Monthly Archives: novembre 2014

Jaguar F-Type Coupé by Best Cars and Bikes

È stata una delle super sportive più acclamate degli ultimi anni… parliamo della Jaguar F-Type che ha segnato il ritorno, alla grandissima, di un mito inglese. Uscita prima in versione cabrio, la super car britannica è stata poi lanciata quest’anno anche nella versione chiusa coupé.Proprio quest’ultima è stata presa come base di partenza dal tuner Best Cars and Bike che ha ritoccato la sportiva del Giaguaro cambiandone il punto di contatto con l’asfalto, le ruote. La Jaguar F-Type Coupé by Best Cars and Bikes “indossa” per l’occasione un nuovo set di cerchi in lega da 21 pollici avvolti da pneumatici ad alto rendimento da 255/30 all’anteriore e 295/25 al posteriore.E per darle un aspetto ancora più grintoso il preparatore ha sostituito le molle introducendo un nuovo kit firmato H & R che ribassa la coupé d’Oltremanica. Per il momento nessuna modifica è stata invece apportata ai V6 e V8 che compongono la gamma motori della F-Type ma è solo questione di tempo, presto arriverà, infatti, anche un kit meccanico. 

Fonte

Volkswagen Polo GTI 2015: l’utilitaria "arrabbiata" in Italia da 23.450 euro

La piccola di Wolfsburg, con la gamma rinnovata quest’anno, arriva ora sul mercato nella versione più sportiva della famiglia: la Volkswagen Polo GTI.La Casa tedesca ha già aperto gli ordini per l’utilitaria di Segmento B “arrabbiata” con prezzi di listino che partono da 23.450 euro.Sotto il cofano la Polo GTI 2015 ospita il nuovo 1.8 TSI da 192 CV che rimpiazza il vecchio 1.4 (che di cavalli de aveva dieci in meno, 180).La coppia motrice massima a disposizione raggiunge, invece, i 250 Nm e sul nostro mercato sarò proposta unicamente con il cambio a doppia frizione DSG a sette rapporti.Dedicata soltanto al mercato tedesco, invece, la trasmissione manuale con la quale la coppia sale a 320 Nm.Prestazioni e consumiIl capitolo prestazioni non lascia delusi: la nuova Volkswagen Polo GTI 2015 scatta infatti da 0 a 100 Km/h in soltanto 5,6 secondi ed è in grado di raggiungere la velocità massima di 236 km/h.Bassi i consumi che, dati della casa alla mano, si attestano sui 5,6l/100km con emissioni di CO2 non superiori ai 129g/km.Ricco equipaggiamento di baseL’equipaggiamento di serie offerto è ricco, ha infatti in dotazione il differenziale elettronico XDS+, il Fatigue Detection, i sensori per la pressione degli pneumatici, il sistema di frenata anti collisione, il climatizzatore, l’impianto Radio Composition Media con schermo touch da 6,5 pollici e predisposizione Bluetooth, i sedili sportivi, il volante a tre razze in pelle, i vetri posteriori oscurati, la pedaliera in alluminio, gli specchietti retrovisori elettrici, l’assetto sportivo ribassato di 15 mm, i cerchi da 17 pollici “Parabolica” e le pinze dei freni a contrasto in rosso.Sport Select e Sport Performance kit come optionalCome optionals per la nuova Polo GTI si potranno poi avere anche: i gruppi ottici a Led, l’assetto Sport Select e lo Sport Performance kit (con regolazione di acceleratore, servosterzo, scarico e cambio automatico).E per finire ci saranno a disposizione sette colorazioni per la carrozzeria:Pure White, Rosso Flash e Nero e i metallizzati Argento Riflesso, Deep Black, Blue Silk e Oryx Whiteeffetto madreperla. 


Fonte:

"Air Drive": il retro-furismo delle auto volanti

L’idea di un futuro popolato da auto volanti che solcano i cieli delle metropoli in cui viviamo ha sorvolato le menti di tutti un’infinità di volte nella nostra vita; un’idea ricorrente in libri e film da almeno la metà del XX secolo…Da questa fantasia popolare nasce una mostra fotografica del francese Renaur Marion, intitolata “Air Drive”.Marion esegue un perfetto “ritorno al futuro” proiettando grandi classici delle quattro ruote del passato in un futuro immaginario dove le ruote neppure esistono più, perché non servono.Le fotografie sono reali, di auto d’epoca appunto, ma a trasformarle in macchine del futuro ci pensa la tecnologia digitale moderna. Basta eliminare ruote e passaruota e il gioco è fatto e l’effetto è molto particolare…È un po’ strano, infatti, immaginarsi un futuro con vere icone automobilistiche del passato del calibro di Jaguar E-Type, Aston Martin DB5, Porsche 356 o la Mercedes SL 300.La mostra fotografica sulle auto volanti di Renaur Marion “Air Drive” è attualmente esposta presso la MB&F M.A.D.Gallery di Ginevra.


Fonte:

Mitsubishi ASX, guida all’acquisto

La Mitsubishi ASX non è una delle SUV compatte più vendute nel nostro Paese ma sicuramente è una delle più riuscite: nata nel 2010 e oggetto di un restyling tre anni più tardi, ha riscosso comunque più successo della “gemella” (stesso pianale, design simile e motori leggermente diversi) Citroën C4 Aircross.Nella guida all’acquisto di questo mese vi mostreremo nel dettaglio tutte le versioni presenti in listino: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.Mitsubishi ASX: guida all’acquistoNonostante una lunghezza di soli 4,30 metri (dimensioni compatte che consentono di trovare parcheggio abbastanza facilmente) la Mitsubishi ASX offre un mare di spazio alle gambe dei passeggeri posteriori. I più alti, però, potrebbero lamentarsi per la carenza di centimetri per la testa e per le spalle.Costruita con cura (più fuori che dentro), ha un bagagliaio che potrebbe essere più capiente: 442 litri che diventano 1.219 quando si abbattono i sedili posteriori.Gli allestimenti della Mitsubishi ASXGli allestimenti della Mitsubishi ASX sono quattro: il “base” Inform (non disponibile con i motori diesel) è perfetto per chi intende risparmiare il più possibile beneficiando di una dotazione di serie adeguata: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia, autoradio CD MP3 con presa Aux e 4 altoparlanti e climatizzatore manuale. Per chi preferisce il diesel è molto valida la versione Involve (disponibile solo con il propulsore 1.8 DI-D da 116 CV), che aggiunge i cerchi in lega da 16” e il climatizzatore automatico.Per chi vuole qualcosa in più, invece, c’è la Invite che con un sovrapprezzo di soli 1.100 euro rispetto alla Involve offre le luci diurne, i sensori di parcheggio posteriori e il terminale di scarico cromato. Ancora più ricca la “top di gamma” Intense Panoramic (2.300 euro più della Invite a parità di motore):  Bluetooth, cerchi in lega da 17”, fari allo xeno e tetto panoramico.Mitsubishi ASX: tutti i modelli a listinoMitsubishi ASX 1.6 (da 19.250 euro)Se non percorrete molti chilometri la Mitsubishi ASX 1.6 (prezzi fino a 24.500 euro) può essere la scelta più indicata. Il motore è povero di coppia (154 Nm) ma il capiente serbatoio (63 litri) garantisce lunghe percorrenze.Mitsubishi ASX 1.6 GPL (da 21.100 euro)La Mitsubishi ASX 1.6 GPL (prezzi fino a 26.350 euro) può vantare un serbatoio di gas (posizionato sotto il bagagliaio) da 50 litri (riempibile fino a 40 litri) e consumi ridotti per la categoria, specialmente in città (10,0 km/l dichiarati). Il motore ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto ma ha pochi cavalli (117) e non brilla alla voce “coppia” (154 Nm). Come nel caso della variante a benzina anche qui il cambio ha solo cinque marce: non sarebbe una cattiva idea introdurre la sesta.Mitsubishi ASX 1.8 DI-D 116 CV (da 22.950 euro)Grande comfort (motore silenzioso e – come su tutta la gamma – sospensioni abbastanza morbide) e prestazioni eccellenti (189 km/h di velocità massima e 10,2 secondi sullo “0-100”): sono questi i punti di forza della Mitsubishi ASX 1.8 DI-D 116 CV (prezzi fino a 26.350 euro), la versione turbodiesel che ci sentiamo di consigliare. Ha una cilindrata che potrebbe essere più contenuta (alla maggior parte delle rivali basta un 1.6 per ottenere la stessa potenza) e nelle curve si avverte una certa pesantezza.Mitsubishi ASX 1.8 DI-D 150 CV (da 27.200 euro)La Mitsubishi ASX 1.8 DI-D 150 CV (prezzi fino a 29.500 euro) – dotata di trazione integrale di serie – conserva le stesse doti (comfort nei lunghi viaggi e brio) della “cugina” da 116 CV ma è ancora più convincente alla voce “prestazioni” (198 km/h di velocità massima e 10 ssecondi netti per accelerare da 0 a 100 chilometri orari).Mitsubishi ASX 2.2 DI-D (da 28.950 euro)La Mitsubishi ASX 2.2 DI-D ha gli stessi cavalli della 1.8 DI-D 150 CV ma si differenzia per il cambio automatico (una trasmissione a sei rapporti non molto rapida nei passaggi marcia, a dire il vero) di serie e per il motore – purtroppo, come tutti gli altri, ancora Euro 5 – dalla cilindrata più elevata (ma anche più elastico ai bassi regimi). Non fatevi ingannare dal nome, si tratta di un’unità 2.3 piuttosto costosa da assicurare. Le quattro ruote motrici non sono fatte per l’off-road più impegnativo ma per avere un piacere di guida superiore nelle curve.Mitsubishi ASX: gli optionalLa dotazione di serie della Mitsubishi ASX “entry-level” – la Inform – va arricchita, secondo noi, con i cerchi in lega da 17” (1.400 euro), il navigatore satellitare (1.050 euro) e la vernice metallizzata (600 euro). A questi ultimi due accessori aggiungeremmo – sugli altri tre allestimenti presenti in listino (Involve, Invite e Intense Panoramic)  – l’antifurto (300 euro).

Fonte:

Ford Mondeo Hybrid, nel 2015 da 32.500 euro

È iniziata a Valencia, in Spagna, la produzione della nuova Ford Mondeo Hybrid, prima vettura ibrida dell’Ovale Blu attesa sul mercato nel 2015.Ford Mondeo HybridFord Mondeo Hybrid – che abbiamo provato per voi tra le strade di Malaga – si compone di un motore elettrico, alimentato da batterie agli ioni di litio da 1,4 kWh, e di un motore a benzina di cilindrata 2.0.La combinazione delle due tecnologie di propulsione consente alla Hybrid di raggiungere una potenza combinata di 187 CV, consumi di 4,2 l/100km ed emissioni di soli 99 g/km di CO2.La Mondeo Hybrid, differentemente dalle altre propulsioni che equipaggeranno la nuova ammiraglia dell’Ovale Blu, sia 5 porte che wagon, sarà proposta esclusivamente nella versione 4 porte e nel solo allestimento Titanium.Sarà in vendita in Italia a un prezzo di listino di 32.500 euro, allineato alle soluzioni TDCi, garantendo la massima libertà di scelta ai clienti che cercano soluzioni ecosostenibili.Negli USA, dove ha già prodotto 400.000 ibride, Ford è il secondo produttore, per volumi, di vetture a propulsione ibrido-elettrica.


Fonte:

Subaru Forester tS: in Giappone l’edizione limitata con 280 CV

Subaru lancia in Giappone una nuova edizione speciale della Forester.Conosciuta come Forester tS, questa variante si posiziona come la più sportiva della gamma grazie alle modifiche apportate da Subaru Tecnica International (STI).Sfortunatamente, però, non è previsto che nessuna delle 300 unità che andranno in produzione sarà destinata la mercato europeo.Aspetto più grintosoRispetto alla versione convenzionale, la Subaru Forester tS si differenzia per numerosi dettagli dedicati, come la griglia frontale specifica che ricorda quella della top di gamma Subaru WRX STI.Le modifiche estetiche riguardano, poi, i paraurti ridisegnati, cerchi in lega più vistosi da 19 pollici firmati BBS, un alettone posteriore e diversi loghi STI e tS sparsi per la carrozzeria.Cavalleria abbondante…A livello di meccanica il motore boxer da 2,0 litri eroga la bellezza di 280 CV di potenza massima e una coppia motrice che raggiunge i 350 Nm.Circa 50 CV più potente della Forester più grintosa venduta in Europa.Questa versione tutta nipponica della Subaru Forester, siglata tS sarà venduta in Giappone unicamente con il cambio automatico CVT a du prezzo che equivarrebbe a circa 25.000 euro.


Fonte:

Skoda Fabia, sul mercato da 11.390 euro

Skoda ha diffuso i prezzi e le informazioni relative alla commercializzazione della nuovissima Fabia, segmento b completamente rinnovata.La Skoda Fabia, nata sulla base della piattaforma modulare Mqb, arriverà sul mercato a gennaio a partire da 11.390 euro in abbinamento a motori diesel e benzina tutti Euro 6.MotorizzazioniSkoda Fabia sarà commercializzata con i seguenti motori: 1.0 MPI da 60 CV (11.380 euro) e 75 CV, 1.2 TSI da 90 CV e 1.4 TDI tre cilindri da 90 CV (cambio manuale o doppia frizione Dsg) – che nella variante Style DSG costa 20.630 euro. Sicurezza e tecnologiaSkoda Fabia vanta un importante pacchetto legato alla sicurezza, a partire dal Esc che prevede anche la funzione XDS+ per una maggiore tenuta in curva, fino ad arrivare ai dispositivi come il Driver Activity Assistant (rilevatore di affaticamento del conducente), Speedlimiter (limitatore automatico della velocità), Hill-Hold Control (per l’assistenza nelle partenze in salita) e Front Assistant (con funzione di frenata di emergenza integrata).Non poteva mancare, infine, la connettività. MirrorLinkTM è un’interfaccia che offre la piena interazione tra lo smartphone e i sistemi di infotainment della vettura attraverso un collegamento USB.


Fonte:

Audi A1 e A1 Sportback, prezzi a partire da 20.300 euro

È iniziata ufficialmente la commercializzazione della nuova Audi A1 e A1 Sportback.In questa prima fase di prevendita la Audi A1 sarà proposta in abbinamento a quattro motorizzazioni: 1.4 TFSI 125 CV, 1.4 TFSI Cylinder On Demand 150 CV, l’innovativo tre cilindri 1.4 TDI ultra 90 CV e 1.6 TDI 116 CV. Tutte le motorizzazioni sono proposte sia con cambio manuale sia con cambio S tronic a doppia frizione.L’intera gamma di motorizzazioni rispetta la normativa Euro 6 e può vantare una riduzione media dei consumi fino al 10% rispetto a quella precedente.Equipaggiamento di serieL’equipaggiamento di serie di Audi A1 e Audi A1 Sportback prevede: cerchi in lega di alluminio a 5 razze, 6Jx15,con pneumatici 185/60 R15 (Cerchi in lega 7Jx16 a 10 razze con pneumatici 215/45 R16 per 1.4 TFSI 150 CV), dispositivo di assistenza alla frenata per collisione secondaria, inserti in alluminio ai comandi interni degli alzacristalli elettrici e della radio, servosterzo elettromeccanico, sistema Start&Stop con recupero dell’energia in frenata.Allestimenti e offerta commercialeL’offerta commerciale è ora incentrata sulle versioni Sport, Design e Metal, che affiancano l’allestimento base. Questa la composizione delle tre versioni.La versione Sport (1.300 euro) include l’assetto sportivo, i cerchi specifici da 16” con design Dinamico, i proiettori fendinebbia, oltre ai sedili sportivi con rivestimento in tessuto Progress, al volante sportivo in pelle a 3 razze e al sistema di informazioni per il conducente. Di particolare rilevanza l’Audi drive select (non per 1.4 TDI 90 CV).Completano il design distintivo il look alluminio nell’abitacolo, le mascherine delle bocchette di aerazione in nero lucido e i terminali di scarico cromati.La versione Design (1.300 euro) comprende cerchi specifici da 16” con design a turbina, guscio degli specchietti retrovisivi esterni e spoiler al tetto in colore di contrasto, oltre ai sedili sportivi con rivestimento in tessuto Liga, al volante sportivo in pelle a 3 razze e al sistema di informazioni per il conducente.A questi si aggiungono il look alluminio nell’abitacolo, le mascherine alle bocchette di aerazione in colore di contrasto e i terminali di scarico cromati.La versione Metal (1.760 per A1 e 1.820 euro per Sportback) comprende tutti i contenuti della versione Design con, in aggiunta, il colore carrozzeria metallizzato/perla, l’arco del tetto in colore di contrasto (A1) o il tetto in colore di contrasto (A1 Sportback) a cui aggiunge la pedaliera sportiva con appoggiapiede e i rivestimenti dei pedali in acciaio inox.Infine, due pacchetti permettono di sfruttare al massimo le potenzialità di A1 e A1 Sportback dal punto di vista della connettività e dei sistemi di assistenza alla guida.Il pacchetto Media 1.160 euro (vantaggio Cliente 35%) prevede: pacchetto Connectivity, radio Concert con display a colori da 6,5" separato, sistema d’informazioni per il conducente, volante sportivo multifunzionale in pelle a 3 razze con bilancieri per cambio S tronic.Il pacchetto Sensor 560 euro (vantaggio Cliente 34%) prevede invece: climatizzatore automatico, sensore luci/pioggia, sistema di ausilio al parcheggio posteriore, parabrezza in vetro con fascia in tonalità grigia.Audi A1 e A1 Sportback, il prezzi1.4 TFSI 125 CV 20.900 euro, 21.650 euro (A1 Sportback)1.4 TFSI S tronic 125 CV 22.750 euro, 23.500 euro (A1 Sportback)1.4 TFSI COD 150 CV 22.400 euro, 23.150 euro (A1 Sportback)1.4 TFSI COD S tronic 150 CV 24.250 euro, 25.000 euro (A1 Sportback)1.4 TDI ultra 90 CV 20.300 euro, 21.050 euro (A1 Sportback)1.4 TDI ultra S tronic 90 CV 22.150 euro, 22.900 euro (A1 Sportback)1.6 TDI 116 CV 21.900 euro, 22.650 euro (A1 Sportback)1.6 TDI S tronic 116 CV 23.750 euro, 24.500 euro (A1 Sportback)


Fonte:

Lamborghini Huracán by DMC

Dopo l’anteprima del mese di luglio, il prepartatore tedesco DMC ha rilasciato nuove foto, video e info sul progetto che vede protagonista la nuova baby supercar di Sant’Agata Bolognese, la Lamborghini Huracán.Livrea verde e body kit aerodinamicoQuesta volta l’erede della Gallardo appare con una livrea in verde acceso e dispone di un body-kit aerodinamico completo. All’anteriore troviamo due nuovi spoiler e appendici aerodinamiche adattate al paraurti rivisto.Il profilo è invece caratterizzato da minigonne laterali accentuate che, insieme ad un nuovo diffusore posteriore, migliorano l’aerodinamica della Huracan.Al retrotreno svetta anche il grande alettone – regolabile su tre diverse angolazioni – installato sul cofano motore re-ingegnerizzato.Per quel che riguarda il reparto ruote, poi, DMC ha dotato la Lamborghini Huracán di un nuovo set di cerchi in lega forgiati da 20 e 21 pollici con pneumatici da 245/30 R20 e 325/25 R21…. anche upgrade meccanicoIn termini di prestazioni, infine, DMC ha ottimizzato l’elettronica del motore installando un nuovo sistema elettronico di controllo della pressione e un sistema di scarico nuovo di zecca. Grazie a questo intervento la potenza massima del Huracan è stata aumentata a 630 CV (463 kW).

Fonte

Mercedes S63 AMG by IMSA

Se fosse seduti al posto guida di una Mercedes S63 AMG pensereste mai che i 585 CV ma soprattutto i 900 Nm di coppia a disposizione non sono abbastanza? Qualcuno ha pensato proprio questo, sì…È il caso del tuner IMSA che ha ospitato nelle sue officine la top di gamma della Stella, l’elegantissima coupé arrabbiata della gamma Classe S.Oltre alle modifiche sotto il cofano i ritocchi riguardano anche l’estetica di questa S 63 AMG by IMSA: i cerchi, ad esempio, sono stati sostituiti con un nuovo set da 21 pollici in lega leggera e avvolti da pneumatici 255/35 R21 e 295/30 R21 rispettivamente davanti e dietro.Più avanti, per completare il quadro, IMSA proporrà anche un body-kit aerodinamico per la carrozzeria.La sostanza di questo tuning, però, si concentra tutta sotto pelle. Il motore V8 da 5,5 litri riceve infatti un upgrade a dir poco impegnativo incrementando la potenza fino a ben 720 CV e 1.080 Nm di coppia. 

Fonte