da quinto a terzo beffando in poco tempo Pérez e Leclerc – è stata resa inutile dalla bandiera rossa. Dopo il secondo restart ha dovuto aspettare il 12° giro (e la foratura di Verstappen) per entrare in zona podio, si è ritrovato in seconda posizione dopo il pit-stop di Sainz Jr. ed è addirittura passato in testa cinque tornate dopo per via della sosta di Leclerc. Una serie di giri veloci inanellati per guadagnare terreno sulle Rosse è stata resa vana dalla sosta ai box lenta al 33° giro che lo ha riportato in terza posizione.

Dopo la safety-car ha perso il duello con Pérez ma è riuscito a rientrare definitivamente in “top 3” dopo un’emozionante sfida con Leclerc combattuta a suon di sorpassi e controsorpassi.

title

8
/10

Sergio Pérez (Red Bull)

Un GP di Gran Bretagna da ricordare per Sergio Pérez, al quarto podio nelle ultime cinque corse del Mondiale F1 2022.

Una corsa in salita iniziata con una sosta ai box subito dopo la seconda partenza per riparare l’ala danneggiata in seguito a un contatto con Leclerc. Il pilota messicano è stato protagonista di una rimonta pazzesca che lo ha visto passare dalla 17° posizione alla quarta (prima dell’ingresso della safety-car) e poi alla seconda dopo un appassionante triello con Hamilton e Leclerc.

title

7
/10

Charles Leclerc (Ferrari)

Quinta gara a secco di podi per Charles Leclerc e un GP di Gran Bretagna da dimenticare per il pilota monegasco: quarto sotto la bandiera a scacchi e con un team che non ha fatto molto per aiutarlo.

Ieri ha ottenuto il terzo tempo in qualifica mentre il compagno Sainz Jr. siglava la pole position, oggi ha sbagliato la prima partenza facendosi beffare da Hamilton ma “grazie” alla bandiera rossa sventolata in seguito all’incidente di Zhou ha avuto modo di rimediare nel restart, conservando la posizione ma danneggiando l’ala anteriore dopo un contatto con Pérez. Secondo al 12° giro dopo la foratura di Verstappen e primo otto tornate più tardi grazie al pit-stop di Sainz Jr., è rientrato in terza piazza dopo la sosta ai box e si è ripreso il secondo posto gentilmente ceduto dal più lento coéquipier. Tornato al comando al 33° giro approfittando della lentezza dei meccanici Mercedes nel cambio gomme di Hamilton, ha visto la propria corsa sfaldarsi con l’ingresso della safety-car.

Costretto dalla Ferrari a rimanere in pista con pneumatici più vecchi e meno performanti, si è ritrovato davanti a una serie di piloti affamati di vittorie e con coperture più fresche e più adatte allo scopo. Il risultato? Al 43° giro è stato superato da Sainz, poi da Pérez e poi da Hamilton…

title

8
/10

Ferrari

Voto dieci alla Ferrari per essere tornata sul gradino più alto del podio dopo sei gare di digiuno grazie a Carlos Sainz Jr.. Voto sei per la strategia su Charles Leclerc. A meno che non si consideri il pilota monegasco già fuori dalla lotta per il Mondiale F1 2022

Mondiale F1 2022 – I risultati del GP di Gran Bretagna

Prove libere 1

1 Valtteri Bottas (Alfa Romeo) 1:42.249
2 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:42.781
3 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1:42.967
4 Charles Leclerc (Ferrari) 1:43.801
5 Mick Schumacher (Haas) 1:43.895

Prove libere 2

1 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1:28.942
2 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:29.105
3 Lando Norris (McLaren) 1:29.118
4 Max Verstappen (Red Bull) 1:29.149
5 Charles Leclerc (Ferrari) 1:29.404

Prove libere 3

1 Max Verstappen (Red Bull) 1:27.901
2 Sergio Pérez (Red Bull) 1:28.311
3 Charles Leclerc (Ferrari) 1:28.348
4 George Russell (Mercedes) 1:28.426
5 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:28.488

Qualifiche

1 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1:40.983
2 Max Verstappen (Red Bull) 1:41.055
3 Charles Leclerc (Ferrari) 1:41.298
4 Sergio Pérez (Red Bull) 1:41.616
5 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:41.995

Le classifiche
La classifica del GP di Gran Bretagna 2022
Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 2h17:50.311
Sergio Pérez (Red Bull) + 3,8 s
Lewis Hamilton (Mercedes) + 6,2 s
Charles Leclerc (Ferrari) + 8,5 s
Fernando Alonso (Alpine) + 9,6 s
Classifica Mondiale Piloti
Max Verstappen (Red Bull) 181 punti
Sergio Pérez (Red Bull) 147 punti
Charles Leclerc (Ferrari) 138 punti
Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 127 punti
George Russell (Mercedes) 111 punti
Classifica Mondiale Costruttori
Red Bull 328 punti
Ferrari 265 punti
Mercedes 204 punti
McLaren-Mercedes 73 punti
Alpine-Renault 67 punti

L’articolo F1 2022: a Silverstone prima vittoria in carriera per Sainz Jr. proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Immatricolazioni auto giugno 2022: tutti i dati e le classifiche

title

Anche a giugno 2022 le immatricolazioni auto hanno fatto registrare un calo vistoso: – 15% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (127.209 vetture nuove targate contro 149.670) nonostante gli incentivi ancora in vigore sulle elettriche e le ibride plug-in (i fondi per la fascia 61-135 g/km sono invece già esauriti lo scorso 13 giugno). Tra le “big” le uniche Case con il segno “più” sono state Dacia (+ 33,52%) e Peugeot (+ 18,39%).

Di seguito troverete tutti i dati sulle immatricolazioni auto in Italiagiugno 2022: le classifiche dei 10 modelli più venduti, delle Case più amate e dei 10 veicoli più acquistati in base al segmento, all’alimentazione e alla carrozzeria.

Immatricolazioni auto giugno 2022: i 10 modelli più venduti in Italia

title

L’auto più amata dagli italiani a giugno 2022? Ovviamente la Fiat Panda. Dietro la citycar torinese troviamo però la Dacia Sandero (a maggio fuori dalla “top ten”, il mese scorso ha scalzato dal podio la Lancia Ypsilon) e la Fiat 500.

Tante le novità nelle prime dieci posizioni: segnaliamo l’ingresso (oltre che della Sandero) della Peugeot 208 e della Dacia Duster al posto di tre SUV (Volkswagen T-RocJeep CompassToyota Yaris Cross).

Le 10 auto più vendute in Italia a giugno 2022
Fiat Panda 7.654
Dacia Sandero 4.323
Fiat 500 3.921
Peugeot 208 3.781
Dacia Duster 3.744
Lancia Ypsilon 3.717
Jeep Renegade 3.393
Citroën C3 3.346
Renault Captur 3.162
Fiat 500X 3.003

Immatricolazioni auto giugno 2022: la classifica delle Case più amate in Italia

Fiat e Volkswagen hanno monopolizzato anche a giugno 2022 le prime due posizioni della classifica delle immatricolazioni relativa alle Case automobilistiche ma dietro di loro c’è Peugeot, capace di scalzare Toyota (ora quinta) dal gradino più basso del podio.

Renault è rientrata in “top ten” al posto di Ford.

Le Case più vendute in Italia a giugno 2022
Fiat 16.812 (- 24,26%)
Volkswagen 10.249 (- 24,95%)
Peugeot 9.560 (+ 18,39%)
Dacia 9.301 (+ 33,52%)
Toyota 8.392 (- 0,20%)
Citroën 5.899 (- 18,70%)
Renault 5.754 (- 34,06%)
Opel 5.227 (- 18,84%)
Jeep 5.125 (- 21,32%)
Audi 4.408 (- 32,79%)
BMW 4.060 (- 17,14%)
Ford 4.028 (- 31,18%)
Mercedes 3.929 (- 15,51%)
Hyundai 3.918 (- 25,20%)
Lancia 3.716 (- 14,28%)
Kia 3.613 (- 11,18%)
Nissan 2.951 (+ 41,81%)
Skoda 2.324 (- 20,25%)
DR 2.196 (+ 185,94%)
Cupra 1.721 (+ 149,78%)
Seat 1.533 (- 48,97%)
Suzuki 1.509 (- 55,47%)
Alfa Romeo 1.435 (+ 27,67%)
Tesla 1.143 (+ 16,16%)
Volvo 1.080 (- 58,78%)
Mini 1.075 (- 39,98%)
Land Rover 804 (- 16,94%)
Smart 754 (+ 3,15%)
DS 653 (+ 30,08%)
MG 619
Honda 590 (+ 11,53%)
Porsche 581 (+ 16,90%)
Mazda 534 (- 50,69%)
Lynk & Co 376
Maserati 274 (+ 59,30%)
Jaguar 207 (- 52,85%)
Lexus 187 (- 63,04%)
Mitsubishi 168 (- 55,91%)
Subaru 146 (- 23,16%)
Altre 114 (+ 119,2%)
Mahindra 106 (+ 21,84%)
Ferrari 66 (+ 26,92%)
Ssangyong 30 (- 73,45%)
Lamborghini 35 (- 14,63%)
Aston Martin 6 (+ 200,00%)
Great Wall 1 (- 98,72%)

Immatricolazioni auto giugno 2022: top 10 per segmento

Il mese di giugno 2022 ha visto tanti cambiamenti nelle classifiche delle immatricolazioni auto in Italia riguardanti i segmenti: la Dacia Sandero è diventata la nuova regina del “B” al posto della Lancia Ypsilon mentre la Dacia Duster ha fatto la stessa cosa nel “C” (categoria precedentemente dominata dalla Volkswagen T-Roc).

Nelle classi superiori l’Audi Q3 ha tolto alla Ford Kuga lo scettro delle “D” e tra le “E” il primato ora appartiene alla Tesla Model Y e non più alla Mercedes GLE.

 

title

Le 10 auto più vendute in Italia a giugno 2022 per segmento
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento A” più vendute in Italia
Fiat Panda 7.654
Fiat 500 3.921
Toyota Aygo X 2.016
Hyundai i10 1.225
Volkswagen up! 797
Kia Picanto 723
Smart EQ fortwo 723
Suzuki Ignis 354
Renault Twingo 300
Dacia Spring 165
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento B” più vendute in Italia
Dacia Sandero 4.323
Peugeot 208 3.781
Lancia Ypsilon 3.717
Citroën C3 3.346
Renault Captur 3.162
Opel Corsa 2.272
Toyota Yaris 2.199
Peugeot 2008 2.177
Toyota Yaris Cross 2.049
Volkswagen T-Cross 1.857
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento C” più vendute in Italia
Dacia Duster 3.744
Jeep Renegade 3.393
Fiat 500X 3.003
Volkswagen T-Roc 2.913
Peugeot 3008 2.251
Jeep Compass 1.797
Fiat Tipo 1.522
Nissan Qashqai 1.480
Cupra Formentor 1.467
Volkswagen Golf 1.266
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento D” più vendute in Italia
Audi Q3 1.113
BMW X1 912
Alfa Romeo Stelvio 861
BMW X3 831
Volkswagen Tiguan 827
Mercedes GLA 718
Audi Q5 588
Toyota RAV4 535
Ford Kuga 518
Volvo XC60 457
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento E” più vendute in Italia
Tesla Model Y 769
Mercedes GLE 283
Mercedes GLE Coupé 200
Porsche Cayenne 180
Maserati Levante 159
Audi A6 154
BMW serie 5 143
BMW X5 130
Mercedes classe E 122
Land Rover Range Rover 85
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 “segmento F” più vendute in Italia
Porsche 911 69
Maserati Ghibli 56
Porsche Taycan 45
Mercedes classe S 41
Porsche Panamera 40
Jaguar F-Type 20
Mercedes GT Coupé 4 18
Ferrari Roma 18
Ferrari F8 16
Lamborghini Huracán 16

Immatricolazioni auto giugno 2022: top 10 per alimentazione

La Peugeot 208 è stata l’auto a benzina più amata dagli italiani a giugno 2022 soffiando il primo posto alla Volkswagen T-Cross. Per quanto riguarda i modelli a gas la Dacia Sandero è diventata la nuova regina tra le GPL al posto della Duster mentre la Seat Arona ha superato la Volkswagen up! tra i modelli a metano.

La Jeep Renegade ha superato la Compass balzando in testa alla classifica delle ibride plug-in e segnaliamo inoltre l’immatricolazione di un modello alimentato a idrogeno: la Toyota Mirai.

title

Le 10 auto più vendute in Italia a giugno 2022 per alimentazione
Immatricolazioni auto giugno 2022: i 10 modelli a benzina più venduti in Italia
Peugeot 208 2.837
Citroën C3 2.435
Toyota Aygo X 2.016
Opel Corsa 1.974
Volkswagen T-Roc 1.934
Volkswagen T-Cross 1.857
Fiat 500X 1.288
Dacia Sandero 1.178
Hyundai i10 997
Volkswagen Polo 900
Immatricolazioni auto giugno 2022: i 10 modelli diesel più venduti in Italia
Peugeot 3008 1.805
Dacia Duster 1.674
Fiat 500X 1.615
Jeep Renegade 1.147
Peugeot 2008 1.133
Fiat Tipo 1.084
Volkswagen T-Roc 979
Citroën C3 911
Alfa Romeo Stelvio 814
Audi Q3 793
Immatricolazioni auto giugno 2022: i 10 modelli a GPL più venduti in Italia
Dacia Sandero 3.145
Dacia Duster 1.884
Renault Captur 1.255
Dacia Jogger 1.082
DR 5.0 969
Fiat Panda 750
Lancia Ypsilon 499
Kia Stonic 339
DR 4.0 292
Hyundai i10 228
Immatricolazioni auto giugno 2022: i 10 modelli a metano più venduti in Italia
Seat Arona 246
Volkswagen up! 228
Volkswagen Golf 182
Skoda Kamiq 142
Fiat Panda 137
Volkswagen Polo 121
Skoda Octavia 112
Seat Ibiza 74
Audi A3 50
Seat Leon 31
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 ibride più vendute in Italia
Fiat Panda 6.501
Lancia Ypsilon 3.203
Fiat 500 2.969
Toyota Yaris Cross 2.049
Toyota Yaris 1.553
Nissan Qashqai 1.480
Renault Captur 1.299
Kia Sportage 1.226
Toyota C-HR 1.063
Ford Fiesta 1.004
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 ibride plug-in più vendute in Italia
Jeep Renegade 1.125
Jeep Compass 941
Cupra Formentor 693
Lynk & Co 01 376
BMW X1 343
Renault Captur 251
Mercedes GLE 187
Volvo XC40 180
Audi Q3 162
Peugeot 3008 156
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 elettriche più vendute in Italia
Fiat Nuova 500 781
Tesla Model Y 769
Smart EQ fortwo 723
Tesla Model 3 374
Renault Twingo E-Tech Electric 271
Peugeot e-208 222
Renault Zoe 217
Renault Mégane E-Tech Electric 189
Peugeot e-2008 177
Volkswagen ID.3 170
Immatricolazioni auto giugno 2022: l’auto a idrogeno più venduta in Italia
Toyota Mirai 1

Immatricolazioni auto giugno 2022: top 10 per carrozzeria

Le uniche modifiche alle classifiche delle immatricolazioni auto di giugno 2022 in Italia per carrozzeria hanno coinvolto le SUV: la Renault Captur è diventata la crossover più amata dagli italiani (rimuovendo dal gradino più alto del podio la Volkswagen T-Roc) mentre tra le fuoristrada la Jeep Renegade ha tolto lo scettro alla Compass.

title

Le 10 auto più vendute in Italia a giugno 2022 per carrozzeria
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 crossover più vendute in Italia
Renault Captur 3.162
Dacia Duster 3.008
Fiat 500X 2.903
Volkswagen T-Roc 2.747
Jeep Renegade 2.267
Peugeot 3008 2.217
Peugeot 2008 2.177
Toyota Aygo X 2.016
Volkswagen T-Cross 1.857
Toyota Yaris Cross 1.628
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 berline più vendute in Italia
Fiat Panda 7.654
Dacia Sandero 4.323
Peugeot 208 3.781
Lancia Ypsilon 3.717
Fiat 500 3.523
Citroën C3 3.346
Opel Corsa 2.272
Toyota Yaris 2.199
Hyundai i10 1.225
Audi A3 1.144
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 fuoristrada più vendute in Italia
Jeep Renegade 1.126
Jeep Compass 1.045
Tesla Model Y 769
Alfa Romeo Stelvio 746
Dacia Duster 736
BMW X3 689
Audi Q5 501
Land Rover Range Rover Evoque 423
Toyota Yaris Cross 421
BMW X1 402
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 station wagon più vendute in Italia
Peugeot 308 SW 549
Fiat Tipo SW 519
Skoda Octavia Wagon 412
Audi A4 Avant 410
Toyota Corolla Station 290
Renault Mégane Sporter 240
Volkswagen Golf Station 209
Volkswagen Passat Variant 187
BMW serie 3 Station 170
Ford Focus Station 154
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 7 monovolume compatte più vendute in Italia
Dacia Jogger 1.252
BMW serie 2 416
Citroën C4 354
Mercedes classe B 194
Volkswagen Touran 27
Dacia Lodgy 26
Renault Scénic 13
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 multispazio più vendute in Italia
Renault Kangoo 156
Volkswagen Caddy 97
Nissan Townstar 82
Toyota Proace City 56
Fiat Qubo 50
Peugeot e-Rifter 46
Opel Combo-e Life 28
Citroën ë-Berlingo 21
Ford Tourneo Connect 12
Fiat E-Doblò 4
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 8 cabrio e spider più vendute in Italia
Fiat 500 398
Smart EQ fortwo cabrio 77
BMW serie 4 Cabrio 60
Volkswagen T-Roc Cabriolet 58
Mini Cabrio 49
Porsche 911 Cabriolet 42
BMW Z4 40
Mazda MX-5 21
Immatricolazioni auto giugno 2022: la piccola monovolume più venduta in Italia
Fiat 500L 556
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 coupé più vendute in Italia
BMW serie 4 97
BMW serie 2 74
Porsche Taycan 45
Porsche Panamera 40
Porsche 911 27
BMW i4 19
Mercedes GT Coupé 4 18
Ferrari Roma 18
Mercedes classe C Coupé 18
Jaguar F-Type 14
Immatricolazioni auto giugno 2022: le 10 monovolume grandi più vendute in Italia
Mercedes classe V 146
Toyota Proace Verso 83
Opel Zafira-e Life 63
Volkswagen Multivan 41
Citroën ë-SpaceTourer 18
Ford S-Max 14
Renault Espace 9
Opel Vivaro Life 9
Peugeot e-Traveller 6
Mercedes EQV 5

L’articolo Immatricolazioni auto giugno 2022: tutti i dati e le classifiche proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Seat Tarraco FR: come va la 2.0 TSI 245 CV

title

La Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV FR non è un’auto per tutti: la variante “racing” della SUV media spagnola – cugina della Skoda Kodiaq RS con cui condivide il pianale e il motore – è rivolta ai padri di famiglia che hanno bisogno di spazio ma non possono rinunciare alle prestazioni. Sotto il cofano della crossover iberica a trazione integrale, infatti, si trova lo stesso propulsore di un’icona della sportività: la Volkswagen Golf GTI.

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare la Seat Tarraco 2.0 TSI 245CV nell’allestimento FR: scopriamo insieme i suoi pregidifetti.

Seat Tarraco: i motori

La gamma motori della Seat Tarraco – Sport Utility disponibile a trazione anteriore o integrale – è composta da cinque unità sovralimentate:

  • un 1.5 turbo benzina TSI da 150 CV
  • un 2.0 turbo benzina TSI da 190 CV
  • un 2.0 turbo benzina TSI da 245 CV
  • un 2.0 turbodiesel TDI da 150 CV
  • un 2.0 turbodiesel TDI da 200 CV

title

Seat Tarraco: abitabilità e bagagliaio

La Seat Tarraco è una SUV ingombrante (4,73 metri di lunghezza non sono pochi da gestire: per fortuna di serie ci sono il Park Assist e i sensori di parcheggio posteriori con sistema di visualizzazione dell’area di manovra) e – come tutte le crossover di questa categoria – spaziosa. Volendo – e pagando 870 euro – si può avere anche a 7 posti. Va detto, però, che spesso la concorrenza in questo segmento offre ancora più centimetri nella zona delle spalle e della testa di chi si accomoda dietro.

Lo stesso discorso vale per il bagagliaio, indubbiamente grande (760 litri) seppur con un volume inferiore a quello di diverse rivali. Per quanto riguarda le finiture, invece, si raggiungono livelli altissimi alle voci “materiali” e “assemblaggi”: stiamo d’altronde parlando dell’unica auto non Volkswagen prodotta nel leggendario stabilimento tedesco di Wolfsburg.

title

Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV: scatta meglio della Golf GTI

Volete sapere una cosa curiosa? La Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV – dotata (come abbiamo in visto in precedenza) dello stesso motore della Volkswagen Golf GTI, più pesante di 300 kg ma con il vantaggio del 4×4 – scatta meglio della compatta tedesca: “0-100” in 6,2 secondi contro 6,3.

La SUV media spagnola ospita sotto il cofano un gioiello sovralimentato a benzina da due litri corposo ai bassi regimi, convincente in allungo e reattivo in qualsiasi situazione. Il compagno di viaggio perfetto per chi ama la grinta e non si preoccupa più di tanto dei consumi: anche guidando senza esagerare è difficile superare quota 10 km/l (un valore comunque buono considerando il tipo di veicolo).

La Seat Tarraco convince anche in (quasi) tutte le altre voci relative al piacere di guida: il cambio automatico DSG – doppia frizione – a sette rapporti è rapido nei passaggi marcia, lo sterzo è sorprendemente reattivo e l’impianto frenante è potente. Nonostante questo la crossover iberica resta un’auto più rassicurante che divertente: il peso elevato (quasi 1,8 tonnellate in ordine di marcia) si fa sentire nei cambi di direzione.

title

Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV FR: prezzo interessante, dotazione da integrare

La Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV FR protagonista del nostro primo contatto può vantare un prezzo relativamente contenuto (48.000 euro) e una dotazione di serie non molto ricca:

Audio – Navigazione

  • Sistema di Navigazione con display touch da 9,2″
  • Seat Connect con Online infotainment e Media & Internet
  • Seat Full Link wireless
  • Seat Virtual Cockpit

Cerchi – Pneumatici – Assetti

  • Cerchi in lega “Exclusive Cosmo Grey 37/1″ da 19”
  • Pneumatici autosigillanti

Carrozzeria – Esterni

  • Mancorrenti al tetto e cornici finestrini laterali neri
  • Vetri posteriori oscurati
  • Spoiler al tetto
  • Specchietti esterni colore grigio FR riscaldati e richiudibili elettricamente
  • Paraurti sportivi

Comfort – Interni

  • Park assist
  • Kessy entry (sistema di accesso senza chiave)
  • Sedili anteriori supersportivi bucket in tessuto (portadocumenti sotto i sedili anteriori non inclusi)
  • Pedaliera in alluminio
  • Nuovo volante sportivo multifunzione con logo FR
  • Regolazione elettrica sedile conducente con funzione memory (senza regolazione lombare sedile passeggero ma con regolazione manuale dell’altezza)
  • Battitacco portiere anteriori in alluminio e illuminati
  • Sterzo progressivo
  • Seat Drive profile con selettore “Driving experience”
  • Ambient light nei pannelli delle portiere anteriori e posteriori
  • Pacchetto cromature interne
  • Sistema di rilascio sedili seconda fila meccanico
  • Cielo dell’abitacolo nero
  • Finiture cromate all’interno dell’abitacolo
  • Leve del cambio al volante
  • Climatronic 3 zone
  • Kessy go (sistema di avviamento senza chiave)
  • Seat Full LED con coast-to-coast posteriore
  • Welcome Light
  • Indicatori di direzione posteriori dinamici
  • Bracciolo centrale anteriore con bocchetta d’aerazione posteriore
  • Bracciolo centrale posteriore
  • Portaocchiali al tetto
  • Consolle centrale con portaoggetti integrato e portabicchiere
  • Illuminazione interna a LED (luci di lettura anteriori e posteriori, luce vano piedi, luce bagagliaio e cassetto portaoggetti)
  • Doppio fondo nel vano bagagli
  • Specchietto interno fotocromatico frameless
  • Sedile anteriore destro abbattibile
  • Convenience Pack (Sensori luci e pioggia, specchietto interno antiabbagliamento, funzione Coming & Leaving Home)
  • Freno di stazionamento elettrico con funzione “autohold”
  • Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori
  • Chiusura centralizzata con telecomando + 2 chiavi richiudibili

Sicurezza – Tecnologia

  • Safe & Driving Pack M
  • Adaptive cruise control (ACC) con funzione predittiva
  • Traffic sign recognition (sistema di riconoscimento dei segnali stradali)
  • Sistema E-Call (chiamata di emergenza)
  • Front Assist con sistema di rilevamento pedoni e ciclisti
  • Lane Assist
  • 7 airbag (2 frontali, 2 laterali, 2 tendina + ginocchia conducente)
  • 3 attacchi Isofix (due sulla seconda fila, 1 lato passeggero sedili anteriori)
  • ABS (sistema di frenata antibloccaggio)
  • ESP (controllo elettronico della stabilità)
  • XDS (sistema differenziale elettronico)
  • Sistema di riconoscimento della stanchezza
  • Sistema di controllo della pressione pneumatici
  • Sensori di parcheggio posteriori con sistema di visualizzazione dell’area di manovra

Sorprende, però, dover pagare a parte accessori come la videocamera posteriore (375 euro) e il portellone elettrico con sistema “handsfree” (540 euro).

 

title

Scheda tecnica
Caratteristiche motore turbo benzina, 4 cilindri in linea, 1.984 cc, 245 CV
Cambio automatico (doppia frizione) a 7 rapporti
Trazione integrale permanente
Dimensioni 4,73/1,84/1,67 metri
Acc. 0-100 km/h 6,2 s
Consumi 10,9-11,9 km/l
Prezzo 48.000 euro

Dove l’abbiamo guidata

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare la Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV tra BarcellonaMilano: una prova non programmata dovuta a uno sciopero dei controllori di volo degli aeroporti del capoluogo lombardo che ci ha impedito di tornare a casa dopo l’evento Cupra riguardante i progetti futuri del brand iberico.

Un percorso autostradale che ha esaltato le doti da stradista della Sport Utility iberica: un mezzo che ha offerto (come visto in precedenza) consumi relativamente contenuti, qualche fruscio aerodinamico di troppo alle alte velocità e sospensioni non esageratamente morbide sulle sconnessioni.

NON TUTTI SANNO CHE – La Catalogna è l’unica “regione” al mondo che ospita gare di F1MotoGPWRC. Senza dimenticare il Mondiale Superbike

Dove vorremmo guidarla

Non possiamo davvero chiedere di più. La vettura ci è stata gentilmente prestata da Seat per tornare a casa in una situazione di emergenza e abbiamo potuto guidarla per oltre 1.000 km. Ci sarà tempo e modo di testarla con i motori 1.5 TSI e 2.0 TDI, più adatti alla clientela italiana.

Le concorrenti

Land Rover Range Rover Velar 2.0 Si4 Per chi vuole più stile e non può rinunciare a un marchio “premium” sul cofano. Prezzi altissimi.
Mazda CX-5 2.5L Signature I prezzi sono simili a quelli della Tarraco ma il motore è molto meno potente (194 CV) ed è oltretutto aspirato.
Porsche Macan 2.0 La SUV più economica di Zuffenhausen è carissima (oltre 70.000 euro) ma condivide con la Tarraco il motore (con 20 CV in più).
Skoda Kodiaq RS L’unica vera rivale della Tarraco condivide con la Sport Utility iberica il pianale e il motore. Più cara ma anche più ricca.

L’articolo Seat Tarraco FR: come va la 2.0 TSI 245 CV proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Mondiale F1 2022 – GP Gran Bretagna a Silverstone: gli orari TV su Sky e TV8

title

Credits: Patrice Lapointe ATPImages/Getty Images

Il GP di Gran BretagnaSilverstone – decima tappa del Mondiale F1 2022 – sarà trasmesso in diretta su Sky e in differita su TV8 (di seguito troverete gli orari TV).

Max Verstappen è il favorito secondo i bookmaker ma non ha mai vinto questa corsa e oltretutto la Mercedes di Lewis Hamilton (primo in sette delle ultime otto edizioni) sembra tornata in forma: prepariamoci a qualche sorpresa…

F1 2022 – GP Gran Bretagna: cosa aspettarsi

Il circuito di Silverstone – sede del GP di Gran Bretagna, decimo appuntamento del Mondiale F1 2022 – è un tracciato veloce che premia le monoposto più performanti. Partire bene è molto importante: dal 2009 a oggi solo Hamilton nel 2014 è stato capace di trionfare qui senza scattare dalla “top 3”.

La pioggia prevista per venerdì potrebbe rovinare le prime due sessioni di prove libere. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio di Gran Bretagna, gli orari TV su SkyTV8 e il nostro pronostico.

F1 Grand Prix of Canada

Credits: Dan Mullan/Getty Images

F1 Grand Prix of Canada

Credits: Patrice Lapointe ATPImages/Getty Images

F1 Grand Prix of Canada

Credits: Clive Rose/Getty Images

F1 Grand Prix of Canada

Credits: Lars Baron – Formula 1/Formula 1 via Getty Images

F1 Grand Prix of Canada

Credits: Clive Rose/Getty Images

/

F1 2022 – Silverstone, il calendario e gli orari TV su Sky e TV8
Venerdì 1 luglio 2022
14:00-15:00 Prove libere 1 (diretta su Sky Sport F1)
17:00-18:00 Prove libere 2 (diretta su Sky Sport F1)
Sabato 2 luglio 2022
13:00-14:00 Prove libere 3 (diretta su Sky Sport F1)
16:00-17:00 Qualifiche (diretta su Sky Sport F1, differita alle 18:00 su TV8)
Domenica 3 luglio 2022
16:00 Gara (diretta su Sky Sport F1, differita alle 18:00 su TV8)

F1 – I numeri del GP di Gran Bretagna
LUNGHEZZA CIRCUITO 5.891 m
GIRI 52
RECORD IN PROVA Lewis Hamilton (Mercedes F1 W11) – 1’24”303 – 2020
RECORD IN GARA Max Verstappen (Red Bull RB16) – 1’27”097 – 2020
RECORD DISTANZA Max Verstappen (Red Bull RB16) – 1h19’41”996 – 2020

F1 – Il pronostico del GP di Gran Bretagna 2022

title

1° Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton adora il GP di casa: otto vittorie, undici podi totali, sette pole position e da sette anni consecutivi in prima fila in griglia.

Il pilota britannico ha tutte le carte in regola per fare bene e la sua Mercedes sembra essersi ripresa: non solo per la terza piazza in Canada ma per le due gare consecutive in “top 5”.

title

2° Max Verstappen (Red Bull)

Max Verstappen è il favorito secondo i bookmaker ma due elementi giocano a suo sfavore: l’affidabilità della Red Bull (in Canada è toccato a Pérez) e il fatto di non aver mai vinto il GP di Gran Bretagna (due secondi posti come migliori piazzamenti e una pole position lo scorso anno).

Il campione del mondo in carica, però, è in uno stato di forma impressionante: cinque vittorie e una terza piazza negli ultimi sei appuntamenti del Mondiale F1 2022.

title

3° Charles Leclerc (Ferrari)

Charles Leclerc si trova a proprio agio a Silverstone: da quando è in Ferrari è sempre salito sul podio del GP di Gran Bretagna ed è sempre scattato dalle prime due file della griglia.

Questa corsa sarà l’occasione del riscatto e del ritorno in “top 3” dopo quattro gare di digiuno? Lo scopriremo domenica…

title

Da tenere d’occhio: Valtteri Bottas (Alfa Romeo)

L’Alfa Romeo ha mostrato ottime cose in Canada e Valtteri Bottas si sta confermando un pilota molto continuo: sei volte a punti nelle ultime sette gare del Mondiale F1 2022.

I precedenti del pilota finlandese nel GP di Gran Bretagna? Quattro podi e una pole position.

title

La squadra da seguire: Red Bull

La Red Bull non vince il GP di Gran Bretagna da dieci anni e stavolta sembra davvero la volta buona: la scuderia austriaca sta dominando il Mondiale F1 2022 con sei vittorie consecutive e otto corse di seguito con almeno una vettura in “top 3”. Bisognerà però fare i conti con un Hamilton in forma.

I precedenti del team nella corsa britannica? Tre successi, quattro pole position ma anche una sola auto sul podio nelle ultime cinque edizioni.

 

L’articolo Mondiale F1 2022 – GP Gran Bretagna a Silverstone: gli orari TV su Sky e TV8 proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Blocco camion luglio 2022: il calendario e le date

title

L’elenco dei giorni di luglio 2022 nei quali i camion e i mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate non potranno circolare (salvo deroghe) fuori dai centri abitati è stato stabilito da un decreto del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.

Conoscere le date in cui non circolano i camion e i TIR è importante, soprattutto in un mese come questo caratterizzato da molti automobilisti in viaggio per le vacanze estive.

Di seguito troverete il calendario completo del divieto di circolazione per i mezzi pesanti disposto dal Ministero e relativo a luglio 2022. Come potete vedere dall’elenco questo mese i blocchi interesseranno dodici date: tutti i weekend più gli ultimi due venerdì.

Luglio 2022: i giorni di divieto per i TIR

  • Sabato 2 luglio 2022 dalle 08:00 alle 16:00
  • Domenica 3 luglio 2022 dalle 07:00 alle 22:00
  • Sabato 9 luglio 2022 dalle 08:00 alle 16:00
  • Domenica 10 luglio 2022 dalle 07:00 alle 22:00
  • Sabato 16 luglio 2022 dalle 08:00 alle 16:00
  • Domenica 17 luglio 2022 dalle 07:00 alle 22:00
  • Venerdì 22 luglio 2022 dalle 16:00 alle 22:00
  • Sabato 23 luglio 2022 dalle 08:00 alle 16:00
  • Domenica 24 luglio 2022 dalle 07:00 alle 22:00
  • Venerdì 29 luglio 2022 dalle 16:00 alle 22:00
  • Sabato 30 luglio 2022 dalle 08:00 alle 16:00
  • Domenica 31 luglio 2022 dalle 07:00 alle 22:00

L’articolo Blocco camion luglio 2022: il calendario e le date proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Tesla Model Y, la tecnologia sigla per sigla

title

La Tesla Model Y è una SUV media elettrica statunitense ricca di tecnologia e sorprese: una crossover ecologica e moderna rivolta agli amanti dell’ambiente che guardano al futuro.

Di seguito troverete un glossario per capire meglio cosa significano le sigle che identificano gli accessori tecnologici della Tesla Model Y.

Tesla Model Y: la tecnologia sigla per sigla

Autopark

La funzione Autopark utilizza i dati ricevuti dai sensori a ultrasuoni e dal GPS per semplificare le operazioni di parcheggio su strade pubbliche, fare le opportune manovre con la Model Y ed entrare nei parcheggi in parallelo o in perpendicolare.

Autopilot

L’Autopilot consente alla Tesla Model Y di sterzare, accelerare e frenare automaticamente nella propria corsia di marcia.

GAWR

La sigla GAWR indica il peso massimo distribuito che ogni asse è in grado di sostenere.

GVWR

La sigla GVWR (acronimo di Gross Vehicle Weight Rating) indica la massa totale massima consentita dalla Tesla Model Y.

HomeLink

HomeLink è un ricetrasmettitore universale utilizzabile per azionare dispositivi a radiofrequenza (RF) come porte di garage, cancelli, luci e sistemi di sicurezza.

Lane Assist

Le telecamere della funzione Autopilot e i sensori a ultrasuoni monitorano le linee di demarcazione della corsia di marcia e le aree circostanti per rilevare l’eventuale presenza di veicoli o altri oggetti.

Premium Connectivity

Premium Connectivity è un pacchetto di connettività.

Smart Summon

La funzione Smart Summon – ideata solo per l’uso in parcheggi e vialetti di una proprietà privata ed esclusivamente su superfici pavimentate – è progettata per consentire alla Tesla Model Y di raggiungere il conducente (utilizzando il GPS del telefono come destinazione) oppure una posizione a scelta, evitando eventuali ostacoli e arrestandosi secondo necessità. Funziona con l’app Tesla non appena il telefono viene rilevato a circa sei metri dalla vettura. Utilizzando i sensori a ultrasuoni, le telecamere e i dati del GPS Smart Summon è in grado di manovrare la Model Y in uscita da un parcheggio e farle svoltare l’angolo. Una funzione utile per far uscire l’auto da parcheggi stretti, superare pozze e tratti allagati o agevolare i conducenti che si avvicinano al veicolo portando ad esempio le buste della spesa.

Summon

La funzione Summon – progettata e ideata solo per l’uso in una proprietà privata, dove l’area circostante è ben nota e prevedibile – consente di parcheggiare e far uscire in modo automatico la Tesla Model Y dal parcheggio effettuando le manovre dall’esterno del veicolo. La funzione utilizza i dati raccolti dai sensori a ultrasuoni per spostare la vettura in avanti e in retromarcia fino a 12 metri dentro o fuori dal parcheggio.

Supercharger

Supercharger è la postazione di ricarica veloce Tesla.

Track

La modalità Track – disponibile solo su Tesla Model Y Performance, progettata unicamente per la guida su percorsi chiusi al traffico e destinata a persone con esperienza nella guida sportiva – modifica le caratteristiche del controllo di stabilità, del controllo di trazione, della frenata rigenerativa e dei sistemi di raffreddamento.

Valet

La modalità Valet è utile quando si utilizzano i servizi di car valet o tutte le volte che si desidera limitare l’accesso o le funzioni del veicolo: velocità limitata a 113 km/h, accelerazione e potenza massima limitate, blocco del bagagliaio anteriore e del cassetto portaoggetti, località Casa e Lavoro non disponibili nel sistema di navigazione, disattivazione dei comandi vocali, delle funzioni comfort del sistema Autopilot e dell’impostazione Consenti accesso dati dispositivo mobile, HomeLink non accessibile, Profili conducente non accessibile, disattivazione Wi-Fi e Bluetooth e sul touchscreen non viene visualizzato l’elenco di chiavi con cui è possibile accedere alla Model Y.

L’articolo Tesla Model Y, la tecnologia sigla per sigla proviene da Icon Wheels.

Fonte:

MotoGP 2022: Bagnaia domina ad Assen, doppietta italiana con Bezzecchi

title

Credits: Steve Wobser/Getty Images

Francesco Bagnaia ha vinto – anzi, ha dominato – il GP di Assen: nell’undicesima tappa della MotoGP 2022 abbiamo assistito a una doppietta italiana (e Ducati) grazie al sorprendente secondo posto di Marco Bezzecchi, al primo podio in carriera nella classe regina del Motomondiale. In terza posizione un gradito ritorno in “top 3” dopo un anno di digiuno: Maverick Viñales in sella all’Aprilia.

MOTOGP-NED

Credits: VINCENT JANNINK/ANP/AFP via Getty Images

MotoGP of Netherlands – Race

Credits: Steve Wobser/Getty Images

MotoGP of Netherlands – Free Practice

Credits: Hasan Bratic/DeFodi Images via Getty Images

MotoGP of Netherlands – Qualifying

Credits: Hasan Bratic/DeFodi Images via Getty Images

MOTO-PRIX-GER-TRAINING

Credits: RONNY HARTMANN/AFP via Getty Images

/

Nella corsa olandese si è riaperta la lotta per il titolo iridato: Fabio Quartararo si è ritirato e il rivale diretto Aleix Espargaró – travolto dal francese al quinto giro mentre si trovava in seconda posizione – è stato protagonista di un’eccezionale rimonta che lo ha portato dal quindicesimo posto al quarto.

MotoGP 2022 – GP Assen: le pagelle

title

10
/10

Francesco Bagnaia (Ducati)

Francesco Bagnaia oggi è stato perfetto e quasi sicuramente avrebbe vinto il GP di Assen anche senza l’incidente tra Quartararo e Aleix Espargaró.

Il centauro torinese – autore della pole position e in testa per tutta la corsa – deve ora mostrare più continuità: tre vittorie e tre ritiri negli ultimi sei appuntamenti della MotoGP 2022 non sono sufficienti per puntare al titolo.

title

9
/10

Aleix Espargaró (Aprilia)

Aleix Espargaró ha riaperto il Motomondiale 2022 ad Assen disputando una gara magistrale. Partito quarto, ha impiegato poche curve per beffare Quartararo e balzare in seconda posizione ma al quinto giro è stato travolto dal francese e si è ritrovato quindicesimo. A quel punto il centauro iberico è stato protagonista di una rimonta eccezionale: sesto a pochi metri dal traguardo e quarto sotto la bandiera a scacchi dopo uno spettacolare doppio sorpasso su Miller e Brad Binder.

Terza gara consecutiva fuori dal podio ma anche settima corsa di seguito in “top 5”: ora sono solo 21 i punti che lo separano dal leader della MotoGP Quartararo.

title

5
/10

Fabio Quartararo (Yamaha)

Oggi Fabio Quartararo ha dimostrato che anche i supercampioni che appaiono imbattibili possono commettere errori: secondo al via e superato dopo poche curve da Aleix Espargaró, ha travolto il rivale spagnolo alla quinta tornata durante un tentativo di sorpasso. Una manovra che tra l’altro ha riaperto la lotta per la MotoGP 2022.

Il ritiro al 14° giro dopo una seconda caduta mentre si trovava in ultima posizione coincide con la fine di una striscia di sei piazzamenti consecutivi in “top 5”.

title

9
/10

Marco Bezzecchi (Ducati)

Senza l’incidente Quartararo/Aleix Espargaró probabilmente non avremmo visto Marco Bezzecchi centrare il primo podio in carriera in MotoGP ma questo non toglie nulla alla sua straordinaria prestazione.

Il pilota riminese è stato tanto veloce quanto bravo a gestire le gomme: una gara da applausi.

title

10
/10

Ducati

Ducati è tornata a vincere ad Assen dopo 14 anni e lo ha fatto in grande stile.

Trionfo con Bagnaia, doppietta grazie a Bezzecchi e un dominio in pista mai messo in discussione.

MotoGP 2022 – I risultati del GP di Assen

Prove libere 1

1 Jack Miller (Ducati) 1:42.589
2 Joan Mir (Suzuki) 1:42.698
3 Pol Espargaró (Honda) 1:42.891
4 Álex Márquez (Honda) 1:42.959
5 Aleix Espargaró (Aprilia) 1:43.030

Prove libere 2

1 Francesco Bagnaia (Ducati) 1:33.274
2 Fabio Quartararo (Yamaha) 1:33.579
3 Álex Rins (Suzuki) 1:33.611
4 Jack Miller (Ducati) 1:33.833
5 Joan Mir (Suzuki) 1:33.899

Prove libere 3

1 Aleix Espargaró (Aprilia) 1:32.164
2 Fabio Quartararo (Yamaha) 1:32.205
3 Álex Rins (Suzuki) 1:32.320
4 Takaaki Nakagami (Honda) 1:32.355
5 Marco Bezzecchi (Ducati) 1:32.382

Prove libere 4

1 Fabio Quartararo (Yamaha) 1:32.478
2 Francesco Bagnaia (Ducati) 1:32.578
3 Jack Miller (Ducati) 1:32.811
4 Aleix Espargaró (Aprilia) 1:32.855
5 Miguel Oliveira (KTM) 1:32.899

Qualifiche

1 Francesco Bagnaia (Ducati) 1:31.504
2 Fabio Quartararo (Yamaha) 1:31.620
3 Jorge Martín (Ducati) 1:31.708
4 Marco Bezzecchi (Ducati) 1:31.796
5 Aleix Espargaró (Aprilia) 1:31.868

Warm up

1 Aleix Espargaró (Aprilia) 1:32.424
2 Fabio Quartararo (Yamaha) 1:32.548
3 Maverick Viñales (Aprilia) 1:32.680
4 Jorge Martín (Ducati) 1:32.799
5 Luca Marini (Ducati) 1:32.819

Le classifiche
La classifica del GP di Assen 2022
Francesco Bagnaia (Ducati) 40:25.205
Marco Bezzecchi (Ducati) + 0,4 s
Maverick Viñales (Aprilia) + 1,2 s
Aleix Espargaró (Aprilia) + 2,6 s
Brad Binder (KTM) + 2,7 s
Classifica Mondiale Piloti
Fabio Quartararo (Yamaha) 172 punti
Aleix Espargaró (Aprilia) 151 punti
Johann Zarco (Ducati) 114 punti
Francesco Bagnaia (Ducati) 106 punti
Enea Bastianini (Ducati) 105 punti

L’articolo MotoGP 2022: Bagnaia domina ad Assen, doppietta italiana con Bezzecchi proviene da Icon Wheels.

Fonte:

Guida a sinistra: tutte le nazioni che vanno “al contrario”

title

Le nazioni dove si guida a sinistra – quelle in cui le auto hanno il volante a destra, per intenderci – sono ancora molte.

Tutti sappiamo, ad esempio, che in Giappone, nel Regno Unito e in Australia guidano “al contrario” ma non tutti sono invece a conoscenza del fatto che in tre dei cinque Paesi più popolosi del mondo (India, Indonesia e Pakistan) si viaggia sul lato sinistro della carreggiata.

Di seguito troverete l’elenco completo di tutte le nazioni che adottano la guida a sinistra (a volte chiamata guida a destra per via della posizione del volante), Paesi un tempo legati alla Corona inglese ma non solo.

Guida a sinistra: tutte le nazioni che vanno “al contrario”

  • Antigua e Barbuda
  • Australia
  • Bahamas
  • Bangladesh
  • Barbados
  • Bhutan
  • Botswana
  • Brunei
  • Cipro
  • Dominica
  • eSwatini
  • Figi
  • Giamaica
  • Giappone
  • Grenada
  • Guyana
  • Hong Kong
  • India
  • Indonesia
  • Irlanda
  • Isole Salomone
  • Isole Vergini Americane
  • Kenya
  • Kiribati
  • Lesotho
  • Macao
  • Malawi
  • Malaysia
  • Maldive
  • Malta
  • Mauritius
  • Mozambico
  • Namibia
  • Nauru
  • Nepal
  • Nuova Zelanda
  • Pakistan
  • Papua Nuova Guinea
  • Regno Unito (tranne Gibilterra e Territorio Britannico dell’Oceano Indiano)
  • Saint Kitts e Nevis
  • Saint Lucia
  • Saint Vincent e Grenadine
  • Samoa
  • Seychelles
  • Singapore
  • Sri Lanka
  • Sudafrica
  • Suriname
  • Tanzania
  • Thailandia
  • Timor Est
  • Tonga
  • Trinidad e Tobago
  • Tuvalu
  • Uganda
  • Zambia
  • Zimbabwe

Guida a sinistra in Italia

Agli albori dell’automobile ogni provincia italiana poteva decidere in modo autonomo la direzione di marcia delle vetture: ad esempio a Milano e a Roma si guidava a sinistra. Nel 1923 fu stabilito di tenere la destra ma fu solo nel 1926 che tutte le città si adeguarono alla normativa attuale. Alcuni veicoli ancora oggi hanno il volante sulla destra: si tratta soprattutto di mezzi da lavoro che non necessitano di sorpassare e che adottano questa soluzione per offrire una migliore visuale del ciglio della strada.

Guida a sinistra e cambio automatico

Guidare “al contrario” – evento che può capitare se ad esempio vi trovate a noleggiare un’auto nel Regno Unito – è più semplice con il cambio automatico. Chi è alle prime esperienze con il volante a destra troverà molto comodo concentrarsi solo sui sensi di marcia e sulle precedenze senza dover pensare alla frizione e alla leva della trasmissione da maneggiare.

Guida a sinistra: consigli utili

Guidare dal lato “sbagliato” della strada è semplice se sai come farlo: agli inizi bisogna abituarsi ad alcune stranezze come il pedale dell’acceleratore vicino alla portiera e ai sorpassi a destra ma basta poco tempo per abituarsi. Diverso il discorso che riguarda le precedenze e le rotonde: nel primo caso bisogna ricordarsi di guardare prima a destra e poi a sinistra (anziché il contrario come facciamo noi), nel secondo caso bisogna tenere conto del fatto che vanno imboccate in senso orario e non antiorario e che per uscire bisogna svoltare a sinistra e non a destra.

Se siete alla prima esperienza in un Paese con la guida a sinistra consigliamo di noleggiare una vettura non troppo ingombrante dotata di cambio automatico.

Perché in Inghilterra si guida a sinistra?

Storicamente le persone si tenevano sul lato sinistro della strada per poter usare con più facilità la spada con la mano destra e con l’arrivo delle prime carrozze la consuetudine di tenere la sinistra è stata mantenuta. Il Giappone – grande ammiratore del Regno Unito – decise di adeguarsi alla guida a sinistra intorno alla metà del XIX secolo.

L’articolo Guida a sinistra: tutte le nazioni che vanno “al contrario” proviene da Icon Wheels.

Fonte: