Category Archives: Tuning

SUV Volkswagen: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Le SUV Volkswagen sono molto amate dagli italiani: la Casa tedesca può vantare una gamma ricca composta da otto crossover in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.

Di seguito troverete l’elenco completo di tutte le SUV Volkswagen (con i prezzi): tante proposte per tutti i gusti e tutte le tasche.

SUV Volkswagen: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Volkswagen Taigo

La Volkswagen Taigo è una piccola SUV sviluppata sullo stesso pianale della Polo e della T-Cross. I prezzi partono da 23.800 euro e la gamma motori è formata da tre unità turbo benzina TSI: due 1.0 tre cilindri da 95 e 110 CV e un 1.5 da 150 CV.

title

Volkswagen T-Cross

La Volkswagen T-Cross è una piccola SUV che condivide il pianale con la Polo e la Taigo. Prezzi da 23.750 euro e una gamma motori composta da tre unità turbo benzina TSI: due 1.0 tre cilindri da 95 e 110 CV e un 1.5 da 150 CV.

title

Volkswagen T-Roc

La Volkswagen T-Roc è una SUV compatta disponibile a trazione anteriore o integrale in vendita a prezzi che partono da 27.350 euro. La gamma motori è composta da cinque unità turbo: tre TSI a benzina (1.0 tre cilindri da 110 CV, 1.5 da 150 CV e 2.0 da 300 CV) e due 2.0 diesel TDI da 116 e 150 CV.

title

Volkswagen Tiguan

La seconda generazione della Volkswagen Tiguan è una SUV compatta disponibile a trazione anteriore o integrale che condivide il pianale con l’Audi Q3 e la Q3 Sportback. Prezzi da 34.000 euro e una gamma motori composta da sette unità turbo: quattro TSI a benzina (due 1.5 da 131 e 150 CV e due 2.0 da 190 e 320 CV) e tre 2.0 diesel TDI da 122, 150 e 200 CV.

title

Volkswagen Tiguan Allspace

La Volkswagen Tiguan Allspace – variante a passo lungo della seconda generazione della Tiguan – è una SUV compatta disponibile a trazione anteriore o integrale. Prezzi da 42.300 euro e una gamma motori formata da tre unità turbo: un 1.5 TSI a benzina da 150 CV e due 2.0 diesel TDI da 150 e 200 CV.

title

Volkswagen Touareg

La terza generazione della Volkswagen Touareg è una grande SUV a trazione integrale in vendita a prezzi che partono da 79.800 euro. La gamma motori è composta da tre 3.0 V6 turbo: un TSI benzina da 340 CV e due TDI da 231 e 286 CV.

title

Volkswagen ID.4

La Volkswagen ID.4 è una SUV compatta elettrica disponibile a trazione posteriore (un motore da 204 CV) o integrale (due propulsori da 299 CV). Pianale condiviso con la ID.3 e la ID.5 e prezzi che partono da 53.650 euro.

title

Volkswagen ID.5

La Volkswagen ID.5, variante filante della ID.4, è una SUV media elettrica disponibile a trazione posteriore (un motore da 204 CV) o integrale (due motori da 299 CV) sviluppata sullo stesso pianale della ID.3 e della ID.4. I prezzi? Da 55.850 euro.

L’articolo SUV Volkswagen: l’elenco completo (con i prezzi) proviene da Icon Wheels.

Fonte

Mondiale F1 2022 – GP Belgio a Spa-Francorchamps: gli orari TV su Sky e TV8

title

Credits: Arpad Kurucz/Anadolu Agency via Getty Images

Il GP del BelgioSpa-Francorchamps – quattordicesima tappa del Mondiale F1 2022 – sarà trasmesso in diretta su Sky e in differita su TV8 (di seguito troverete gli orari TV).

Sulle Ardenne assisteremo molto probabilmente a un “triello” MercedesRed BullFerrari con qualche outsider pronto a infilarsi se la gara dovesse rivelarsi pazza come quella dello scorso anno.

F1 2022 – GP Belgio: cosa aspettarsi

Il circuito di Spa-Francorchamps – sede del GP del Belgio, quattordicesimo appuntamento del Mondiale F1 2022 – è un tracciato lungo e vario amatissimo dal piloti. Partire bene qui è molto importante: dal 2010 a oggi solo Daniel Ricciardo nel 2014 è stato capace di trionfare su questa pista senza scattare dalla prima fila.

Di seguito troverete il calendario del Gran Premio del Belgio, gli orari TV su SkyTV8 e il nostro pronostico.

F1 Grand Prix of Hungary

Credits: Peter J Fox/Getty Images

F1 Grand Prix of Hungary

Credits: Arpad Kurucz/Anadolu Agency via Getty Images

F1 Hungarian Grand Prix

Credits: Jakub Porzycki/NurPhoto

F1 Grand Prix of Hungary

Credits: Peter J Fox/Getty Images

Carlos Sainz of Scuderia Ferrari  in the parc ferme after

Credits: Marco Canoniero/LightRocket via Getty Images

/

F1 2022 – Spa-Francorchamps, il calendario e gli orari TV su Sky e TV8
Venerdì 26 agosto 2022
14:00-15:00 Prove libere 1 (diretta su Sky Sport F1)
17:00-18:00 Prove libere 2 (diretta su Sky Sport F1)
Sabato 27 agosto 2022
13:00-14:00 Prove libere 3 (diretta su Sky Sport F1)
16:00-17:00 Qualifiche (diretta su Sky Sport F1, differita alle 18:30 su TV8)
Domenica 28 agosto 2022
15:00 Gara (diretta su Sky Sport F1, differita alle 18:30 su TV8)

F1 – I numeri del GP del Belgio
LUNGHEZZA CIRCUITO 7.004 m
GIRI 44
RECORD IN PROVA Lewis Hamilton (Mercedes F1 W11) – 1’41”252 – 2020
RECORD IN GARA Valtteri Bottas (Mercedes F1 W09) – 1’46”286 – 2018
RECORD DISTANZA Kimi Räikkönen (Ferrari F2007) – 1h20’39”066 – 2007

F1 – Il pronostico del GP d’Ungheria 2022

title

1° Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton è in una fase di crescita costante – cinque piazzamenti consecutivi in “top 5” – e gli manca solo la vittoria quest’anno.

I suoi precedenti in Belgio? Interessanti: quattro successi, sei pole position e dieci podi (sette negli ultimi 7 anni).

title

2° Max Verstappen (Red Bull)

Max Verstappen ha il Mondiale F1 2022 in tasca: negli ultimi sei appuntamenti iridati ha portato a casa quattro vittorie e un secondo posto.

Lo scorso anno il pilota olandese ha conquistato la pole position e il gradino più alto del podio in una delle corse più assurde della storia (due giri percorsi di cui solo uno valido per la classifica della gara): domenica ha tutte le carte in regola per fare bene.

title

3° Charles Leclerc (Ferrari)

Charles Leclerc è in crisi nera: il trionfo in Austria è stato il suo unico podio negli ultimi otto GP del Mondiale F1 2022.

Il driver monegasco nel 2019 ha portato a casa pole position e vittoria nel GP del BelgioSpa-Francorchamps ma si tratta del suo unico risultato rilevante nella gara delle Ardenne.

title

Da tenere d’occhio: Carlos Sainz Jr. (Ferrari)

Carlos Sainz Jr. detesta Spa-Francorchamps: due decimi posti come migliori risultati.

Il driver iberico – reduce da tre gare lontano dalla “top 3” – guida però quest’anno una Ferrari veloce e punterà al podio.

title

La squadra da seguire: Mercedes

La Mercedes è tornata tra le “big”: la scuderia tedesca nelle ultime sei gare del Mondiale F1 2022 ha sempre piazzato sul podio almeno una monoposto.

I precedenti delle frecce d’argento nel GP del Belgio? Cinque vittorie e sette pole position.

L’articolo Mondiale F1 2022 – GP Belgio a Spa-Francorchamps: gli orari TV su Sky e TV8 proviene da Icon Wheels.

Fonte

SUV a benzina: l’elenco completo per marca (con i prezzi)

title

Le SUV a benzina sono vetture interessanti per chi percorre pochi chilometri ma non può rinunciare alla versatilità, a una posizione di seduta rialzata e a un look modaiolo.

Di seguito troverete l’elenco completo di tutte le SUV a benzina in commercio in Italia (con i prezzi): tante proposte per tutti i gusti e tutte le tasche.

SUV a benzina: l’elenco completo per marca (con i prezzi)

title

Alfa Romeo

  • Stelvio 2.0 Turbo 200 CV da 59.800 euro
  • Stelvio 2.0 Turbo 280 CV da 68.000 euro
  • Stelvio Quadrifoglio 109.000 euro

title

Aston Martin

  • DBX 188.126 euro
  • DBX 707 244.513 euro

title

Audi

  • Q2 30 TFSI da 29.100 euro
  • Q2 35 TFSI da 30.850 euro
  • Q2 40 TFSI da 38.700 euro
  • SQ2 da 53.500 euro
  • Q3 35 TFSI da 36.700 euro
  • Q3 40 TFSI da 42.150 euro
  • Q3 45 TFSI da 47.000 euro
  • Q3 RS 72.200 euro
  • Q3 Sportback 35 TFSI da 40.600 euro
  • Q3 Sportback 40 TFSI da 46.050 euro
  • Q3 Sportback RS 75.450 euro
  • SQ7 da 108.400 euro

title

Bentley

  • Bentayga V8 da 207.600 euro

title

BMW

  • X1 sDrive18i da 42.250 euro
  • X2 sDrive18i da 35.250 euro
  • X2 sDrive20i da 41.500 euro
  • X2 xDriveM35i da 58.350 euro
  • X3 M Competition 111.850 euro
  • X4 M Competition 115.900 euro
  • X5 M50i 107.000 euro
  • X5 M 136.500 euro
  • X5 M Competition 150.500 euro
  • X6 M50i 109.050 euro
  • X6 M 143.150 euro
  • X6 M Competition 157.150 euro
  • X7 M60i 132.400 euro

title

Cadillac

  • XT4 350T da 42.010 euro
  • Escalade 6.2 V8 da 139.969 euro

title

Citroën

  • C3 Aircross PureTech 110 da 21.200 euro
  • C3 Aircross PureTech 130 da 25.950 euro
  • C5 Aircross PureTech da 29.700 euro

title

Cupra

  • Ateca 51.350 euro
  • Formentor 1.5 TSI da 34.250 euro
  • Formentor 2.0 TSI 190 CV 39.500 euro
  • Formentor 2.0 TSI 245 CV 45.700 euro
  • Formentor 2.0 TSI 310 CV 50.300 euro
  • Formentor VZ5 da 66.045 euro

title

Dacia

  • Duster 1.0 TCe da 16.550 euro
  • Duster 1.3 TCe 23.950 euro

title

DFSK

  • Glory 500 da 20.490 euro
  • Glory 580 26.490 euro
  • Glory iX5 29.090 euro

title

DR

  • 3 1.5 16.400 euro
  • 4.0 1.5 18.900 euro
  • 4.0 1.5 Turbo 21.900 euro
  • 5.0 1.5 20.900 euro
  • F35 1.5 Turbo da 24.900 euro
  • 6.0 1.5 Turbo 28.900 euro

title

DS

  • 3 Crossback PureTech 100 da 27.700 euro
  • 3 Crossback PureTech 130 da 31.200 euro
  • 3 Crossback PureTech 155 da 36.700 euro
  • 7 Crossback PureTech da 43.500 euro

title

Evo

  • 3 15.900 euro
  • 4 17.900 euro

title

Fiat

  • 500X 1.0 T3 da 22.850 euro

title

Ford

  • EcoSport da 24.750 euro
  • Puma ST da 35.000 euro

title

Hyundai

  • Bayon 1.2 da 19.850 euro
  • Kona 1.0 T-GDI da 23.000 euro
  • Kona N Performance 42.800 euro

title

Ineos

  • Grenadier da 64.390 euro

title

Jaguar

  • F-Pace 2.0 250 CV 78.460 euro
  • F-Pace SVR 115.430 euro

title

Jeep

  • Renegade 1.0 T3 da 24.900 euro

title

Kia

  • XCeed 1.0 T-GDi da 23.500 euro
  • Stonic 1.2 da 19.000 euro

title

Lamborghini

  • Urus da 232.490 euro

title

Land Rover

  • Defender 90 V8 da 137.500 euro
  • Defender 110 V8 da 141.500 euro
  • Range Rover Velar 2.0 Si4 da 64.400 euro
  • Range Rover Sport V8 146.200 euro
  • Range Rover V8 da 158.700 euro

title

Mahindra

  • KUV100 1.2 da 13.995 euro

title

Maserati

  • Grecale Trofeo 114.950 euro
  • Levante Modena 126.070 euro
  • Levante Trofeo 170.600 euro

title

Mazda

  • CX-5 2.0L da 35.300 euro
  • CX-5 2.5L da 43.750 euro

title

Mercedes

  • GLA 180 da 37.837 euro
  • GLA 200 da 40.607 euro
  • GLA 250 da 45.632 euro
  • GLA 35 AMG 57.736 euro
  • GLA 45 S AMG 68.044 euro
  • GLB 180 da 39.420 euro
  • GLB 200 da 42.190 euro
  • GLB 250 da 47.651 euro
  • GLB 35 AMG 60.260 euro
  • GLC 43 AMG 84.917 euro
  • GLC 63 S AMG 105.161 euro
  • GLC Coupé 43 AMG 83.507 euro
  • GLC Coupé 63 AMG S 101.732 euro
  • G 500 da 151.260 euro
  • G 63 AMG 187.470 euro

title

MG

  • ZS 1.0 T-GDI da 19.990 euro
  • ZS 1.5 da 15.990 euro

title

Mini

  • Countryman Cooper da 38.200 euro
  • Countryman Cooper S da 47.700 euro
  • Countryman John Cooper Works da 51.100 euro

title

Nissan

  • Juka DIG-T da 22.900 euro

title

Opel

  • Mokka 1.2 Turbo da 24.400 euro
  • Mokka 1.2 Turbo 130 CV da 25.400 euro
  • Crossland 1.2 da 22.900 euro
  • Crossland 1.2 Turbo 110 CV da 23.900 euro
  • Crossland 1.2 Turbo 130 CV da 26.400 euro
  • Grandland 1.2 T da 31.700 euro

title

Peugeot

  • 2008 PureTech 100 da 24.270 euro
  • 2008 PureTech 130 da 25.470 euro
  • 3008 PureTech Turbo da 32.120 euro
  • 5008 PureTech Turbo da 35.270 euro

title

Porsche

  • Macan 2.0 da 70.471 euro
  • Macan S 79.809 euro
  • Macan GTS 96.837 euro
  • Cayenne V6 S da 106.095 euro
  • Cayenne V6 da 87.340 euro
  • Cayenne GTS 125.127 euro
  • Cayenne V8 Turbo 156.989 euro
  • Cayenne Coupé 3.0 da 94.017 euro
  • Cayenne Coupé S da 111.186 euro
  • Cayenne Coupé GTS 128.632 euro
  • Cayenne Coupé Turbo 161.592 euro
  • Cayenne Coupé Turbo GT 210.424 euro

title

Renault

  • Captur TCe 90 CV da 22.100 euro
  • Kadjar TCe da 27.950 euro

title

Rolls-Royce

  • Cullinan da 368.000 euro

title

Seat

  • Arona 1.0 EcoTSI da 20.350 euro
  • Arona 1.0 EcoTSI 110 CV da 22.950 euro
  • Arona 1.5 TSI 27.900 euro
  • Ateca 1.0 TSI da 26.100 euro
  • Ateca 1.5 EcoTSI da 31.350 euro
  • Ateca 2.0 TSI 40.200 euro
  • Tarraco 1.5 TSI da 32.650 euro
  • Tarraco 2.0 TSI da 41.550 euro
  • Tarraco 2.0 TSI 245CV da 47.150 euro

title

Skoda

  • Kamiq 1.0 TSI 22.900 euro
  • Kamiq 1.0 TSI 110 CV da 24.000 euro
  • Kamiq 1.5 TSI da 28.000 euro
  • Karoq 2.0 TSI 40.660 euro
  • Karoq 1.0 TSI da 28.200 euro
  • Karoq 1.5 TSI da 29.950 euro
  • Kodiaq 1.5 TSI da 34.350 euro
  • Kodiaq 2.0 TSI da 45.800 euro
  • Kodiaq RS da 50.300 euro

title

Ssangyong

  • Tivoli 1.2 GDI da 18.700 euro
  • Tivoli 1.5 GDI da 22.000 euro
  • Korando 1.5 GDI-Turbo da 25.840 euro

title

Subaru

  • XV 1.6i da 25.800 euro
  • Outback da 44.000 euro

title

Toyota

  • Aygo X da 17.000 euro

title

Volkswagen

  • Taigo 1.0 TSI 23.800 euro
  • Taigo 1.0 TSI 110 CV da 25.000 euro
  • Taigo 1.5 TSI 30.350 euro
  • T-Cross 1.0 TSI da 23.750 euro
  • T-Cross 1.0 TSI 110 CV da 24.950 euro
  • T-Cross 1.5 TSI da 28.600 euro
  • T-Roc 1.0 TSI da 27.350 euro
  • T-Roc 1.5 TSI da 29.850 euro
  • T-Roc R 50.000 euro
  • Tiguan 1.5 TSI 34.000 euro
  • Tiguan 1.5 TSI 150CV da 35.750 euro
  • Tiguan 2.0 TSI da 46.900 euro
  • Tiguan R 62.500 euro
  • Tiguan Allspace 1.5 TSI da 42.300 euro
  • Touareg 3.0 V6 TSI 80.700 euro

title

Volvo

  • XC40 T2 da 34.850 euro

L’articolo SUV a benzina: l’elenco completo per marca (con i prezzi) proviene da Icon Wheels.

Fonte

Auto mild hybrid diesel: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Le auto mild hybrid diesel rappresentano poco più del 4% delle immatricolazioni in Italia ma grazie all’omologazione ibrida sono la soluzione perfetta per i macinatori di chilometri che vivono in zone soggette a blocchi del traffico.

Le vetture con questa alimentazione montano un motore turbodiesel abbinato a un modulo elettrico che gestisce le funzioni di motorino d’avviamento e di alternatore. Il tutto per ridurre i consumi.

Di seguito troverete l’elenco completo (con i prezzi) di tutte le auto mild hybrid diesel in commercio nel nostro Paese: tanti modelli per tutti i gusti e (quasi) tutte le tasche.

Auto mild hybrid diesel: l’elenco completo per marca (con i prezzi)

title

Audi

  • A4 30 TDI da 42.100 euro
  • A4 35 TDI da 44.050 euro
  • A4 40 TDI da 45.800 euro
  • A4 50 TDI da 54.550 euro
  • S4 TDI da 77.900 euro
  • A4 Avant 30 TDI da 43.700 euro
  • A4 Avant 35 TDI da 45.150 euro
  • A4 Avant 40 TDI da 47.400 euro
  • A4 Avant 50 TDI da 56.150 euro
  • S4 Avant TDI da 79.500 euro
  • A4 allroad 40 TDI da 52.000 euro
  • A4 allroad 50 TDI da 58.150 euro
  • A6 35 2.0 TDI da 55.800 euro
  • A6 40 2.0 TDI da 58.000 euro
  • A6 45 3.0 TDI da 66.000 euro
  • A6 50 3.0 TDI da 67.400 euro
  • S6 3.0 TDI da 85.150 euro
  • A6 Avant 35 TDI da 58.200 euro
  • A6 Avant 40 TDI da 60.400 euro
  • A6 Avant 45 TDI da 68.400 euro
  • A6 Avant 50 TDI da 69.800 euro
  • S6 Avant TDI da 87.550 euro
  • A6 allroad 40 TDI da 66.900 euro
  • A6 allroad 45 TDI da 72.000 euro
  • A6 allroad 50 TDI da 73.400 euro
  • A6 allroad 55 TDI da 80.150 euro
  • A7 Sportback 40 TDI da 66.500 euro
  • A7 Sportback 45 TDI da 75.300 euro
  • A7 Sportback 50 TDI da 78.000 euro
  • S7 Sportback TDI da 94.350 euro
  • A8 50 TDI da 101.400 euro
  • A5 Coupé 35 TDI da 51.450 euro
  • A5 Coupé 40 TDI da 53.050 euro
  • A5 Coupé 50 TDI da 66.650 euro
  • S5 Coupé TDI da 84.550 euro
  • A5 Cabrio 35 TDI da 58.450 euro
  • A5 Cabrio 40 TDI da 60.050 euro
  • A5 Sportback 35 TDI da 51.450 euro
  • A5 Sportback 40 TDI da 53.050 euro
  • A5 Sportback 50 TDI da 66.650 euro
  • S5 Sportback TDI da 84.550 euro
  • Q5 35 TDI da 54.300 euro
  • Q5 40 TDI da 57.100 euro
  • Q5 50 TDI da 67.350 euro
  • SQ5 TDI da 88.150 euro
  • Q5 Sportback 35 TDI da 57.300 euro
  • Q5 Sportback 40 TDI da 60.100 euro
  • Q5 Sportback 50 TDI da 76.450 euro
  • SQ5 Sportback TDI da 90.750 euro
  • Q7 45 TDI da 74.200 euro
  • Q7 50 TDI da 74.950 euro
  • SQ7 TDI da 108.400 euro
  • Q8 45 TDI da 80.800 euro
  • Q8 50 TDI da 82.900 euro

title

BMW

  • 316d 48V da 45.750 euro
  • 318d 48V da 50.200 euro
  • 320d 48V da 51.700 euro
  • 330d 48V da 58.000 euro
  • M 340d 48V 72.750 euro
  • 316d Station da 41.200 euro
  • 318d Station da 45.650 euro
  • 320d Station da 47.500 euro
  • 330d Station da 54.850 euro
  • M340d Station 73.650 euro
  • 518d 48V da 57.190 euro
  • 520d 48V da 59.990 euro
  • 530d 48V da 65.390 euro
  • 540d 48V da 75.040 euro
  • 518d Station da 58.690 euro
  • 520d Station da 61.440 euro
  • 530d Station da 66.790 euro
  • 540d Station da 76.290 euro
  • 420d 48V Coupé da 54.100 euro
  • 430d 48V Coupé da 60.050 euro
  • M440d 48V Coupé 78.550 euro
  • 420d 48V Cabrio da 62.750 euro
  • 430d 48V Cabrio da 69.250 euro
  • M440d 48V Cabrio 87.200 euro
  • 420d Gran Coupé da 56.900 euro
  • 430d Gran Coupé da 68.400 euro
  • 620d Gran Turismo da 67.900 euro
  • 630d Gran Turismo da 71.100 euro
  • 640d Gran Turismo da 80.400 euro
  • 840d Coupé 117.750 euro
  • 840d Cabrio 125.850 euro
  • 840d Gran Coupé 114.700 euro
  • X1 xDrive23d da 57.490 euro
  • X3 sDrive18d 48V da 57.050 euro
  • X3 xDrive20d 48V da 59.850 euro
  • X3 xDrive30d 48V 249 CV da 67.950 euro
  • X3 xDrive30d 48V da 67.950 euro
  • X3 xDriveM40d 48V 76.750 euro
  • X4 xDrive20d 48V da 64.250 euro
  • X4 xDrive30d 48V 249 CV da 72.550 euro
  • X4 xDrive30d 48V da 72.550 euro
  • X4 xDrive M40d 48V 81.200 euro
  • X5 xDrive30d 48V da 78.100 euro
  • X5 xDrive40d 48V da 81.100 euro
  • X6 xDrive30d da 83.000 euro
  • X6 xDrive40d da 85.500 euro
  • X7 xDrive40d 104.300 euro

title

Hyundai

  • Tucson 1.6 CRDi 48V da 33.400 euro

title

Jaguar

  • XE 2.0 D da 48.960 euro
  • XF 2.0 D da 60.360 euro
  • XF Sportbrake 2.0 D da 70.760 euro
  • E-Pace 2.0D I4 163 CV da 54.725 euro
  • E-Pace 2.0D I4 204 CV da 57.730 euro
  • F-Pace 2.0 D 163 CV da 67.080 euro
  • F-Pace 2.0 D 204 CV da 70.180 euro
  • F-Pace 3.0 D V6 da 83.540 euro

title

Kia

  • Ceed 1.6 CRDi MHEV da 27.750 euro
  • Ceed SW 1.6 CRDi MHEV da 28.750 euro
  • XCeed 1.6 CRDi MHEV da 29.600 euro
  • Sportage 1.6 CRDi MHEV da 32.500 euro

title

Land Rover

  • Defender 90 3.0D I6 200 CV da 68.800 euro
  • Defender 90 3.0D I6 250 CV da 74.100 euro
  • Defender 90 3.0D I6 300 CV da 78.800 euro
  • Defender 5 porte 3.0D I6 200 CV da 74.800 euro
  • Defender 5 porte 3.0D I6 250 CV da 80.300 euro
  • Defender 5 porte 3.0D I6 300 CV da 84.900 euro
  • Discovery Sport 2.0 TD4 163 CV da 53.735 euro
  • Discovery Sport 2.0 TD4 204 CV da 56.785 euro
  • Discovery 3.0D I6 249 CV da 68.800 euro
  • Discovery 3.0D I6 300 CV da 83.200 euro
  • Range Rover Evoque 2.0D I4 163 CV da 54.925 euro
  • Range Rover Evoque 2.0D I4 204 CV da 57.935 euro
  • Range Rover Velar 2.0D I4 da 66.100 euro
  • Range Rover Velar 3.0D I6 da 87.400 euro
  • Range Rover 3.0D I6 da 129.100 euro
  • Range Rover 3.0D I6 300 CV da 133.100 euro
  • Range Rover 3.0D I6 350 CV da 148.800 euro

title

Mercedes

  • C 200 d Mild hybrid da 49.689 euro
  • C 220 d Mild hybrid da 57.905 euro
  • C 300 d Mild hybrid da 56.357 euro
  • C 200 d Station da 51.134 euro
  • C 220 d Station da 53.076 euro
  • C 300 d Station da 57.803 euro
  • E 300 d Mild hybrid da 66.672 euro
  • E 220 d Mild hybrid da 59.833 euro
  • E 220 d Station da 61.346 euro
  • E 300 d Station da 68.184 euro
  • E 300 d Cabrio da 79.768 euro
  • CLS 300 d Mild hybrid da 88.392 euro
  • GLE 300 d Mild hybrid da 77.510 euro
  • GLE Coupé 300 d da 83.122 euro

title

Volvo

  • V60 B4 (d) da 49.200 euro
  • V60 Cross Country B4 (d) da 55.650 euro
  • S90 B5 da 68.050 euro
  • V90 B4 da 65.550 euro
  • V90 B5 da 77.350 euro
  • V90 Cross Country B4 da 70.950 euro
  • XC60 B4 (d) da 55.100 euro
  • XC60 B5 (d) da 64.200 euro
  • XC90 B5 da 77.050 euro

L’articolo Auto mild hybrid diesel: l’elenco completo (con i prezzi) proviene da Icon Wheels.

Fonte

BMW i7: modello, prezzo, dotazione e foto

title

La BMW i7 – nata nel 2022 – è un’ammiraglia elettrica tedesca a trazione integrale.

In questa guida all’acquisto vi mostreremo nel dettaglio il listino dell’ecologica “berlinona” bavarese: prezzomotori, accessori, pregidifetti e chi più ne ha più ne metta.

BMW i7: le caratteristiche principali

La BMW i7 è un’ammiraglia a emissioni zero che presenta un design divisivo, specialmente nella zona del frontale. Gli interni, invece, mettono tutti d’accordo: l’ambiente a bordo è iperlussuoso e c’è persino un sistema di intrattenimento per i sedili posteriori con uno schermo da 31,3″ (optional a 4.900 euro).

BMW i7: modello e prezzo di listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche della BMW i7. L’ammiraglia elettrica bavarese monta due motori elettrici, uno sull’asse anteriore e l’altro su quello posteriore.

  • due motori elettrici da 544 CV

BMW i7 (146.000 euro)

L’unica versione – per il momento – in listino della BMW i7 è spinta da due motori elettrici in grado di generare una potenza combinata di 544 CV. Le prestazioni? 240 km/h di velocità massima e 4,7 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

BMW i7: la dotazione di serie

La dotazione di serie della BMW i7 comprende:

Sicurezza

  • Airbag laterali per guidatore e passeggero
  • Airbag laterali per la testa per prima e seconda fila di sedili
  • Airbag per guidatore e passeggero disattivabile tramite apposita chiave
  • Antifurto con allarme
  • Active Guard Professional
  • Assistente di attenzione alla guida
  • Avvisatore acustico per pedoni
  • BMW Emergency Call
  • Bulloni antifurto per cerchi in lega
  • Cinture di sicurezza attive e regolabili
  • Controllo dinamico di stabilità DSC
  • Indicatore pressione pneumatici
  • Luci freno dinamiche
  • Poggiatesta regolabili per prima e seconda fila di sedili
  • Porte posteriori con sistema di chiusura meccanica di sicurezza per bambini
  • Protezione laterale contro urti integrata
  • Segnalatore acustico cinture di sicurezza
  • Sensori di collisione attivi
  • Sistema anti bloccaggio di sicurezza ABS, con Brake Assist System e Cornering Brake Control
  • Terza luce di stop a Led sopra il lunotto posteriore

Design esterno

  • Badge con nome modello sul portellone posteriore lato destro
  • Badge ‘xDrive’ sul portellone posteriore lato sinistro
  • BMW kidney iconic glow

Cerchi e pneumatici

  • Cerchi in lega da 19″ aerodinamici style 904 Bicolor

Interni

  • Ambient Light
  • Battitacco in alluminio con scritta “BMWi” s
  • Bracciolo centrale per sedili anteriori con vano portaoggetti
  • Bracciolo centrale per sedili posteriori con portabevande
  • Luci interne: centrale anteriore e posteriore, luci lettura anteriori, alette parasole e portaoggetti
  • Luci interne: vano piedi anteriore, sotto-porta anteriori e vano bagagli
  • Modanature in legno pregiato di tiglio “Fineline” Brown open pored
  • Design Pure Excellence
  • Portabevande: 2 ant. e 2 post. centrale
  • Sedili per 5 passeggeri
  • Sedile guidatore con regolazione elettrica e funzione memory
  • Sedili in Veganza
  • Sedili post. con schienale ribaltabile frazionato 40:20:40
  • Supporto lombare
  • Riscaldamento sedili anteriori e posteriori
  • Tappetini in velluto
  • Tasche portaoggetti dietro i sedili anteriori
  • Tendina parasole per lunotto e vetri laterali posteriori ad azionamento elettrico
  • Tetto panoramico con tendina per oscuramento
  • Vano portaoggetti, lato passeggero e guidatore, nelle portiere con portabevande (1l) e centrale ant.
  • Volante sportivo in pelle a 2 razze con comandi multifunzione (logo con bordo blue)

Tecnologia a bordo

  • Accensione senza inserimento chiave
  • Adaptive mode per selezione automatica del feeling di guida
  • Batteria con morsetto di sicurezza
  • BMW Livecockpit Professional
  • BMW Teleservices
  • BMW Interaction Bar
  • Automatic operation of tailgate
  • Charging cable (MODE 3 22kW)
  • Flexible Fast charger
  • Climatizzatore automatico con controllo a 4 zone
  • Pacchetto retrovisori interno ed esterni autoanabbaglianti e richiudibili elettricamente
  • Comfort access
  • BMW IconicSounds Electric
  • Cruise Control con funzione freno
  • Driving Assistant
  • Fari adattivi con tecnologia a LED
  • Freno di stazionamento elettromeccanico
  • Head-up display
  • High beam assist
  • Integral Active Steering
  • Sospensioni adattive
  • Limitatore di velocità
  • Luci di benvenuto interne/esterne
  • Tecnologia My Modes (5+1): Personale (impostazione di base”; Efficiente; Sport; Espressivo; Relax – Teatro
  • Luci interne e area maniglie illuminata con apertura telecomando
  • Luci posteriori con tecnologia a LED
  • Parking Assistant Plus
  • Presa elettrica da 12V: vano portaoggetti ant., bracciolo ant., 2 nella console centrale post. con adattatore USB
  • Presa USB: 2 bracciolo ant (ricarica + trasmissione dati); 2 bracciolo post (ricarica)
  • Riscaldamento sedili anteriori
  • Sensore pioggia con accensione anabbaglianti, regolazione tergicristalli e sensore di appannamento
  • Sensori di parcheggio PDC Ant./Post.
  • Servotronic
  • Sistema di chiusura centralizzata: portiere, flap serbatoio, bagagliaio. Chiusura aut. regolabile
  • Sistema di regolazione automatica della profondità dei fari
  • Soft close
  • Specchietti retrovisori esterni regolabili e ripieg. elett., riscaldati e lato guida auto anabbagliante
  • Spia consumo pastiglie freni
  • Sportello per ricarica elettrica sul fianco anteriore sinistro
  • Trazione integrale intelligente xDrive con funzione DSC
  • Ugello lavavetri per telecamera di assistenza alla retromarcia
  • Ugelli tergicristalli riscaldati

Sistemi di comunicazione e infotainment

  • BMW Connected Drive Services
  • BMW Touch Comnand
  • BMW Connected Package Professional
  • Personal e-SIM
  • Wireless charging
  • BMW Natural Interaction
  • Controller iDrive nella consolle centrale con tasti per selezione diretta funzioni e funzioni preferite
  • Bowers & Wilkins Surr. Sound system
  • Radio DAB

BMW i7: gli optional

La dotazione di serie della BMW i7 andrebbe a nostro avviso arricchita con due optional fondamentali: il vetro panoramico Sky Lounge (980 euro) e la vernice metallizzata (1.200 euro).

L’articolo BMW i7: modello, prezzo, dotazione e foto proviene da Icon Wheels.

Fonte

Kia Niro: spazio all’efficienza

title

Difficile capire se la nuova Kia Niro rappresenta una rivoluzione rispetto all’antenata o una semplice evoluzione: da una parte la seconda generazione dell’ecologica SUV coreana – disponibile, come sempre, con tre alimentazioni (ibrida benzina, ibrida plug-in benzina ed elettrica) – ha mantenuto praticamente invariata la base tecnica ma dall’altra va detto che gli ingegneri asiatici hanno modificato tantissimi elementi per perfezionare quello che era già prima un progetto molto valido.

I cambiamenti più evidenti hanno riguardato il design ma non vanno sottovalutati l’incremento delle dimensioni esterne e interne e i numerosi interventi apportati per migliorare ulteriormente l’efficienza. Qualche esempio? Il grande lavoro aerodinamico, l’aumento della potenza dell’unità elettrica sulla variante PHEV e l’eliminazione dal listino della variante EV con la batteria più piccola.

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare la Kia Niro più amata – la full hybrid HEV – nel più ricco (e costoso) allestimento Evolution: scopriamo insieme i suoi pregidifetti.

Nuova Kia Niro: i motori

La gamma motori della nuova Kia Rio è composta da tre unità:

  • un 1.6 ibrido benzina HEV da 141 CV
  • un 1.6 ibrido plug-in benzina PHEV da 183 CV
  • un elettrico EV da 204 CV

title

Nuova Kia Niro: fuori e dentro

La seconda serie della Kia Niro è cresciuta in tutti i sensi: rispetto alla prima generazione è più lunga di 6 cm mentre la larghezza e il passo sono aumentati di 2 centimetri. Lo stile – più originale e maturo al tempo stesso – mostra le cose migliori nella parte posteriore con i gruppi ottici a forma di boomerang e il montante C che funge da convogliatore del flusso d’aria per migliorare l’aerodinamica. Una soluzione tanto vistosa quanto funzionale che non agevola la visibilità in manovra, specialmente su un mezzo lungo 4,42 metri, non facile da gestire nei parcheggi. Per fortuna la dotazione di serie comprende accessori utilissimi come i sensori anteriori e posteriori, la retrocamera con linee guida dinamiche e l’RCCA (Rear Cross-Traffic Collision Avoidance Assist), che quando si esce in retromarcia da un posteggio o da una strada secondaria riconosce la presenza di eventuali veicoli sulla traiettoria e applica automaticamente i freni per evitare una collisione.

Dentro troviamo un abitacolo assemblato con cura ricco di materiali ecologici: carta da parati riciclata per il rivestimento del padiglione, pannelli delle portiere rifiniti con una vernice priva di composti organici volatili e base del parabrezza fatta per il 75% da fibre riciclate. Per quanto riguarda lo spazio a bordo la nuova Niro offre un bagagliaio ampio e molto sfruttabile (425 litri che diventano 1.419 quando si abbattono i sedili dietro) e tanti centimetri per le spalle e le gambe dei passeggeri posteriori. Avremmo solo voluto un po’ più di “aria” nella zona della testa.

title

Nuova Kia Niro: come si guida

Nonostante i miglioramenti alle sospensioni (MacPherson all’anteriore, quattro bracci al posteriore, nuovo cuscinetto del puntone inclinato che riduce l’attrito) e allo sterzo (comando ricalibrato attraverso la messa a punto del software di guida) la nuova Kia Niro si conferma – come l’antenata – una crossover più rassicurante che divertente.

Il powertrain full hybrid è composto da un motore 1.6 a benzina da 105 CV, da un’unità elettrica da 43,5 CV, da un modulo HSG (Hybrid Starter Generator) da 10,9 CV e da una batteria da 1,32 kWh. Il risultato finale? Una potenza totale di 141 CV, una quantità notevole di coppia (265 Nm), una risposta corposa ai bassi regimi e un cambio automatico (doppia frizione) a sei rapporti rapido nei passaggi marcia reso più leggero (- 2,3 kg) grazie alla rimozione dell’ingranaggio della retromarcia, che ora avviene solo in modalità EV.

title

Kia Niro: cara e ricca (ma poco personalizzabile)

La Kia Niro HEV Evolution protagonista del nostro primo contatto ha un prezzo alto (34.500 euro) e una dotazione di serie ricca ma poco personalizzabile:

Comfort

  • Climatizzatore automatico bi-zona
  • Drive mode select
  • Freno di stazionamento elettronico (EPB)
  • Poggiatesta anteriori regolabili in 4 direzioni
  • Poggiatesta posteriori regolabili in altezza
  • Predisposizione gancio traino
  • Sedile guida regolabile in altezza
  • Sedile passeggero regolabile in altezza
  • Servosterzo elettrico + volante regolabile in altezza e profondità
  • Smart key con start button
  • Comando del cambio Shift by Wire
  • Highway Driving Assist (HDA)
  • Paddles al volante
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori
  • Smart Cruise Control (SCC)
  • Portellone posteriore ad apertura intelligente
  • Sedile lato guida regolabile elettricamente
  • Supporto lombare lato guida

Esterni

  • Barre longitudinali al tetto
  • Fari posteriori a LED
  • Luci di posizione anteriori a LED
  • Luci diurne anteriori a LED
  • Maniglie esterne in tinta carrozzeria
  • Modanatura laterale nera
  • Paraurti in tinta carrozzeria
  • Retrovisori esterni con indicatori di direzione integrati a LED
  • Retrovisori esterni ripiegabili elettricamente
  • Retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente
  • Retrovisori in tinta carrozzeria
  • Protezioni sottoscocca anteriori e posteriori cromate
  • Cerchi in lega da 18″
  • Fari fendinebbia a LED
  • Griglia anteriore nera con superficie cromata
  • Passaruota in vernice high glossy black
  • Retrovisori esterni in high glossy black
  • Vetri posteriori oscurati
  • Fari anteriori Full LED (tecnologia a rifrazione)

Interni

  • Aletta parasole lato guida con specchietto di cortesia
  • Aletta parasole lato passeggero con specchietto di cortesia
  • Aletta parasole con illuminazione
  • Finiture interne in vernice silver
  • Gancio rete bagagliaio
  • Luce vano bagagli
  • Luci di lettura posteriori
  • Portabevande anteriore
  • Sedili posteriori abbattibili e frazionabili con modulo 60:40
  • Volante rivestito in pelle artificiale
  • Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori – funzione auto up/down & safety anteriori
  • Bocchette di aerazione posteriori
  • Maniglie interne cromate
  • Pianale di carico rigido
  • Sedili in tessuto e pelle artificiale
  • Sedili posteriori regolabili in inclinazione
  • Sedili anteriori riscaldabili
  • Volante riscaldabile

Multimedia

  • 2 porte USB posteriori (solo funzione di ricarica)
  • 7 anni di traffico Kia Connect
  • 1 anno di aggiornamenti mappe Over-the-air gratuiti
  • Bluetooth con riconoscimento vocale
  • Comandi audio al volante
  • Kia Navigation System DAB con schermo touchscreen da 10,25″, Apple Car Play/Android Auto
  • Porta USB anteriore
  • Porta USB vassoio anteriore
  • Retrocamera con linee guida dinamiche
  • Tweeters
  • Retrovisore interno elettrocromatico
  • Sensore pioggia
  • Supervision cluster da 10,25″
  • Wireless phone charger

Sicurezza

  • 7 anni di garanzia/150.000 km (secondo disposizioni della Casa)
  • ABS, ESC, HAC, MCBA (Multi-Collision Brake Assist)
  • Airbag centrale tra guida e passeggero
  • Airbag laterali anteriori e a tendina anteriori e posteriori
  • Airbag lato guida e passeggero
  • Airbag per le ginocchia lato guida
  • Freni a disco anteriori
  • Freni a disco posteriori
  • Intelligent Speed Limit Assist (ISLA)
  • Lane Following Assist (LFA)
  • Lane Keeping Assist (LKA)
  • High Beam Assist (HBA)
  • Driver Attention Warning (DAW)
  • Predisposizione Isofix
  • Sistema di monitoraggio pressione pneumatici (TPMS) con indicazione pressione
  • Forward Collision Avoidance assist (FCA) vetture, pedoni, ciclisti e funzione svolta
  • Ruotino di scorta
  • Blind-spot Collision Avoidance Assist (BCA)
  • Rear Cross Collision Avoidance Assist (RCCA)
  • Safe Exit Assist (SEA)

Gli unici due optional sono la vernice (750 euro per la metallizzata o il bianco solido, 950 euro per la tinta perlata o bicolore) e il Premium Pack. Questo pacchetto costa 2.750 euro e comprende: Remote Smart Parking Assist (RSPA) (Entry), Head-Up display, sistema audio premium Harman Kardon, pedaliera in alluminio, finiture interne in high glossy black, sedile anteriore lato passeggero Relaxation, sedili anteriori ventilati, sedili anteriori e posteriori riscaldabili, supporto lombare elettrico lato passeggero, sedili anteriori regolabili elettricamente, sedili in pelle vegana e Parking Collision Avoidance Assist (PCA).

title

Kia Niro: le novità in 5 punti

  • Più grande fuori e dentro
  • Ancora più efficiente
  • Retromarcia in modalità elettrica
  • Montante C che funge da convogliatore del flusso d’aria
  • Materiali sostenibili nell’abitacolo

Scheda tecnica
Caratteristiche motore ibrido benzina, 4 cilindri in linea, 1.580 cc, 141 CV
Cambio automatico (doppia frizione) a sei rapporti
Trazione anteriore
Dimensioni 4,42/1,83/1,55 metri
Acc. 0-100 km/h 10,8 secondi
Consumi 21,2-22,6 km/l
Prezzo 34.500 euro

Dove l’abbiamo guidata

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare la nuova Kia Niro HEV in Assia tra Francoforte sul Meno e la zona collinare del Taunus. La crossover asiatica si è confermata un’auto che punta più sull’efficienza che sul divertimento, come dimostrano i consumi bassissimi ottenuti: la Casa coreana dichiara percorrenze comprese tra 21,2 e 22,6 km/l e durante il nostro test (effettuato prima su un percorso ricco di curve e saliscendi e in seguito in autostrada, location poco adatte alle “economy run”) siamo riusciti a stare tra i 15 e i 20 chilometri con un litro a seconda dello stile di guida.

NON TUTTI SANNO CHE – Il circondario dell’Alto Taunus (Hochtaunuskreis) è una delle zone più ricche dell’intera Germania. Qui ha sede la nota azienda Braun.

Dove vorremmo guidarla

Avremmo voluto guidare maggiormente in città la Kia Niro per esaltare le sue doti di regina dei consumi e per analizzare meglio il comportamento delle sospensioni sul pavé: sulle sconnessioni più pronunciate la risposta degli ammortizzatori ci è apparsa un po’ secca (niente di preoccupante, però, sia chiaro).

L’articolo Kia Niro: spazio all’efficienza proviene da Icon Wheels.

Fonte

F1 2022: Leclerc vince in Austria contro tutto e tutti

title

Credits: Lars Baron – Formula 1/Formula 1 via Getty Images

Una vittoria sofferta e meritata quella ottenuta da Charles Leclerc nel GP d’Austria al Red Bull Ring: il pilota monegasco ha tagliato il traguardo dell’undicesima tappa del Mondiale F1 2022 davanti a Max VerstappenLewis Hamilton (Mercedes) nonostante problemi all’acceleratore (rimaneva aperto al 20/30% in rilascio) che hanno condizionato il finale di gara.

F1 Grand Prix of Austria

Credits: Lars Baron/Getty Images

F1 Grand Prix of Austria

Credits: Lars Baron – Formula 1/Formula 1 via Getty Images

F1 Rolex Grand Prix of Austria Zeltweg Austria

Credits: Alessio Morgese/NurPhoto

AUTO-PRIX-F1-AUT

Credits: JURE MAKOVEC/AFP via Getty Images

F1 Grand Prix of Austria

Credits: Clive Rose/Getty Images

/

La Ferrari ha portato a casa il secondo successo consecutivo ma ha manifestato seri problemi di affidabilità: oltre all’acceleratore di Leclerc va citato il motore della monoposto di Carlos Sainz Jr. andato letteralmente in fumo.

Mondiale F1 2022 – GP Austria: le pagelle

title

8
/10

Max Verstappen (Red Bull)

Max Verstappen ha conquistato al Red Bull Ring il settimo podio negli ultimi otto appuntamenti del Mondiale F1 2022 ma a causa di un elevato degrado delle gomme si è dovuto accontentare del secondo posto (condito dal punto bonus del giro veloce) contro un Leclerc fenomenale che lo ha superato in ben tre occasioni.

Dopo la pole position di venerdì e il trionfo (+ 8 punti) nella sprint race di ieri, il driver olandese ha subito il primo sorpasso dal rivale monegasco al 12° giro e una tornata dopo ha effettuato a sorpresa una sosta anticipata ai box rientrando ottavo. Tornato in “top 3” al 18° giro dopo aver passato Hamilton, è balzato in seconda posizione approfittando del ritiro del compagno Pérez e si è ritrovato in testa al 27° giro grazie al pit-stop di Sainz Jr., prima di finire nuovamente superato da Leclerc al 33° giro.

Terzo al 36° giro in seguito al secondo pit-stop e secondo al 49° dopo la sosta di Leclerc, Max Verstappen è tornato in testa la tornata seguente nuovamente per via della fermata ai box di Sainz ma dopo poco è stato passato per la terza e ultima volta da Charles senza mai riuscire a impensierirlo nonostante i problemi all’acceleratore della Ferrari.

title

10
/10

Charles Leclerc (Ferrari)

Dopo cinque gare a secco di podi Charles Leclerc ha fatto le cose in grande dominando il GP d’Austria al Red Bull Ring e sorpassando per ben tre volte il leader del Mondiale F1 2022: la sua Ferrari è stata tanto veloce nei primi tre quarti di gara quanto problematica (acceleratore rimasto aperto anche in fase di rilascio) nel finale.

Scattato dalla seconda posizione e balzato al comando al 12° giro grazie al primo sorpasso su Verstappen, è rientrato in terza piazza dopo un pit-stop al 26° giro ma grazie alla sosta del compagno Sainz Jr. (27° giro) e al secondo sorpasso su Max si è ritrovato facilmente di nuovo al comando della corsa. Stesso discorso in occasione della seconda sosta: terzo al 49° giro, secondo al 50° dopo la fermata di box del coéquipier spagnolo e primo tre tornate dopo in seguito alla terza e ultima “beffa” ai danni del campione del mondo in carica. Nonostante i problemi tecnici nel finale è riuscito a conservare un buon margine per vincere la corsa.

title

8
/10

George Russell (Mercedes)

George Russell – quarto in qualifica e nella sprint race – è riuscito a mantenere questa posizione anche sotto la bandiera a scacchi nel GP d’Austria al Red Bull Ring nonostante una penalizzazione di 5 secondi rimediata dopo un contatto al via con Pérez.

Per il pilota britannico della Mercedes si tratta della decima gara su undici in “top 5”: davvero niente male.

title

7
/10

Carlos Sainz Jr. (Ferrari)

Dopo due ottimi risultati in Canada e in Gran Bretagna Carlos Sainz Jr. è stato costretto al ritiro nel GP d’Austria al Red Bull Ring dopo che il motore della sua Ferrari ha preso fuoco.

Terzo in qualifica e nella sprint race, il pilota spagnolo è balzato in seconda posizione dopo la sosta anticipata di Verstappen e si è ritrovato in testa dopo il pit-stop del compagno Leclerc. Dopo essersi fermato ai box è rientrato in “top 3” al 29° giro dopo il cambio gomme di Hamilton, è salito in seconda posizione approfittando del secondo pit di Max ed è tornato in testa alla 49° tornata nuovamente grazie alla sosta di Charles. Al 50° giro è tornato terzo dopo il pit-stop ma sette tornate dopo si è dovuto arrendere.

title

8
/10

Ferrari

Il trionfo di Leclerc nel GP d’Austria e la seconda vittoria consecutiva nel Mondiale F1 2022 sono le due notizie positive per la Ferrari.

Le Rosse oggi sono state velocissime ma hanno mostrato troppi problemi di affidabilità.

Mondiale F1 2022 – I risultati del GP d’Austria

Prove libere 1

1 Max Verstappen (Red Bull) 1:06.302
2 Charles Leclerc (Ferrari) 1:06.557
3 George Russell (Mercedes) 1:06.702
4 Sergio Pérez (Red Bull) 1:06.839
5 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:06.909

Qualifiche

1 Max Verstappen (Red Bull) 1:04.984
2 Charles Leclerc (Ferrari) 1:05.013
3 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1:05.066
4 George Russell (Mercedes) 1:05.431
5 Esteban Ocon (Alpine) 1:05.726

Prove libere 2

1 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 1:08.610
2 Charles Leclerc (Ferrari) 1:08.660
3 Max Verstappen (Red Bull) 1:08.778
4 Fernando Alonso (Alpine) 1:08.832
5 Esteban Ocon (Alpine) 1:08.848

Qualifiche sprint

1 Max Verstappen (Red Bull) 26:30.059
2 Charles Leclerc (Ferrari) + 1,7 s
3 Carlos Sainz Jr. (Ferrari) + 5,6 s
4 George Russell (Mercedes) + 13,4 s
5 Sergio Pérez (Red Bull) + 18,3 s

Le classifiche
La classifica del GP d’Austria 2022
Charles Leclerc (Ferrari) 1h24:24.312
Max Verstappen (Red Bull) + 1,5 s
Lewis Hamilton (Mercedes) + 41,2 s
George Russell (Mercedes) + 59,0 s
Esteban Ocon (Alpine) + 1:08,4 s
Classifica Mondiale Piloti
Max Verstappen (Red Bull) 208 punti
Charles Leclerc (Ferrari) 170 punti
Sergio Pérez (Red Bull) 151 punti
Carlos Sainz Jr. (Ferrari) 133 punti
George Russell (Mercedes) 128 punti
Classifica Mondiale Costruttori
Red Bull 340 punti
Ferrari 278 punti
Mercedes 210 punti
McLaren-Mercedes 73 punti
Alpine-Renault 70 punti

L’articolo F1 2022: Leclerc vince in Austria contro tutto e tutti proviene da Icon Wheels.

Fonte

SUV Jeep: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Jeep è la gallina dalle uova d’oro del gruppo Stellantis: la Casa statunitense – specializzata nella produzione di SUVfuoristrada – ha contribuito in modo rilevante ai successi del colosso nato dall’accordo tra FCA e PSA e continua a farlo ancora oggi.

Il merito va a una gamma di prodotti (a trazione integrale ma non solo) adatti alle esigenze dell’automobilista moderno: crossover per tutti i gusti in un mercato che vede questa categoria di vetture rappresentare la metà delle immatricolazioni.

Di seguito troverete l’elenco di tutte le SUV Jeep (con i prezzi): cinque proposte votate all’off-road.

SUV Jeep: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Jeep Renegade

La Jeep Renegade è una piccola SUV disponibile a trazione anterioreintegrale sviluppata sullo stesso pianale della Fiat 500XPrezzi da 24.900 euro e una gamma motori composta da cinque unità sovralimentate: un 1.5 mild hybrid benzina MHEV da 131 CV, un 1.0 tre cilindri a benzina T3 da 120 CV, due 1.3 ibridi plug-in benzina 4xe da 190 e 240 CV e un 1.6 diesel Mjt da 130 CV.

title

Jeep Compass

La seconda generazione della Jeep Compass è una SUV compatta disponibile a trazione anterioreintegralePrezzi da 32.900 euro e una gamma motori composta da quattro unità sovralimentate: un 1.5 mild hybrid benzina MHEV da 130 CV, due 1.3 ibridi plug-in benzina 4xe da 190 e 240 CV e un 1.6 diesel Multijet II da 131 CV.

title

Jeep Grand Cherokee

La quinta generazione della Jeep Grand Cherokee è una grande SUV ibrida plug-in benzina a trazione integrale spinta da un motore 2.0 turbo ibrido plug-in benzina da 381 CV. Il prezzo? 94.000 euro.

title

Jeep Wrangler

La quarta generazione della Jeep Wrangler è una fuoristrada (non chiamatela SUV compatta, potrebbe offendersi) a trazione integrale spinta da un motore 2.0 turbo benzina da 272 CV. I prezzi? Da 51.000 euro.

title

Jeep Wrangler Unlimited

La Jeep Wrangler Unlimited – variante a passo lungo (e con porte posteriori) della quarta serie della 4×4 “yankee” – è una grande fuoristradatrazione integrale in vendita a prezzi che partono da 54.500 euro. La gamma motori è composta da due unità 2.0 sovralimentate: un benzina da 272 CV e un ibrido plug-in benzina 4xe da 381 CV.

L’articolo SUV Jeep: l’elenco completo (con i prezzi) proviene da Icon Wheels.

Fonte

Zity a Milano: guida completa al car sharing elettrico Dacia

title

Da oggi Zity sbarca a Milano: il nuovo servizio di car sharing elettrico Dacia sarà composto da una flotta di 450 Spring e ha già raccolto oltre 6.000 registrazioni nella fase di pre-lancio.

Di seguito troverete tutti i dettagli del servizio Zity a Milano, gestibile completamente tramite app: prezzi, assicurazioni, franchigie, ricarica e chi più ne ha più ne metta.

Come funziona Zity

Il servizio di car sharing elettrico Zity – già attivo a Madrid, Parigi e Lione – è free-floating: la flotta di 450 Dacia Spring è disponibile 24 ore su 24 in un’area di 112 km2 all’interno della città di Milano (le vetture vanno prese e riconsegnate dentro questa zona e gli addetti si occupano della manutenzione, della pulizia e della ricarica della batteria).

Una volta scaricata la app Zity (disponibile su App Store e Google Play) bisogna creare il proprio account inviando alcune informazioni identificative (e-mail, numero di telefono) e caricare un selfie e le foto del proprio documento d’identità e della patente.

Dopo la registrazione (gratuita) è sufficiente aprire l’app per localizzare un veicolo vicino: le auto possono essere prenotate per un massimo di 20 minuti in modo che gli utenti possano raggiungere la vettura senza fretta.

Zity a Milano: quanto costa?

In occasione del lancio Zity a Milano costerà 0,23 euro al minuto. È inoltre possibile attivare la modalità “Stand By” (0,12 euro/minuto) quando il veicolo è parcheggiato ma si vuole mantenere il noleggio (ad esempio mentre si è a un appuntamento o se si fa shopping).

Sono anche previste tariffe flat orarie o giornaliere dalle quattro ore ai tre giorni:

  • 4 ore – 29 euro
  • 8 ore – 39 euro
  • 24 ore – 49 euro
  • 48 ore – 79 euro
  • 72 ore – 99 euro

Nel menu dell’app o sul sito zity.eco sono anche disponibili dei pacchetti Zity Bundle che consentono di risparmiare. Qualche esempio? Comprando un pack da 100 euro si riceve un credito di 130 euro. Ma non è tutto: i nuovi utenti beneficiano di un bonus di 10 euro e si può anche ottenere credito extra invitando amici tramite app (10 euro di credito per ogni nuovo utente che completa il primo noleggio).

Zity a Milano: l’assicurazione

Il noleggio con Zity a Milano include una polizza completa con franchigia (riducibile a 250 euro pagando un extra di 2,49 euro). La copertura comprende la difesa e l’assistenza legale, l’assistenza in viaggio e in caso di sinistro e i vetri rotti.

L’articolo Zity a Milano: guida completa al car sharing elettrico Dacia proviene da Icon Wheels.

Fonte

Auto italiane diesel: l’elenco completo (con i prezzi)

title

Le auto italiane diesel sono ufficialmente in via d’estinzione: nonostante le vetture a gasolio rappresentino ancora oggi un quinto delle immatricolazioni nel nostro Paese sono solo cinque i modelli “nostrani” in listino con questo tipo di alimentazione.

La Fiat 500X è l’auto diesel più amata dai nostri connazionali nei primi cinque mesi del 2022 e scorrendo la “top ten” l’unico altro veicolo “tricolore” in questa categoria è l’Alfa Romeo Stelvio.

Di seguito troverete l’elenco completo (con i prezzi) di tutte le auto italiane diesel in commercio: cinque proposte per tutti i gusti e (quasi) tutte le tasche.

Auto italiane diesel: l’elenco completo

 

title

Alfa Romeo Giulia

La seconda generazione dell’Alfa Romeo Giulia è una berlina media disponibile a trazione posterioreintegrale sviluppata sullo stesso pianale della Stelvio. La gamma diesel (in vendita a prezzi che partono da 48.400 euro) è composta da tre unità 2.2 TD sovralimentate da 160, 190 e 211 CV.

title

Alfa Romeo Stelvio

L’Alfa Romeo Stelvio è una SUV media disponibile a trazione posterioreintegrale sviluppata sullo stesso pianale della Giulia. La gamma diesel (in vendita a prezzi che partono da 55.200 euro) è composta da tre unità 2.2 turbo da 160, 190 e 209 CV.

title

Fiat Tipo

La seconda generazione della Fiat Tipo è una compatta con una gamma diesel (in vendita a prezzi che partono da 23.050 euro) composta da due unità sovralimentate Mjt: un 1.3 da 95 CV e un 1.6 da 131 CV.

title

Fiat Tipo SW

La Fiat Tipo SW – variante station wagon della seconda serie della compatta torinese – ha una gamma diesel (in vendita a prezzi che partono da 24.550 euro) composta da due unità sovralimentate Mjt: un 1.3 da 95 CV e un 1.6 da 131 CV.

title

Fiat 500X

La Fiat 500X è una piccola SUV sviluppata sullo stesso pianale della Jeep Renegade. La gamma diesel (in vendita a prezzi che partono da 26.400 euro) è composta da due motori sovralimentati MultiJet: un 1.3 da 95 CV e un 1.6 da 130 CV.

L’articolo Auto italiane diesel: l’elenco completo (con i prezzi) proviene da Icon Wheels.

Fonte