Category Archives: Formula 1

Mercedes: Classe A e Classe B EQ Power

title

Il 2020 è la deadline che Mercedes-Benz si è imposta per raggiungere le 20 proposte di modelli ibridi plug-in in gamma. Queste attraverseranno trasversalmente tutta la famiglia Mercedes, dalle SUV (GLC e GLE EQ Power), passando per le ammiraglie e, finalmente, anche le più piccole della gamma: la Mercedes Classe A e la Classe B EQ Power. Le prime ad arrivare saranno, nei prossimi mesi, la Classe A 250 e, disponibile in versione hatchback e quattro porte, rispettivamente con prezzi da 36.944 euro e 37.301 euro, e la Mercedes Classe B 250 e con prezzi da 37.644 euro.

 

Il powertrain delle nuove Mercedes Classe A 250 e e Classe B 250 e è composto dal quattro cilindri a benzina da 1,3 litri da 160 CV e 250 Nm, abbinato a un motore elettrico da 102 CV e 300 Nm, montato all’interno della trasmissione a doppia frizione 8F-Dct. Nel complesso la potenza totale è di 218 CV e 450 Nm, 28 CV in più della 2.0 turbo

Ad alimentare il sistema ibrido delle Mercedes Classe A e B 250 e ci pensa una batteria agli ioni di litio da 15,6 kWh – che pesa 150 kg ed è posizionata sotto al piano del portabagagli -, grazie alla quale è possibile percorrere fino a 75 km in modalità elettrica (ciclo Nedc) con una velocità massima di 140 km/h. I consumi, a seconda della carrozzeria scelta, oscillano tra i 1,4 e 1,6 litri per 100 km, con emissioni di Co2 comprese tra i 32 e i 36 g per chilometro.

In quanto a prestazioni la più veloce delle tre varianti è la Classe A 250 che scatta da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi. La berlina e la monovolume ci impiegano rispettivamente 6,7 e 6,8 secondi.

L’articolo Mercedes: Classe A e Classe B EQ Power proviene da Icon Wheels.

Fonte

Tesla Model S Performance (2019): pregi e difetti dell’ammiraglia elettrica statunitense

title

La Tesla Model S Performance è la variante più cattiva dell’ammiraglia elettrica statunitense: fare affari sperando di trovare una km zero o un’aziendale del 2019 è impossibile, meglio acquistarla nuova (anche per avere la certezza di una batteria al massimo dell’efficienza). Scopriamo insieme i pregi e difetti dell’ecologica “berlinona” a trazione integrale californiana.

I pregi della Tesla Model S Performance del 2019

Abitabilità

Difficile stare scomodi su un’ammiraglia lunga quasi cinque metri.

Finitura

Materiali curati, assemblaggi migliorabili.

Dotazione di serie

Molto ricca: autoradio Bluetooth MP3 USB con lettore MP4, cerchi in lega, climatizzatore, cruise control adattivo, fari full LED con abbaglianti assistiti, fendinebbia, interni in pelle, navigatore, portellone ad apertura automatica, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedili anteriori regolabili elettricamente e riscaldabili (con memoria lato guida), sensore luci, sensore pioggia, sensori di parcheggio anteriori con telecamera e assistente al parcheggio, sospensioni attive e tetto panoramico.

Capacità bagagliaio

La Tesla Model S può vantare due vani: uno piccolo anteriore e uno posteriore immenso (745 litri che diventano 1.645 quando si abbattono i sedili dietro).

Posto guida

Il sedile è comodo ma tutti i comandi sono concentrati su un display gigantesco poco intuitivo nella gestione.

Climatizzazione

Impianto molto potente, bocchette un po’ troppo piccole.

Sospensioni

Gli ammortizzatori rispondono in maniera adeguata sulle sconnessioni pronunciate.

Rumorosità

La Tesla Model S è silenziosissima come tutte le elettriche.

Motori

I due propulsori elettrici della Tesla Model S Performance generano una potenza complessiva pazzesca: 613 CV. Tutti disponibili fin da subito…

Sterzo

Un comando preciso ma non molto sensibile che predilige le andature rilassate.

Prestazioni

Da urlo: 250 km/h di velocità massima e 3,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari. Un valore che può scendere addirittura a 2,6 secondi sugli esemplari dotati del pacchetto Ludicrous.

Dotazione di sicurezza

Completissima: airbag frontali, laterali e a tendina, frenata automatica, mantenimento di corsia, monitoraggio angolo cieco e riconoscimento segnali stradali. Il tutto abbinato alle cinque stelle conquistate nei crash test Euro NCAP.

Tenuta di strada

La Tesla Model S può vantare un comportamento tanto coinvolgente quanto rassicurante nelle curve.

Autonomia

La Casa californiana dichiara una percorrenza di 590 km con una carica.

title

I difetti della Tesla Model S Performance del 2019

Visibilità

Migliorabile: per fortuna ci sono i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con telecamera.

Freni

L’impianto potrebbe essere più incisivo.

Prezzo

La Tesla Model S Performance nuova costa parecchio – 102.680 euro – ed è impossibile risparmiare con le km zero, le aziendali o le vetture in pronta consegna visto che si trovano solo le “vecchie” varianti 75D.

Tenuta del valore

Le auto elettriche non sono richieste sul mercato dell’usato: i (pochi) clienti delle vetture a emissioni zero cercano mezzi con batterie efficienti e si rivolgono quindi al nuovo.

L’articolo Tesla Model S Performance (2019): pregi e difetti dell’ammiraglia elettrica statunitense proviene da Icon Wheels.

Fonte

Dieci SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico

title

Le SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico sono un’ottima scelta – in questi tempi di demonizzazione del diesel – per chi non percorre molti chilometri e cerca un mezzo versatile e non troppo ingombrante.

In questa guida all’acquisto troverete dieci SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico lunghe meno di quattro metri e mezzo e con un prezzo inferiore ai 40.000 euro. L’elenco è composto soprattutto da vetture tedesche e da Sport Utility compatte anche se non mancano crossover piccole e mezzi provenienti da altre nazioni.

Dieci SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico

title

Audi Q3 35 TFSI – 36.400 euro

L’Audi Q3 35 TFSI è la variante più accessibile della seconda generazione della SUV compatta di Ingolstadt e monta un motore 1.5 turbo benzina da 150 CV abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti.

Una crossover “premium” – realizzata sullo stesso pianale della Skoda Octavia e della Volkswagen Tiguan – perfetta per chi cerca il massimo comfort: il propulsore è silenzioso e l’abitacolo è ottimamente insonorizzato.

title

Jeep Renegade 1.3 T4 S – 31.700 euro

La Jeep Renegade 1.3 T4 S è la proposta più compatta tra quelle analizzate nella nostra guida all’acquisto: i 4,24 metri di lunghezza la rendono adatta al traffico cittadino ma lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori e per i bagagli latita.

La piccola SUV statunitense – realizzata sullo stesso pianale della Fiat 500X – ospita sotto il cofano un motore 1.3 turbo benzina da 150 CV abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a sei rapporti e nelle curve potrebbe anche divertire se solo il baricentro non fosse così alto.

title

Mini Countryman Cooper Business Aut. – 31.700 euro

La Mini Countryman Cooper Business Aut. è una piccola SUV britannica che non offre molti centimetri alla testa dei passeggeri posteriori più alti.

La seconda generazione della crossover inglese – realizzata sullo stesso pianale della Clubman – monta un motore 1.5 turbo benzina tre cilindri da 136 CV (abbinato a un cambio automaticoconvertitore di coppia – a 8 rapporti) capace di regalare una spinta corposa ai bassi regimi.

title

Mitsubishi Eclipse Cross 1.5 turbo 2WD aut. Diamond SDA – 34.950 euro

La Mitsubishi Eclipse Cross 1.5 turbo 2WD aut. Diamond SDA è una SUV compatta giapponese realizzata sullo stesso pianale della ASX e della Outlander caratterizzata da una dotazione di serie ricchissima. Qualche esempio? Cruise control adattivo, interni in pelle, monitoraggio angolo cieco, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedile guidatore regolabile elettricamente e tetto apribile.

L’unica vettura analizzata nella nostra guida all’acquisto costretta a pagare l’ecotassa (1.100 euro) a causa delle emissioni alte non brilla alla voce “consumi” (il motore 1.5 turbo benzina da 163 CV abbinato a un cambio automatico CVT a variazione continua con otto rapporti prefissati beve parecchio). La particolare forma della coda toglie spazio al bagagliaio in configurazione a due posti ma i passeggeri più alti hanno tanti centimetri a disposizione della testa.

title

Nissan Qashqai 1.3 DIG-T 160 CV DCT Tekna – 35.305 euro

La Nissan Qashqai 1.3 DIG-T 160 CV DCT Tekna monta un motore 1.3 turbo benzina da 159 CV abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti.

La seconda generazione della SUV compatta nipponica – realizzata sullo stesso pianale della Renault Kadjar – presenta qualche imprecisione di troppo nelle finiture.

title

Opel Grandland X 1.2 T aut. Ultimate – 35.250 euro

La Opel Grandland X 1.2 T aut. Ultimate è una SUV compatta tedesca realizzata sullo stesso pianale della Peugeot 3008.

La crossover teutonica ospita sotto il cofano un motore 1.2 turbo benzina tre cilindri da 131 CV abbinato a un cambio automatico (convertitore di coppia) a otto rapporti.

title

Peugeot 3008 PureTech Turbo 130 EAT8 GT Line – 34.080 euro

La Peugeot 3008 PureTech Turbo 130 EAT8 GT Line è una SUV compatta francese perfetta per chi vuole consumare poco.

La seconda generazione della crossover transalpina – realizzata sullo stesso pianale della Opel Grandland X e dotata di un motore 1.2 turbo benzina tre cilindri da 131 CV abbinato a un cambio automatico (convertitore di coppia) a 8 rapporti non molto vivace – presenta qualche fruscio aerodinamico di troppo alle alte velocità.

title

Skoda Karoq 1.5 TSI SportLine – 31.600 euro

La Skoda Karoq 1.5 TSI SportLine è, secondo noi, una delle migliori SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico in circolazione. La crossover ceca – realizzata sullo stesso pianale di numerosi altri modelli del Gruppo Volkswagen (Audi A3, Cupra Ateca, Seat Ateca e Volkswagen Golf) – convince non solo per il prezzo basso ma anche per i contenuti.

Il motore 1.5 turbo benzina da 150 CV abbinato a una trasmissione automatica a doppia frizione a sette rapporti è un piccolo gioiello molto vivace: solo 9 secondi per scattare da 0 a 100 km/h.

title

Volkswagen Tiguan 1.5 TSI 150 CV Sport – 35.450 euro

La Volkswagen Tiguan 1.5 TSI 150 CV Sport è una SUV compatta tedesca ideale per le famiglie: ingombrante fuori (4,49 metri di lunghezza) e con un bagagliaio immenso (615 litri che diventano 1.655 quando si abbattono i sedili posteriori).

La seconda generazione della Sport Utility di Wolfsburg – realizzata sullo stesso pianale dell’Audi Q3 e della Skoda Octavia – punta più sul comfort che sul piacere di guida: il 1.5 turbo benzina da 150 CV (abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti) fatica più del previsto a gestire il peso elevato e nel misto stretto esistono concorrenti più coinvolgenti.

title

Volvo XC40 T3 Geartronic Momentum – 36.700 euro

La Volvo XC40 T3 Geartronic Momentum è una SUV compatta svedese spaziosa – soprattutto per le gambe dei passeggeri posteriori – e costruita con grande cura (difficile trovare nel segmento finiture più curate).

Penalizzata da un prezzo molto alto, monta un motore 1.5 turbo benzina tre cilindri da 163 CV abbinato a un cambio automatico (convertitore di coppia) a otto rapporti.

L’articolo Dieci SUV turbo benzina a trazione anteriore con cambio automatico proviene da Icon Wheels.

Fonte

Lexus RX

title

La quarta generazione della Lexus RX – nata nel 2015 – è una grande SUV premium ibrida a trazione integrale.

Lexus RX: gli esterni

La quarta serie della Lexus RX è disponibile in due varianti: “normale” o L (più lunga di 11 cm e in grado di accogliere sette passeggeri, costa 3.500 euro in più a parità di allestimento).

title

Lexus RX: gli interni

L’abitacolo della Lexus RX è costruito con grande cura: l’assemblaggio della vettura avviene in speciali camere senza polvere e gli addetti alla verniciatura passano attraverso due camere sottovuoto per rimuovere la polvere dalle tute e dai capelli.

title

Lexus RX: il motore

Il motore della Lexus RX è un V6 ibrido benzina:

  • un 3.5 V6 ibrido benzina da 313 CV

title

Lexus RX: gli allestimenti

Gli allestimenti della quarta generazione della Lexus RX sono tre: Executive, F Sport e Luxury.

Lexus RX Executive

La Lexus RX Executive offre, tra le altre cose: impianto audio con lettore CD e 12 altoparlanti con subwoofer, Lexus Premium Navigation con Display LCD a colori di 12,3” azionato da Remote touch, rivestimenti in pelle liscia traforata, proiettori a LED (AHB) e cerchi in lega da 20” con pneumatici 235/55 R20.

Lexus RX F Sport

La Lexus RX F Sport costa 5.000 euro più della Executive e aggiunge, tra le altre cose: modalità di guida Eco/Normal/Sport S/Sport+, tendine parasole posteriori avvolgibili manualmente, pedali in alluminio e battitacco esclusivo F Sport, volante in pelle F Sport con palette del cambio e cerchi in lega da 20” con pneumatici 235/55 R20 design F Sport.

Lexus RX Luxury

La Lexus RX Luxury costa 7.000 euro più della Executive e aggiunge, tra le altre cose: impianto audio Mark Levinson (15 altoparlanti con subwoofer e tecnologia Clari-Fi e Green Edge), portellone elettrico con apertura a sfioramento, tetto panoramico ad apertura elettrica (barre al tetto non disponibili), proiettori a LED (AHS) e cerchi in lega da 20” con pneumatici 235/55 R20 design Luxury.

title

Lexus RX: gli optional

La dotazione di serie della Lexus RX andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.250 euro). Sulla versione Executive aggiungeremmo il tetto panoramico apribile elettricamente (1.650 euro) mentre sulle varianti F Sport e Luxury ci vorrebbe il Premium Pack (2.850 euro: head-up display a colori da 10” e rilevatore angoli ciechi).

title

Lexus RX: i prezzi

Motore ibrido benzina

  • Lexus RX Executive 71.350 euro
  • Lexus RX F Sport 76.350 euro
  • Lexus RX Luxury 78.350 euro
  • Lexus RX L Executive 74.850 euro
  • Lexus RX L Luxury 81.850 euro

L’articolo Lexus RX proviene da Icon Wheels.

Fonte

Bugatti Centodieci, un omaggio all’antenata di Campogalliano

title

La nuova Bugatti Centodieci è un’edizione limitata a solo 10 unità che rende omaggio alla EB110, embrione del rinascimento della Casa francese, prodotta dal ’91 al ’95 durante la sua gestione italiana negli stabilimenti di Campogalliano.

Gran parte della base di questa nuova limited edition è la Bugatti Chiron, ma a questa aggiunge un kit carrozzeria più aggressivo ed esclusivo e con un design che ricorda la sua antenata visionaria, da cui prende anche il nome. Il prezzo parte da 8 milioni di euro (tasse escluse) e le 10 unità sono già tutte vendute.

 

Il capo del design di Bugatti ha spiegato le scelte stilistiche della Centodieci dichiarando:

“La sfida era non rimanere troppo legati all’auto storica e lavorare solo in retrospettiva, ma creare un’interpretazione moderna della forma e della tecnologia di quei tempi”. In questo senso la nuova arrivata ha ricercato ancora più sportività rispetto alla Divo, lanciata la scorza estate.“

Sotto la veste, che strizza l’occhio al passato, la nuova Buhgatti Centodieci monta lo stesso W16 della Chiron, ma in questo caso è in grado di erogare 1.600 CV – 100 CV in più – a 7.000 giri al minuto e 1.600 Nm di coppia. Sulla carta dichiara uno sprint da 0 a 100 km/h in 2,4 secondi, da 0 a 200 in 6,1 secondo e 13,1 secondi per raggiungere, da ferma i 300 km/h. La velocità massima supererebbe di gran lunga i 400 km/h ma gli ingegneri francesi hanno optato per limitarla elettronicamente a 380 km/h. Il peso complessivo scende di 20 km rispetto alla Chiron, raggiungendo così un rapporto di 1,13 kg per CV.


Anteprime

Chiron Divo: la Bugatti dei record

Sarà svelata il 24 agosto al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach

L’articolo Bugatti Centodieci, un omaggio all’antenata di Campogalliano proviene da Icon Wheels.

Fonte

BMW Serie 6 F12 640i Cabriolet: l’ultimo lavoro di Senner Tuning

Nel 2002, a seguito della sua esperienza nel Motorsport (VLN Endurance Cup, 24-Hour Race, etc.) un gentleman di nome Benno Senner lanciò la società Senner Tuning, con sede a Ingelheim sul Reno. Nel 2010 la società si è trasformata in società per azioni e, nel frattempo, grazie anche a collaborazioni con partner scelti, la Senner Tuning è diventata un’azienda conosciuta in tutto il mondo e ora vanta ben due decenni di storia.

 

Ultimo dei suoi lavori è questa spettacolare BMW Serie 6 F12 640i cabriolet, verniciata in nero zaffiro metallizzato. Sotto al cofano, originalmente, la spinge un propulsore da 320 CV e 450 Nm di coppia massima. Ma dopo l’upgrade del preparatore tedesco – costituito essenzialmente da una nuova centralina riprogrammata, la potenza sale a 379 CV e 540 Nm di coppia.

Anche il telaio è stato rivisto: monta una sospensione regolabile KW con livelli variabili di compressione e tensione. Il contatto con l’asfalto avviene tramite un set di ruote che montano cerchi KV3 MB Design da 21 pollici, gommati con pneumatici Conti Sport Contact 6 da 255/30 all’anteriore e da 295/25 al posteriore.

Tra le altre peculiarità di questa BMW Serie 6 F12 640i cabriolet di Senner Tuning ci sono anche la griglia frontale verniciata in nero, un filtro dell’aria sportivo e un convertitore di potenza – gestibile attraverso un telecomando OE – per amplificare e accelerare il segnale elettrico del gas.

L’articolo BMW Serie 6 F12 640i Cabriolet: l’ultimo lavoro di Senner Tuning proviene da Icon Wheels.

Fonte

WLTP: cos’è il nuovo standard per i consumi

title

Il WLTP ha rivoluzionato il mondo dell’auto permettendo alle Case di fornire dati più realistici relativi ai consumi di carburante.

Di seguito troverete una guida completa al WLTP: cos’è, come funziona e cosa cambia rispetto alle vecchie procedure NEDC.

Cos’è il WLTP?

Il WLTP (Worldwide-Harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure) è un nuovo standard utilizzato da settembre 2017 per la misurazione dei consumi dei nuovi veicoli immessi sul mercato. Dall’1 settembre 2018 il WLTP ha iniziato a sostituire la precedente procedura di prova NEDC ed entro dicembre 2020 i paesi che adottano la legislazione UE per l’omologazione dei veicoli dovranno indicare i valori WLTP per tutte le vetture.

Una procedura che non tiene solo conto delle differenti situazioni di guida e della velocità del traffico stradale ma anche differenti varianti di allestimento e classi di peso. Condizioni più realistiche che portano a valori di consumi ed emissioni spesso più elevati.

Quali sono le differenze tra i test WLTP e i vecchi test NEDC?

Il test WLTP dura 30 minuti (prima erano 20), è lungo 23,25 km (11) e prevede quattro fasi (anziché due) composte per il 52% da un percorso urbano e per il 48% da un tratto extraurbano (in precedenza 66 e 34%).

Durante la prova il veicolo raggiunge una velocità massima di 131 km/h (120) mentre la velocità media è di 46,5 km/h (34). La presenza degli optional viene ora tenuta in considerazione e le misurazioni vengono effettuate a 23°C (prima la temperatura era compresa tra 20 e 30°C) con i CO2 corretti a 14°C.

L’articolo WLTP: cos’è il nuovo standard per i consumi proviene da Icon Wheels.

Fonte

Glossario della guida sportiva: la pressione delle gomme

title

Su strada, il corretto gonfaggio della gomma (dello pneumatico, se vogliamo fare i pignoli) è molto importante per la sicurezza. Uno pneumatico sgonfio comporta maggiore usura, maggiore consumo di carburante, un maggiore rischio di acquaplaning in caso di pioggia. Quest’ultimo caso si verifica perché una gomma, da sgonfia, ha più impronta a terra (si deforma, si adagia) e non permette all’acqua di scorrere bene, facendo l’effetto di un gommoncino che solca il lago.

Ma veniamo alle gomme da corsa, o meglio, alla pressione delle gomme. La gomma da corsa (quasi sempre slick, salvo in rari casi) è molto diversa da quella stradale. Cambiano la mescola, la carcassa, la struttura: tutto è votato al massimo della prestazione.

Si tratta di pneumatici lisci, il che li rende impareggiabili su asfalto asciutto, ma pericolosissimi sul bagnato, in quanto privi di scalanature (o intagli) per far scolare l’acqua.

title

Temperature

Gli pneumatici da corsa vanno anche scaldati a dovere prime di poter spingere l’auto al limite. Da freddi sono come di ghiaccio, e lavorano bene solo a temperature alte, in una finestra piuttosto piccola.

Il modo migliore per scaldarli è frenando, scaldano bene i dischi, che a loro volta scaldano il cerchio, e l’interno del pneumatico di conseguenza.

La pressione aumenta perché l’aria al suo interno si scalda e si espande. Zigzagare per scaldare la gomma spesso fa più danni che altro, in quanto si rischia solo di rovinare la carcassa.
La pressioni vanno dai 2.4 / 3.15 bar, e la differenza tra quelle anteriori e posteriori cambiano a seconda della razione/posizione del motore.

title

La gomma nuova

Quando si monta una gomma nuova, si ha un tempo limitato per sfruttare il vantaggio prestazionale. In qualifica si traduce in 2/3 giri lanciati al massimo dove la gomma è fresca e al massimo del suo rendimento, dopodiché la sua prestazione cala e si stabilizza per parecchi giri (o chilometri, se preferite) finché poi non si degrada del tutto.

Il pilota esperto è libero di modificarle in funzione delle sue preferenze e di come “sente la machina”. La pressione dev’essere modificata di “blocchi” di 0.15 bar, per essere precisi, e si può giocare con le differenze di pressione in modo da aumentare il sottosterzo o il sovrasterzo dell’auto.


L’articolo Glossario della guida sportiva: la pressione delle gomme proviene da Icon Wheels.

Fonte

Porsche 911 VS McLare 540C: Icon Wheels FACEOFF

title

Sono due auto molto diverse, la 911 e la 540C. La Porsche 911 non ha bisogno di molte presentazioni: è la sportiva più completa e sfruttabile che c’è sul mercato, un classico intramontabile che si migliora e ri-migliora ogni volta. La McLaren 540C, invece, è una neonata. È la meno potente e più economica della gamma, ed aspira ad essere una sportiva – più o meno – versatile.

L’ultima generazione di 911, la 992, è cresciuta nelle dimensioni ed è diventata ancora più comoda e sfruttabile, e, naturalmente, ancora più veloce. La 540C è più supercar – nelle forme e nell’architettura – ma è stata ammorbidita e resa più docile, almeno rispetto alla sorella 570S.
Vediamo il confronto sulla carta tra queste due magnifiche auto.

title

Dimensioni

La Porsche 911 e la McLaren 540C sono praticamente lunghe uguali (452 e 453 cm), ma con 185 cm di larghezza e 130 cm di altezza, la Porsche è più stretta e comoda, soprattutto nella seduta e nel traffico. La McLaren infatti paga pegno per i suoi 201 cm di larghezza e 120 cm d’altezza, per via della sua forma da supercar.

Il passo della McLaren però è parecchio più lungo, 267 cm contro i soli 235 cm della Porsche (quindi risulta più stabile). L’inglese è anche più leggera di quasi 300 kg tondi: 1360 kg contro i 1660 della 911, non pochi.

title

Potenza

Due cuori diversi: un sei cilindri flat six montato dietro l’asse posteriore per la Porsche, un V8 montato centralmente per la McLaren. Quello della 540C, nel dettaglio, è un 3,8 litri biturbo che eroga 540 CV a 7.500 giri e 540 Nm a 3.500 giri.

Il sei cilindri della Porsche, invece, è un 3,0 litri che eroga 450 CV a 6500 giri e 530 Nm di coppia a 2.300 giri. La McLaren è più potente, ma la Porsche ha sia potenza che coppia ad un regime molto più basso.

Per quanto riguarda la trasmissione, Porsche monta un cambio doppia frizione a 8 rapporti, mentre la McLaren sempre doppia frizione ma a 7.

title

Prestazioni

Veniamo alle prestazioni. La McLaren, più leggera e potente, vince sullo 0-100 km/h e sulla velocità massima, ma la tedesca si difende davvero bene.
3,5 secondi e 320 km/h per la 540C, 3,9 secondi e 308 km/h per la 911.

La McLaren, va detto, costa anche 30.000 euro in più (130.000 contro 167.000), ma entrambe sono costruite per essere sfruttabili e guidabili anche nell’utilizzo quotidiano.
I consumi? A vantaggio della la tedesca: 9.1 l/100 km contro i 10,7. Non male, considerando le potenze in gioco.

L’articolo Porsche 911 VS McLare 540C: Icon Wheels FACEOFF proviene da Icon Wheels.

Fonte

Mercedes classe E: guida all’acquisto

title

La quinta generazione della Mercedes classe E – nata nel 2016 – è un’elegante “segmento E” disponibile a trazione posteriore o integrale.

In queste due guide all’acquisto della Mercedes classe E – una relativa alla berlina a quattro porte, l’altra alla station wagon (analizzeremo in un secondo momento le sportive Coupé e Cabrio) – vi mostreremo tutte le versioni presenti in listino dell’ammiraglia tedesca: prezzi, motori, accessori, prestazioni, pregi, difetti e chi più ne ha più ne metta.

Mercedes classe E: guida all’acquisto

La Mercedes classe E è una “berlinona” non troppo ingombrante – 4,92 metri di lunghezza – caratterizzata da un bagagliaio molto capiente e da un abitacolo che potrebbe offrire più spazio alle spalle e alle gambe dei passeggeri posteriori.

Le finiture presentano qualche imprecisione nelle zone più nascoste (niente di preoccupante comunque, sia chiaro) mentre il cambio automatico è uno dei migliori della categoria.

title

Gli allestimenti della Mercedes classe E

Gli allestimenti della Mercedes classe E sono nove: Executive, Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, Premium Plus, 53 AMG, 63 AMG e 63 AMG S.

Mercedes classe E Executive

La Mercedes classe E Executive – economica ma con una dotazione di serie povera – offre: Live Traffic Information (permette di ricevere informazioni sulla viabilità stradale in tempo reale adottando l’itinerario del navigatore di conseguenza: validità tre anni previo attivazione utenza me Connect, rinnovo a pagamento sul sito me connect nella sezione online shop), climatizzatore automatico Thermatic con temperatura regolabile separatamente per lato, filtro antipolline/antipolvere e dispositivo di sfruttamento del calore residuo, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, PRE-SAFE, chiamata di emergenza Mercedes-Benz (sistema di chiamata di emergenza automatica in caso di incidente, non necessita di telefono cellulare), Collision Prevention Assist Plus (avvisa il guidatore con un segnale ottico e acustico quando la distanza tra la vettura e il veicolo che la precede o l’ostacolo fermo è inferiore al limite di sicurezza; in caso di rischio impatto effettua una frenata parziale automatica), kneebag per il guidatore, luci stop adattive (in caso di frenata di emergenza lampeggiano automaticamente), luci soffuse “ambient” con 3 zone cromatiche (ai 64 colori aggiunge la presenza di tre zone cromaticamente indipendenti), predisposizione per sistemi di trasporto sul tetto, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, pacchetto standard, DAB (digital audio broadcast), cambio automatico a 9 rapporti 9G-Tronic Plus con regolatore di velocità e limitatore di velocità inclusi (comandi al volante per uso sequenziale), DYNAMIC SELECT (permette di selezionare 5 setup per la dinamica di marcia agendo su motore, sterzo, cambio automatico e sospensioni pneumatiche se presenti), sospensioni DIRECT CONTROL Comfort (con sistema di ammortizzazione selettiva (solo per Exclusive o versioni Sport/Business Sport con Design esterni Exclusive), impostazione vettura (stato della vettura da remoto, verifica online il chilometraggio, la pressione degli pneumatici, il livello del serbatoio e altri dati, apertura/chiusura porte da remoto, programmazione riscaldamento ausiliario se installato mediante smartphone o PC e funzione Send-to-Car), serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, cerchi in lega da 16” a 10 razze con pneumatici 205/65, tessuto tecnico nero, faro alogeno con luci diurne a LED integrate, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in vernice cangiante color argento e Audio 20 (sistema multimediale con display centrale multimediale da 8,4” o 12,3” a seconda delle versioni, pulsanti touch control al volante e sistema di comando vocale Voicetronic, impianto vivavoce Bluetooth, interfaccia SD, due porte USB, interfaccia Bluetooth e comunicazione Car-to-X).

Mercedes classe E Sport

La Mercedes classe E Sport (ancora un po’ povera di accessori) costa 2.932 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, Audio 20, Comfort Pack, esterni ed interni Avantgarde.

Mercedes classe E Business Sport

La Mercedes classe E Business Sport – ricca ma cara – costa 6.758 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, Audio 20, Comfort pack, esterni ed interni Avantgarde.

Mercedes classe E Exclusive

La Mercedes classe E Exclusive – completa ma cara – costa 8.222 euro più della Executive a parità di motore e offre: Audio 20, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort (solo per Exclusive o versioni Sport/Business Sport con Design esterni Exclusive), orologio analogico nella consolle centrale, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, Comfort pack, esterni ed interni Exclusive e Advantage pack.

Mercedes classe E Premium

La Mercedes classe E Premium, ricca ma con un prezzo alto, costa 12.091 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, volante sportivo AMG mutlifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Comfort pack, esterni AMG Line e interni Avantgarde e Premium pack.

Mercedes classe E Premium Plus

La Mercedes classe E Premium Plus – ricca e costosa (la versione che ci sentiamo di consigliare) – costa 15.161 euro più della Executive a parità di motore e offre: cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro, consolle centrale in look nero Pianoforte, volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Comfort Pack, esterni AMG Line ed interni Avantgarde e Premium Plus pack.

Mercedes classe E 53 AMG

La Mercedes classe E 53 AMG offre: cinture di sicurezza rosse, AMG RIDE CONTROL (sospensioni pneumatiche con regolazione continua dello smorzamento), AMG DYNAMIC SELECT (per la selezione dei programma di marcia specifici AMG Comfort, Sport, Sport+, RACE – solo per la S – e Individual), spoilerino AMG in tinta con la vettura, cambio automatico 9G-Tronic Plus, orologio analogico nella consolle centrale, cerchi in lega da 19” AMG a 5 doppie razze verniciati in nero lucidato a specchio e torniti con finutura a specchio (pneumatici ant. 245/40 ZR19, post. 275/35 ZR19), pelle sintetica Artico/microfibra Dinamica nera/plancia nera/cielo nero e cuciture in contrasto rosse, consolle centrale in look nero pianoforte, volante Performance AMG in pelle Nappa nera, volante sportivo AMG multifunzione in pelle nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control, Premium pack, Comfort pack, esterni ed interni AMG Line.

Mercedes classe E 63 AMG

La Mercedes classe E 63 AMG è una versione consigliata a chi vuole il massimo dall’ammiraglia della Stella e offre: AMG RIDE CONTROL, pinze freno anodizzate color argento, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG meccanico, orologio analogico nella consolle centrale, Comfort pack Plus, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG (sedili sportivi con grafica specifica AMG e sostegno laterale ottimizzato per un maggiore piacere di guida, volante Performance AMG a tre razze, strumentazione AMG con menu principale AMG, incluso Racetimer e display start-up AMG, inserti in alluminio), Premium pack, Comfort pack, rivestimenti AMG in pelle Nappa nera, cerchi AMG da 19” a 10 razze verniciati in grigio titanio e torniti con finitura a specchio (ant. 265/40 R19, post. 295/35 R19), cambio a 9 marce SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento e volante Performance AMG in pelle Nappa nera.

Mercedes classe E 63 AMG S

La Mercedes classe E 63 AMG S – ricca e costosa – offre: Comfort pack Plus, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, Comfort pack, AMG RIDE CONTROL, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG a gestione elettronica, supporto del motore attivo dinamico, pinze freno rosse con scritta AMG, AMG Driver’s Package (innalza la velocità massima della vettura a 300 km/h), AMG Track Pace, orologio analogico nella consolle centrale, antifurto con anti sollevamento e rilevatore interno, volante Performance AMG in pelle. Nappa nera/microfibra Dinamica, tasti sul volante AMG, pelle Nappa Exclusive Nera AMG, cambio SPEEDSHIFT MCT AMG e comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento.

title

Mercedes classe E: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Mercedes classe E. La gamma motori dell’ammiraglia di Stoccarda è composta da dodici unità sovralimentate:

  • un 2.0 turbo benzina da 184 CV
  • un 3.0 V6 biturbo benzina da 367 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV
  • un 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV
  • un 3.0 sei cilindri in linea mild hybrid turbo benzina da 457 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbo benzina da 320 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbodiesel da 306 CV
  • un 1.6 turbodiesel da 160 CV
  • un 2.0 turbodiesel da 194 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 286 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 340 CV

Mercedes E 200 (da 53.682 euro)

La Mercedes E 200 (prezzi fino a 65.911 euro) monta un motore silenzioso, scattante (7,7 secondi sullo “0-100”) e ricco di coppia (300 Nm). Un’unità caratterizzata da un’erogazione ottima – pronta in basso e con un buon allungo – che potrebbe consumare meno (15,4 km/l dichiarati). Un’ammiraglia poco agile nelle curve che punta più sul comfort che sul piacere di guida.

Mercedes E 450 (da 66.238 euro)

La Mercedes E 450 (prezzi fino a 78.406 euro) – poco coinvolgente nel misto stretto – ospita sotto il cofano un propulsore V6 potente – 367 CV – e ricco di coppia (500 Nm) che non brilla alle voci “sound”, “prestazioni” (“0-100” in 5,2 secondi) e “consumi” (11,9 km/l dichiarati).

Mercedes E 63 AMG (122.721 euro)

La Mercedes E 63 AMG è, secondo noi, la versione più riuscita dell’ammiraglia della Stella: ospita sotto il cofano un propulsore contraddistinto da una cilindrata relativamente contenuta (4.0) e da un’erogazione ottima agli alti regimi e migliorabile in basso.

Mercedes E 63 AMG S (130.956 euro)

La Mercedes E 63 AMG S monta un propulsore ricco di cavalli (612) e di coppia (850 Nm) contraddistinto da una cilindrata contenuta e da consumi non eccessivi. Meno agile delle concorrenti nel misto stretto, offre una spinta poco corposa ai bassi regimi ma migliora in allungo.

Mercedes E 350 EQ-Boost (da 65.882 euro)

La Mercedes E 350 EQ-Boost (prezzi fino a 78.050 euro) monta un motore 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV e 400 Nm di coppia.

Mercedes E 53 AMG (93.500 euro)

La Mercedes E 53 AMG è la variante mild hybrid più cattiva dell’ammiraglia della Stella: il motore è un 3.0 sei cilindri in linea turbo benzina da 457 CV e 520 Nm di coppia.

Mercedes E 300 e (da 63.351 euro)

La Mercedes E 300 e (prezzi fino a 75.519 euro) è la variante ibrida plug-in – ossia ricaricabile attraverso una presa di corrente – benzina della berlinona della Stella e monta un motore 2.0 turbo da 320 CV e 700 Nm di coppia.

Mercedes E 300 de (da 66.083 euro)

La Mercedes E 300 de (prezzi fino a 77.763 euro) è la variante ibrida plug-in diesel dell’ammiraglia di Stoccarda. Il motore è un 2.0 turbodiesel da 306 CV e 700 Nm di coppia.

Mercedes E 200 d (da 49.405 euro)

La Mercedes E 200 d (prezzi fino a 64.566 euro) ospita sotto il cofano un propulsore dalla cilindrata contenuta (1.6) ricco di pregi: elastico, vivace (8,4 secondi) e poco assetato di gasolio (23,8 km/l).

Mercedes E 220 d (da 55.788 euro)

La Mercedes E 220 d (prezzi fino a 70.158 euro) – poco divertente da guidare nelle curve – monta un motore silenzioso, pronto ai bassi regimi, ricco di cavalli (194 CV) e brioso.

Mercedes E 350 d (da 61.711 euro)

La Mercedes E 350 d (prezzi fino a 73.391 euro) è, secondo noi, la variante più equilibrata della classe E: più comoda che divertente, monta un propulsore caratterizzato da una cilindrata contenuta (2.9) elastico ma povero di coppia (600 Nm) e non molto brioso (5,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari).

Mercedes E 400 d (da 69.800 euro)

La Mercedes E 400 d (prezzi fino a 82.480 euro) ospita sotto il cofano un motore elastico e relativamente poco assetato di gasolio.

title

Mercedes classe E: gli optional

La dotazione di serie della Mercedes classe E andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.075 euro). Sulla Executive aggiungeremmo i fari a LED (1.055 euro) e il tetto panoramico (2.159 euro).

Questo accessorio andrebbe acquistato anche sulle varianti Sport, Business Sport, Exclusive, Premium63 AMG63 AMG S insieme al Pacchetto assistenza alla guida (2.318 euro: regolazione automatica della distanza e frenata automatica fino all’arresto, Active Brake Assist with Cross-Traffic Function, assistenza allo sterzo nelle manovre di scarto, Active Lane Keep Assist, Active Blind Spot Assist e avviso e protezione in caso di rischio tamponamento). Il pacchetto sicurezza starebbe bene anche sulle versioni Premium Plus e 53 AMG insieme agli interni in pelle (2.684 euro).

Mercedes classe E S.W.: guida all’acquisto

La Mercedes classe E S.W. – variante station wagon della “segmento E” teutonica – è una familiare meno ingombrante delle rivali ma in grado di offrire un bagagliaio immenso (640 litri che diventano 1.820 quando si abbattono i sedili posteriori). Il cambio automatico è eccellente: il migliore del segmento.

L’abitacolo – che presenta qualche lieve imprecisione negli assemblaggi delle zone più nascoste (niente di preoccupante però, sia chiaro) – non è molto spazioso nella zona delle spalle e della testa.

title

Gli allestimenti della Mercedes classe E S.W.

Gli allestimenti della Mercedes classe E S.W. sono tredici: Executive, Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, Premium Plus, 53 AMG, 63 AMG, 63 AMG S, All-Terrain Sport, All-Terrain Business Sport, All-Terrain Premium e All-Terrain Premium Plus.

Mercedes classe E S.W. Executive

La Mercedes classe E S.W. Executive – economica ma povera – offre: pacchetto standard, Live Traffic Information, climatizzatore automatico Thermatic con temperatura regolabile separatamente per lato, filtro antipolline/antipolvere e dispositivo di sfruttamento del calore residuo, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, Pre-Safe, chiamata di emergenza Mercedes-Benz, Collision Prevention Assist Plus, kneebag per il guidatore, luci stop adattive, sedile posteriore con schienale ad abbattimento frazionato 40-20-40, luci soffuse “ambient” con 3 zone cromatiche, predisposizione per sistemi di trasporto sul tetto, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, DAB (digital audio broadcast), cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort, stato della vettura da remoto, serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, cerchi in lega da 17” a 10 razze con pneumatici 225/55, tessuto tecnico nero, faro alogeno con luci diurne a LED integrate, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in vernice cangiante color argento e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Sport

La Mercedes classe E S.W. Sport – l’allestimento che ci sentiamo di consigliare, anche se non molto completo – costa 2.932 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni e interni Avantgarde, Comfort pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica ARTICO e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Business Sport

La Mercedes classe E S.W. Business Sport – ricca ma cara – costa 6.758 euro più della Executive a parità di motore e offre: Advantage pack, esterni ed interni Avantgarde, Comfort pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Exclusive

La Mercedes classe E S.W. Exclusive – completa ma cara – costa 8.222 euro più della Executive a parità di motore e offre: Advantage pack, Comfort pack, esterni ed interni Exclusive, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, sospensioni DIRECT CONTROL Comfort, orologio analogico nella consolle centrale, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte e Audio 20.

Mercedes classe E S.W. Premium

La Mercedes classe E S.W. Premium costa 12.091 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni AMG Line ed interni Avantgarde, Comfort pack, Premium pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control.

Mercedes classe E S.W. Premium Plus

La Mercedes classe E S.W. Premium Plus – ricca ma costosa – costa 14.785 euro più della Executive a parità di motore e offre: esterni AMG Line, Comfort pack, Premium Plus pack, cambio automatico 9G-Tronic Plus, DYNAMIC SELECT, orologio analogico nella consolle centrale, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, consolle centrale in look nero Pianoforte, inserti in alluminio con rifiniture effetto carbonio chiaro e volante sportivo AMG multifunzione in pelle Nappa nero a tre razze, leggermente appiattito nella parte inferiore, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura con pulsanti Touch Control.

Mercedes classe E S.W. 53 AMG

La Mercedes classe E S.W. 53 AMG offre: AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, Comfort pack, Premium pack, esterni ed interni AMG Line, cambio automatico 9G-Tronic Plus, orologio analogico nella consolle centrale, cerchi in lega da 19” AMG a 5 doppie razze verniciati in nero lucidato a specchio e torniti con finitura a specchio, pneumatici ant. 245/40 ZR19, post. 275/35 ZR19, pelle sintetica Artico/microfibra Dinamica nera/plancia nera/cielo nero e cuciture in contrasto rosse, cinture di sicurezza rosse, consolle centrale in look nero Pianoforte, volante Performance AMG in pelle Nappa nera e AMG Ride Control.

Mercedes classe E S.W. 63 AMG

La Mercedes classe E S.W. 63 AMG offre: Comfort pack Plus, Comfort pack, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG meccanico, orologio analogico nella consolle centrale, rivestimenti AMG in pelle Nappa nera, cerchi AMG da 19” a 10 razze verniciati in grigio titanio e torniti con finitura a specchio, ant. 265/40 R19, post. 295/35 R19, cambio a SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento, pinze freno anodizzate color argento, AMG RIDE CONTROL e volante Performance AMG in pelle Nappa nera.

Mercedes classe E S.W. 63 AMG S

La Mercedes classe E S.W. 63 AMG S offre: Comfort pack Plus, Comfort pack, esterni Mercedes-AMG, interni Mercedes-AMG, Premium pack, AMG DYNAMIC SELECT, spoilerino AMG in tinta con la vettura, differenziale autobloccante posteriore AMG a gestione elettronica, supporto del motore attivo dinamico, pinze freno rosse con scritta AMG, AMG Driver’s Package, AMG Track Pace, orologio analogico nella consolle centrale, volante Performance AMG in pelle Nappa nera/microfibra Dinamica, tasti sul volante AMG, pelle Nappa Exclusive Nera AMG, cambio SPEEDSHIFT MCT AMG, comandi del cambio al volante galvanizzati con superficie cromata color argento e AMG RIDE CONTROL.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Sport

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Sport offre: Comfort pack, pacchetto standard, design Avantgarde con stella integrata nella griglia a due lamelle, chiamata di emergenza Mercedes-Benz, Live Traffic information, modulo UMTS per l’utilizzo dei servizi base Mercedes me connect (assistenza per incidenti e guasti, monitoraggio manutenzione e telediagnosi parti soggette ad usura), disattivazione automatica airbag lato passeggero, kneebag per il guidatore, Pre-Safe, sistema di controllo della pressione pneumatici RDK, Collision Prevention Assist Plus (avvisa il guidatore con un segnale ottico e acustico quando la distanza tra la vettura e il veicolo che la precede o l’ostacolo fermo è inferiore al limite di sicurezza, in caso di rischio impatto effettua una frenata parziale automatica), consolle centrale in look nero Pianoforte, pelle sintetica Artico e tessuto nera/plancia nera/cielo grigio cristallo, orologio analogico nella consolle centrale, volante multifunzione in pelle Nappa a tre razze, goffrato in corrispondenza dell’impugnatura centrale con pulsanti TouchControl, pneumatici estivi, roof rails in alluminio, DYNAMIC SELECT, modulo volumetrico per protezione antisollevamento/traino, portabevande doppio nella consolle centrale per 2 x 750 ml, sedile posteriore con schienale ad abbattimento frazionato 40-20-40, portellone posteriore Easy-Pack con comando elettrico di apertura e chiusura, Air Body Control, cambio automatico 9G-Tronic Plus, filtro antiparticolato per motorizzazioni diesel, serbatoio maggiorato per additivo Ad Blue, climatizzatore automatico Thermatic, luci soffuse ambient con 3 zone cromatiche, volante sportivo multifunzione in pelle nappa, DAB (digital audio broadcast), esterni ed interni Avantgarde, modulo LTE per l’utilizzo dei servizi Mercedes me connect, Audio 20, cerchi in lega da 19” e pneumatici 245/45 R19.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Business Sport

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Business Sport costa 3.827 euro più della All-Terrain Sport a parità di motore e offre: Advantage pack, esterni ed interni Avantgarde, Audio 20, retrovisori interni ed esterni anabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, cerchi in lega da 19” e pneumatici 245/45 R19.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium – ricca ma cara – costa 7.367 euro più della Sport a parità di motore e offre: Premium pack, esterni ed interni Exclusive, servizio Concierge (servizio telefonico che assiste personalmente il cliente nella ricerca di luoghi di interesse, ristoranti e hotel, validità 1 anno, rinnovo a pagamento), Speed limit assist (con l’ausilio di una telecamera legge i cartelli stradali con il limite di velocità e lo visualizza sul display della strumentazione), retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, pelle e tessuto neri/plancia nera/cielo grigio cristallo, cerchi in lega da 20” a 5 doppie razze verniciati in grigio tremolite e torniti con finitura a specchio con pneumatici ant. 245/40 R20, post. 275/35 R20.

Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium Plus

La Mercedes classe E S.W. All-Terrain Premium Plus – completa ma costosa – costa 10.061 euro più della All-Terrain Sport a parità di motore e offre: Premium Plus pack, esterni ed interni Exclusive, servizio Concierge, Speed limit assist, retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, supporto lombare regolabile su 4 parametri lato guida e passeggero e cerchi in lega da 20” a 5 doppie razze verniciati in grigio tremolite e torniti con finitura a specchio con pneumatici ant.245/40 R20, post. 275/35 R20, fari anteriori full LED con Intelligent Light System e fari posteriori full LED e fari abbaglianti automatici.

title

Mercedes classe E S.W.: tutti i modelli in listino

Di seguito troverete tutte le caratteristiche delle versioni della Mercedes classe E S.W.. La gamma motori della lussuosa station wagon teutonica è composta da undici unità sovralimentate:

  • un 2.0 turbo benzina da 184 CV
  • un 3.0 V6 biturbo benzina da 367 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV
  • un 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV
  • un 2.0 mild hybrid turbo benzina da 313 CV
  • un 3.0 sei cilindri in linea mild hybrid turbo benzina da 457 CV
  • un 2.0 ibrido plug-in turbodiesel da 306 CV
  • un 1.6 turbodiesel da 160 CV
  • un 2.0 turbodiesel da 194 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 286 CV
  • un 3.0 turbodiesel sei cilindri in linea da 340 CV

Mercedes E 200 S.W. (da 55.503 euro)

La Mercedes E 200 S.W. (prezzi fino a 67.357 euro) è, secondo noi, la versione a benzina più equilibrata dell’elegante familiare della Stella. Il motore – elastico, silenzioso e con un buon allungo – ha tanta coppia (300 Nm) ed è molto brioso (8,1 secondi sullo “0-100”).

Mercedes E 450 S.W. (da 71.169 euro)

La Mercedes E 450 S.W. (prezzi fino a 80.278 euro) – nonostante un motore V6 (dal sound poco gratificante e con una spinta poco corposa ai bassi regimi) ricco di cavalli (367) e di coppia (500 Nm) – non è molto vivace (“0-100” in 5,8 secondi). Colpa del peso elevato del corpo vettura, che incide negativamente sul piacere di guida e sui consumi (11,2 km/l dichiarati).

Mercedes E 63 S.W. AMG (125.712 euro)

La Mercedes E 63 S.W. AMG monta un motore 4.0 V8 biturbo benzina da 571 CV e 750 Nm di coppia.

Mercedes E 63 S.W. AMG S (134.704 euro)

La Mercedes E 63 S.W. AMG S – la variante più cattiva della station wagon della Stella – ospita sotto il cofano un propulsore 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV e 850 Nm di coppia.

Mercedes E 53 S.W. AMG (97.821 euro)

La Mercedes E 53 S.W. AMG – variante mild hybrid della raffinata familiare di Stoccarda – monta un 3.0 sei cilindri in linea turbo benzina da 457 CV e 520 Nm di coppia.

Mercedes E 200 d S.W. (da 50.503 euro)

La Mercedes E 200 d S.W. (prezzi fino a 65.288 euro) è dotata di un motore caratterizzato da una cilindrata contenuta (1.6) elastico, silenzioso, vivace (8,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) e poco assetato di gasolio (23,8 km/l dichiarati).

Mercedes E 220 d S.W. (da 57.554 euro)

La Mercedes E 220 d S.W. (prezzi fino a 71.750 euro) è, secondo noi, la classe E da acquistare. Una familiare potente (194 CV), comoda e in grado di offrire consumi bassissimi.

Mercedes E 350 d S.W. (da 64.106 euro)

La Mercedes E 350 d S.W. (prezzi fino a 75.411 euro) ospita sotto il cofano un propulsore elastico dalla cilindrata relativamente contenuta (2.9) ma non brilla alle voci “coppia” (600 Nm), “prestazioni” (5,9 secondi sullo “0-100”) e “divertimento” (poco agile nelle curve).

Mercedes E 400 d S.W. (da 72.049 euro)

La Mercedes E 400 d S.W. (prezzi fino a 83.203 euro) non è una familiare nata per aggredire le curve (nel misto stretto potrebbe essere più coinvolgente) ma si riscatta con il motore: un’unità dalla cubatura relativamente contenuta (2.9) potente (340 CV), ricca di coppia (700 Nm) e in grado di offrire una spinta corposa ai bassi regimi.

title

Mercedes classe E S.W.: gli optional

La dotazione di serie della Mercedes classe E S.W. andrebbe a nostro avviso arricchita con la vernice metallizzata (1.075 euro). Sulla Executive aggiungeremmo i fari a LED (1.055 euro) e il tetto panoramico (2.159 euro).

Quest’ultimo accessorio andrebbe acquistato anche sulle varianti Sport, Business Sport, Exclusive, Premium, 63 AMG, 63 AMG S, All-Terrain Sport, All-Terrain Business Sport e All-Terrain Premium insieme al Pacchetto assistenza alla guida (2.318 euro). Il pacchetto starebbe bene anche sulla 53 AMG insieme agli interni in pelle (2.384 euro).

L’articolo Mercedes classe E: guida all’acquisto proviene da Icon Wheels.

Fonte